Caravan Petrol

I Tg di lunedì 18 gennaio – Il crollo del prezzo del petrolio e la terza settimana di borse in picchiata (con Milano la peggiore trascinata dal crollo dei bancari) ottengono sempre maggiore attenzione nelle scalette dei Tg: apertura per Tg1, Tg3 e Tg5, secondo titolo per gli altri. Se nella scorsa settimana sono stati avanzate diverse letture (per Tg2 il calo del petrolio avrà effetti positivi sull’economia italiana, per Tg5 sarà dannoso) sugli effetti di un greggio ai minimi del 2003 (Tg3) stasera il parere è concorde: “Si apre una possibile bolla sul mercato energetico”. Molta confusione sotto il cielo, e da qui la citazione nel titolo di uno vecchio successo di Renato Carosone.

La situazione critica del pacchetto azionario di Monte dei Paschi di Siena, già evidenziata dal Tg La7 la scorsa settimana, con il nuovo tonfo di oggi diviene notizia rilevante è preoccupante nei servizi di tutte le testate.

A occupare le altre aperture è l’ulteriore puntata del botta e risposta tra Bruxelles e Palazzo Chigi. La voce filtrata “in via ufficiosa ma autorizzata” (Tg3) che lamenterebbe la “mancanza di collegamento” (Tg1) tra l’Europa e l’Italia viene interpretata da TgLa7 quasi come una provocazione e come un “colpo basso” simile a quello che portò alla fine del governo Berlusconi nel 2011. “L’Europa asfalta di nuovo Renzi” sintetizza Tg4, parlando di un’Italia divisa ed in rotta di collisione con Bruxelles. Per Tg5 la linea dura di Junker proverrebbe dalla stessa cancelliera Merkel. I Tg Rai affrontano lo “scontro” ricordando i molti dossier aperti che stanno alimentando questa contrapposizione.

Risicato stasera lo spazio alle unioni civili (nessun titolo), mentre le ulteriori affermazioni dell’ex sindaco M5S di Quarto continuano ad occupare titoli e servizi. Ci accodiamo al commento di Mentana, che in chiusura del servizio osserva: “Queste le notizie, o meglio i veleni della politica”.

Le tensioni sul fronte libico che fanno slittare di altre 24 ore la formazione del nuovo governo sono colte dai Tg delle 20, con Tg La7 che vaticina un fallimento delle trattative ed il riesplodere di una guerra civile mai sopita.

La tragedia sfiorata a Pordenone (apertura di Studio Aperto) dove una dodicenne ha tentato il suicidio per le vessazioni subite da coetanei, riaccende i riflettori sulla tematica del bullismo; diverse le coperture: i Tg Mediaset riprendono i casi più recenti, mentre le testate Rai ricordano che proprio oggi è giunto in Commissione al Senato il testo della nuova proposta di legge anti-bullismo (approfondimento del Tg2). Nessuna menzione su Tg La7.

Le spiagge imbiancate dell’Adriatico e gli 80 comuni del Mo sotto sciame sismico stretti nella morsa della neve, sono presenti fin dai titoli su quasi tutte le testate.

La “strana alleanza” tra la leader sindacale Camusso e l’ex ministro Brunetta nel criticare le dichiarazioni del premier Renzi sui licenziamenti in 48 ore per i “fannulloni” della pubblica amministrazione, è colta solo da Tg La7, mentre sui Tg Rai compare la proposta di una “legge popolare” per riformare lo statuto dei lavoratori avanzata dalla Cgil.

L’inchiesta BBC che ha fatto emergere uno scandalo di corruzione sportiva presso il ghota del tennis è presente a fine edizioni su molte testate, con giudizi analoghi sulla delusione per il fango caduto su di un sport considerato sinora tra i più “puliti”.

Segnaliamo in conclusione la riflessione del Tg3, unica testata che stasera ci ricorda il dramma dell’immigrazione. Facendo il punto sulle testimonianze che hanno condizionato la percezione europea del fenomeno (le foto di Aylan, i video del Bataclan, le più recenti aggressioni di Colonia), il servizio critica alcune espressioni utilizzate della satira francese (le vignette di Charlie Hebdo che dipingono sempre il piccolo Aylan sopravvissuto come futuro molestatore), giudicandole non solo orribili, ma causa di “divisioni difficilmente sanabili”. Siamo d’accordo.

 

Ultime notizie
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata
scuole italiane
Immigrazione

Scuola e cittadini italiani di domani

La questione della presenza degli stranieri nelle scuole implica un’ambivalenza di obiettivi: migliorare la qualità dell’istruzione a prescindere dalla discendenza, oppure comprimere il diritto costituzionale all’apprendimento. La scuola deve avere una funzione di istruzione e integrazione sociale.
di Angelo Perrone*
scuole italiane
insularità
Intervista

Insularità e perifericità: costi e correttivi nell’intervista al Prof. Francesco Pigliaru

L’insularità si lega spesso all’idea di una compensazione economica, ma bisogna distinguere tra condizioni di prima e seconda natura legate all’insularità, come spiega il Prof. Francesco Pigliaru nell’intervista dedicata al tema delle isole e della continuità territoriale.
di redazione
insularità
insularità
Intervista

Il diritto costituzionale all’insularità: intervista al Prof. Tommaso Edoardo Frosini

Il professor Tommaso Edoardo Frosini, Ordinario di diritto pubblico comparato nell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, evidenzia le attinenze tra diritto costituzionale all'insularità e uguaglianza, così come sancito dalla nostra Costituzione, e individua trasporti e digitale come i settori nei quali investire per le isole.
di redazione
insularità
medici
Sanità

Sanità a rischio, pesa la carenza di medici e l’assenza di chirurghi

Sanità a rischio: dalla carenza di medici all’assenza di chirurghi. Questo sarà il prossimo futuro senza una programmazione “a monte”, e l’aumento dei posti in Scuola di Specializzazione non è sufficiente a risolvere la carenza di personale medico.
di ROCCO LEGGIERI*
medici
l'algoritmo d'oro e la torre di babele
Diritto

L’algoritmo d’oro e la torre di Babele

“L’algoritmo d’oro e la torre di Babele” di Caterina e Giovanni Maria Flick è un saggio sugli effetti della tecnologia sulla nostra civiltà, con un invito alla conservazione dell’umano e alla sua conciliazione con il progresso tecnologico.
di Ilaria tirelli
l'algoritmo d'oro e la torre di babele
Istruzione

Scuola, più fondi e voglia di futuro: intervista a Ivana Calabrese

Nell’àmbito del Secondo Rapporto su Scuola e Università dell’Eurispes, dialoghiamo con Ivana Calabrese di Ashoka sul tema dell’Istruzione in Italia, ma innanzitutto sul futuro di una istituzione che passa attraverso docenti capaci e fondi per l’innovazione.
di Massimiliano Cannata
Fisco

La Riforma della riscossione, nuovi criteri per decongestionare i debiti non riscuotibili

La recente Riforma fiscale introduce il “discarico automatico” dei ruoli dopo 5 anni dall’affidamento. Lo scopo principale del provvedimento è risolvere il problema all’accumulo dei debiti fiscali in mancanza di cancellazione delle posizioni non più riscuotibili.
di giovambattista palumbo
insularità
Intervista

Insularità, cruciale la sentenza della Corte costituzionale: intervista al Prof. Gaetano Armao

A un anno dall’introduzione nell’art. 119 del principio di insularità, tracciamo un bilancio sui risultati e sulle lacune nell’intervista al Prof. Gaetano Armao. Sarà cruciale la prossima sentenza della Corte costituzionale rispetto a risorse e provvedimenti finora inefficaci e insufficienti.
di redazione
insularità