“Complici degli scafisti”

I Tg di mercoledì 1 giugno – Aperture una volta tanto differenziate per l’informazione di serata. A tener banco sulle testate Rai sono l’appello lanciato dal Presidente della Repubblica all’unità, sia nazionale che europea, nell’affrontare l’emergenza migranti, e il confronto tra la Cei ed il Ministero degli Interni sui limiti dell’accoglienza (apertura anche per Tg4). Allo scambio tra Monsignor Galantino ed Alfano si aggiungono le sparate di Salvini, che arriva ad accusare il segretario della Cei di essere “complice degli scafisti”. Noi evitiamo di commentarle.

Le problematiche dell’accoglienza, presenti su tutte le testate, sono da Tg La7 riassunte con questa formula: l’Italia fa il suo dovere, nonostante la mancanza di una “ricetta comune europea”. Buono il servizio del Tg3 dal Cara di Pozzallo sul destino dei tanti profughi minori non accompagnati arrivati negli ultimi giorni.

A quattro giorni dalle elezioni amministrative, la tensione resta alta in mancanza di elementi forti di confronto. Titolo per Tg1 e Tg5, apertura per Tg La7 che tratta dello scontro sugli 80 euro “restituiti”, argomento della scorsa settimana per Tg4, come dell’ “ultima lite elettorale” tra Grillo e Renzi. Sempre a proposito di M5S, nei giorni scorsi Fico, presidente della Vigilanza Rai, aveva lamentato il mancato rispetto della par condicio da parte del Tg1, definito da Fico il “Tg di Renzi”. L’intervista di oggi a Silvio Berlusconi (replicata in breve sul Tg2) sa di tentativo di recupero. Spazio alle amministrative anche su Tg2 e Tg5 , che si occupano dei candidati sindaci, rispettivamente, di Roma e Milano.

Titoli e servizi per l’inaugurazione del Tunnel del San Gottardo, il più lungo traforo ferroviario al mondo. Molta la retorica da parte dei leader europei presenti (Renzi, Merkel e Hollande) che elevano quest’opera a simbolo di una “Europa che rifiuta i muri”, anche se nei servizi – e con Mentana fin dai titoli – si sottolinea come l’opera sia, in realtà, di costruzione svizzera. Ma l’immagine è potente e piace.

Apertura solitaria per il Tg5 che dedica primo titolo e copertina alle falle della pubblica amministrazione incapace di pagare i crediti alle imprese. Si mantiene alta su Tg l’attenzione agli sviluppi sulla questione dei voucher.

Festeggiamenti anticipati su alcune testate (soprattutto su Tg4 e le testate Rai) per il 70esimo anniversario dal referendum che decretò la nascita della Repubblica Italiana. Tanti i servizi di approfondimento storico e le testimonianze di anziane donne che nel 1946, per la prima volta, poterono esercitare il diritto di voto (Tg4 vi dedica la seconda metà dell’edizione). Buono il servizio del Tg2 sul monumento del Vittoriano.

Le novità sul caso della ragazza uccisa e bruciata a Roma continuano ad occupare le aperture e i primi servizi delle testate più avvezze alla cronaca, e ottengono titoli anche sui Tg Rai. Titoli per i Tg delle 20 e Tg2 sulla morte del maresciallo dei carabinieri ucciso durante un’operazione antidroga in Sicilia.

Segnaliamo come questa notizia, diffusa attorno alle 17 sui quotidiani online, non era presente nelle scalette di quelli delle 19. 

Titoli per le testate Rai e Mediaset sul presunto vaccino contro i tumori sperimentato con successo nei centri di ricerca dell’Università di Magonza. Cecchi Paone si sofferma a lungo sulla notizia, parlando di “evento storico” per la medicina.

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili