Senza categoria

Belgio – Terrorismo veloce, Europa lenta

29

I Tg di giovedì 24 marzo – La “caccia all’uomo” o “agli uomini” è in pratica l’apertura su tutte le testate che sottolineano la confusione che aleggia nei vertici del governo belga, con i ministri degli Interni e della Giustizia che vedono respinte le loro dimissioni malgrado le evidenti deficienze nell’operato dei servizi. L’”Europa è lenta”, come titola Tg5, mentre i terroristi corrono veloci. Salah dal carcere conquista attenzione e titoli perché, come riporta TgLa7, “vuole Parigi”, ovvero tenta di negare responsabilità dirette sulle stragi di Bruxelles, preferendo di essere giudicato per quelle francesi. E’ facile prevedere che il potenziale “pentito” potrà essere determinante per orientare gli inquirenti nella galassia delle cellule europee dell’Isis. TgLa7 rivela che i terroristi avevano nel mirino anche dei tecnici nucleari fiamminghi, con il probabile obbiettivo di procurarsi materiale per bombe “sporche”.

L’Europa lenta è oggetto di critiche trasversali quanto unanimi anche a commento dell’odierno incontro dei ministri degli interni e della giustizia sul tema del coordinamento delle intelligence. Orlando e Alfano compaiono con commenti compassati e alquanto diplomatici su diverse testate, mentre su Tg1 parla Gentiloni. Nel complesso si può affermare che l’informazione tv non si divide sul dopo stragi, forse anche perché le forze politiche stanno facendo altrettanto. Lo spazio ampio sulle testate Mediaset a Berlusconi che da giorni continua a parlare di grande coalizione anti-Isis, appare più che altro un segno di rispetto verso l’Editore. Discorso diverso quando riemerge il genoma dell’intolleranza e della chiusura verso gli immigrati. Stiamo parlando di Tg4 che va alla ricerca nelle periferie delle città italiane degli elementi di radicalizzazione tipici delle periferie parigine e di Bruxelles.

Le poco verosimili rivelazioni di settori della stampa egiziana che collegherebbero l’assassinio di Regeni alla criminalità comune, sono nei titoli di TgLa7 e Studio Aperto.

A 21 anni dalle stragi di cittadini mussulmani a Srebrenica la condanna del Tribunale dell’Aja a 40 anni per il boia serbo Karadzic è nei titoli per Tg1, Tg3, Tg5 e Tg La7 ( Tg2 stasera non è in onda per l’incontro della nazionale under 21).

A 68 anni se ne è andato Cruyff, il dominatore del calcio degli anni ’70, con il suo gioco estroso, le sue serpentine tipiche di quello che sarebbe diventato il calcio moderno. Tutte le testate ricordano il fuoriclasse olandese e propongono immagini del suo estro.

Ultime notizie
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Società

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Legittima difesa, Urraro: “Tra Lega e M5S nessuna distanza”

“Nessuna distanza tra Lega e M5S sulla volontà di riformare la legittima difesa”. Il senatore pentastellato Francesco Urraro, membro della Commissione Giustizia spiega quali sono le “zone d'ombra” da chiarire per arrivare ad un momento di sintesi che contemperi le diverse esigenze.
di Valentina Renzopaoli