Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

Bonifica e proteste

I Tg di mercoledì 6 aprile – Le proteste e gli scontri sul lungomare partenopeo si impongono con le loro immagini sulle aperture, accompagnate – soprattutto sulle testate rai – dalle dichiarazioni di Renzi e dal botta e risposta a distanza con il sindaco De Magistris. La bonifica dell’area italsider di Bagnoli, a 25 anni da quando se ne è cominciato a parlare, divide le opinioni tra quelli che dicono “finalmente” e chi sospetta una cementificazione che, per altro, il premier nega. Una cosa è certa: ancora una volta la cronaca delle polemiche sovrasta la necessità di informare sui contenuti di un progetto. La spiegazione di “questa” fase nella vicinanza alle elezioni amministrative e nell’imminenza del referendum anti trivelle che rappresenta una tappa intermedia su cui Renzi ha messo (anche troppo) la faccia. La notizia della calendarizzazione delle due mozioni di sfiducia al Senato per il 19 aprile porta con sé le consuete contestazioni di chi voleva un voto subito. Tutti i Tg, e quelli Mediaset in particolare, se ne occupano. Nota del redattore: per ironia della sorte solo pochi giorni fa le opposizioni protestavano perché la conferenza dei capigruppo non aveva concesso una settimana di stop all’aula (quella che precede il referendum).

Lo scetticismo che ha preceduto l’arrivo degli investigatori egiziani a Roma è oggi moderato dalle ultime confuse rivelazioni che evidenzierebbero la decisione di Al sisi di “sacrificare” un proprio uomo di vertice nel settore servizi per dare “qualcosa” al governo italiano. Le rivelazioni di Repubblica che oggi ha in pagina il contenuto di alcune mail anonime che spiegherebbero cosa è realmente successo a Giulio Regeni, sono riprese sotto tono. Tg3 e Tg4 le illustrano ampiamente con il risultato di far accapponare la pelle.

Panama papers continua ad essere molto presente, con particolare riferimento alla compromissione dei vertici cinesi (Tg La7), ma anche per gli attacchi del fondatore di Wikileaks Julian Assange che parla di “montatura statunitense” contro la Russia.

Tornano in Italia, le dichiarazioni di Cantone sul conglomerato di corruzione, inefficienze e sprechi che rende il sistema sanitario nazionale “terra di scorribande di delinquenti” sono alte e nei titoli per tutti.

“Una polemica tutta italiana tra servizio pubblico e politica”: così Mentana anticipa la trasmissione di questa sera di Porta a Porta che conterrà una contestatissima intervista al figlio di Totò Riina (servizi per Tg1, Tg3 e Tg5). Per il direttore di Tg La7 l’aspetto più preoccupante sarebbe la concomitanza dell’uscita di un libro del figlio del boss, cui Vespa – e quindi la Rai – si presterebbero a far pubblicità. Le contestazioni di buona parte del mondo dell’informazione (Fnsi) e della politica (molti esponenti Pd e la presidente della Commissione Antimafia Bindi) sono ampiamente riportate.

In chiusura riprendiamo dai Tg due scenari agli antipodi per quello che riguarda l’accoglienza ed il rapporto con gli immigrati. Su Tg3 toccante servizio sulle “nonne di Lesbo”, che assistono come vere nonne le giovani mamme ed i neonati sbarcati sull’isola. Su Tg La7 ampio spazio e forti critiche alla decisione della regione Veneto di mettere paletti su paletti alla libertà religiosa dei tanti musulmani che popolano e lavorano nella regione.

Ultime notizie
nft
Diritto

NFT: le opere d’arte e il diritto. Il ruolo dei musei

L’opera d’arte nell’epoca degli NFT Walter Benjamin nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” affronta, tra i primi, la criticità della...
di Alessio Briguglio*
nft
upskilling
Economia

Upskilling nella Pubblica amministrazione tra esigenze, opportunità e rischi

L’upskilling, ovvero il miglioramento del profilo professionale, nella PA può tradursi in un investimento per la crescita dell’intero settore pubblico, in un’ottica di maggiore fluidità e intercambiabilità di ruoli e mansioni. Importante è far corrispondere alla crescita delle competenze anche progressioni di carriera.
di Simone Cannaroli
upskilling
continete africano
Mondo

Social media e movimenti di protesta nel continente africano

Il continente africano sta registrando negli ultimi anni un incremento delle proteste giovanili, dovute non solo alla marginalizzazione dei giovani dalla vita politica ed economica: una maggiore accessibilità ad Internet data dalle reti mobili e la diffusione dei social network hanno facilitato le organizzazioni e il dibattito pubblico.
di EMANUELE ODDI
continete africano
anac
Criminalità e contrasto

Anac presenta oggi la sua Relazione annuale alla Camera dei Deputati

Anac presenta oggi la Relazione sulle attività svolte e traccia un bilancio della corruzione in Italia nel 2021. Il nostro Paese migliora di 10 posizioni nell’Indice della percezione della corruzione, ma il Presidente di Anac Busìa pone l’accento sulla importanza di prevenire la corruzione.
di redazione
anac
sughero
Ambiente

Foreste di sughera, una risorsa da difendere per la rinascita dei territori rurali

In Sardegna si concentra circa l’85% delle foreste italiane di sughera, e nel Nord Est è presente la gran parte del patrimonio regionale. Il Report presentato oggi da Eurispes documenta la crisi del settore del sughero nei territori coinvolti e ne valorizza potenzialità e risorse, in primis quelle ambientali e turistiche.
di Carlo Marcetti*
sughero
guardia di finanza
Criminalità e contrasto

Guardia di Finanza, azione costante a tutela di spesa pubblica e cittadini

Per il 248esimo anniversario della sua fondazione, la Guardia di Finanza pubblica un bilancio operativo relativo agli interventi del 2021 e dei primi 5 mesi del 2022. Nel periodo di riferimento, la Guardia di Finanza ha eseguito più di un milione di interventi ispettivi che hanno dato origine a circa 74 mila indagini a contrasto di illeciti in campo finanziario ed economico e delle infiltrazioni criminali.
di redazione
guardia di finanza
Economia

Politiche per la coesione, una sinergia con il Pnrr per la crescita

Il 10 giugno scorso l’Italia ha trasmesso il testo finale dell’Accordo di Partenariato 2021-2027. Il documento, presentato in una sua prima versione...
di Claudia Bugno*
Africa criptovalute
Economia

Africa 2022: il ruolo delle criptovalute

In Africa le criptovalute crescono in maniera costante, tanto che la Repubblica Centrafricana ha adottato la criptovaluta bitcoin come moneta nazionale. Ma se da un lato la criptovaluta incentiva il movimento di denaro per imprese e rimesse provenienti dall’estero, dall’altro pesano le carenze in infrastrutture energetiche e regolamentazione.
di Emanuele Oddi
Africa criptovalute
infrastrutture
Infrastrutture

Infrastrutture, migliorare la comunicazione tra Stato e Regioni per ottimizzare gli interventi. Intervista al Sen.Mauro Coltorti

Le infrastrutture italiane registrano ancora un divario importante tra Nord e Sud secondo il Sen. Mauro Coltorti, divario che forse nemmeno il Recovery riuscirà del tutto a sanare. Gli strumenti per intervenire sono in primis una maggiore comunicazione tra Stato e Regioni, innovazioni e legalità.
di Salvatore Di Rienzo
infrastrutture
nextgenerationeu
Europa

NextGenerationEU, innovativo anche nelle strategie di finanziamento

NextGenerationEU è un piano innovativo, che guarda al futuro anche nelle forme di finanziamento: si utilizzeranno i proventi delle autorizzazioni alle emissioni di gas serra, della tariffa sul carbonio dei prodotti importati altamente inquinanti, nonché i profitti residui delle multinazionali.
di Claudia Bugno*
nextgenerationeu