“Complici degli scafisti”

I Tg di mercoledì 1 giugno – Aperture una volta tanto differenziate per l’informazione di serata. A tener banco sulle testate Rai sono l’appello lanciato dal Presidente della Repubblica all’unità, sia nazionale che europea, nell’affrontare l’emergenza migranti, e il confronto tra la Cei ed il Ministero degli Interni sui limiti dell’accoglienza (apertura anche per Tg4). Allo scambio tra Monsignor Galantino ed Alfano si aggiungono le sparate di Salvini, che arriva ad accusare il segretario della Cei di essere “complice degli scafisti”. Noi evitiamo di commentarle.

Le problematiche dell’accoglienza, presenti su tutte le testate, sono da Tg La7 riassunte con questa formula: l’Italia fa il suo dovere, nonostante la mancanza di una “ricetta comune europea”. Buono il servizio del Tg3 dal Cara di Pozzallo sul destino dei tanti profughi minori non accompagnati arrivati negli ultimi giorni.

A quattro giorni dalle elezioni amministrative, la tensione resta alta in mancanza di elementi forti di confronto. Titolo per Tg1 e Tg5, apertura per Tg La7 che tratta dello scontro sugli 80 euro “restituiti”, argomento della scorsa settimana per Tg4, come dell’ “ultima lite elettorale” tra Grillo e Renzi. Sempre a proposito di M5S, nei giorni scorsi Fico, presidente della Vigilanza Rai, aveva lamentato il mancato rispetto della par condicio da parte del Tg1, definito da Fico il “Tg di Renzi”. L’intervista di oggi a Silvio Berlusconi (replicata in breve sul Tg2) sa di tentativo di recupero. Spazio alle amministrative anche su Tg2 e Tg5 , che si occupano dei candidati sindaci, rispettivamente, di Roma e Milano.

Titoli e servizi per l’inaugurazione del Tunnel del San Gottardo, il più lungo traforo ferroviario al mondo. Molta la retorica da parte dei leader europei presenti (Renzi, Merkel e Hollande) che elevano quest’opera a simbolo di una “Europa che rifiuta i muri”, anche se nei servizi – e con Mentana fin dai titoli – si sottolinea come l’opera sia, in realtà, di costruzione svizzera. Ma l’immagine è potente e piace.

Apertura solitaria per il Tg5 che dedica primo titolo e copertina alle falle della pubblica amministrazione incapace di pagare i crediti alle imprese. Si mantiene alta su Tg l’attenzione agli sviluppi sulla questione dei voucher.

Festeggiamenti anticipati su alcune testate (soprattutto su Tg4 e le testate Rai) per il 70esimo anniversario dal referendum che decretò la nascita della Repubblica Italiana. Tanti i servizi di approfondimento storico e le testimonianze di anziane donne che nel 1946, per la prima volta, poterono esercitare il diritto di voto (Tg4 vi dedica la seconda metà dell’edizione). Buono il servizio del Tg2 sul monumento del Vittoriano.

Le novità sul caso della ragazza uccisa e bruciata a Roma continuano ad occupare le aperture e i primi servizi delle testate più avvezze alla cronaca, e ottengono titoli anche sui Tg Rai. Titoli per i Tg delle 20 e Tg2 sulla morte del maresciallo dei carabinieri ucciso durante un’operazione antidroga in Sicilia.

Segnaliamo come questa notizia, diffusa attorno alle 17 sui quotidiani online, non era presente nelle scalette di quelli delle 19. 

Titoli per le testate Rai e Mediaset sul presunto vaccino contro i tumori sperimentato con successo nei centri di ricerca dell’Università di Magonza. Cecchi Paone si sofferma a lungo sulla notizia, parlando di “evento storico” per la medicina.

Ultime notizie
scuola italiana
Intervista

La Scuola sia baluardo di conoscenza, tolleranza e spirito critico: intervista a Paolo Pagliaro

L’istruzione in Italia è una roccaforte di valori come la conoscenza, il senso critico, la tolleranza, eppure rischia un declino simile a quello della Sanità pubblica. Sfide e opportunità per il futuro della Scuola italiana, nell’intervista a Paolo Pagliaro, Direttore agenzia giornalistica 9Colonne e autore televisivo.
di redazione
scuola italiana
isole
Osservatori

Nascita geologica e nascita giuridica delle isole: intervista a Niki Aloupi

La nascita geologica di un’isola non corrisponde necessariamente alla sua nascita giuridica: lo chiarisce ampiamente Niki Aloupi, docente di Diritto internazionale pubblico all’Università di Parigi- Panthéon-Assas, esperta di Diritto del mare, che offre una panoramica sulla situazione giuridica internazionale delle isole.
di redazione
isole
social
Società

È guerra totale contro la “trappola dei Social”

Le autorità statunitensi hanno cominciato a porsi domande sulla tutela dei minori rispetto all’utilizzo dei Social network. Un uso che, secondo una serie di studi condotti, è relazionato al peggioramento della salute mentale di adolescenti e ragazzi.
di cecilia sgherza
social
apprendimento
Istruzione

La vera inclusione scolastica è garantire buoni livelli di apprendimento per tutti

La Scuola italiana ha bisogno di una riflessione pedagogica e strutturale, e di formulare un’offerta formativa equa basata sull’apprendimento di livello per tutti. Intervista a Roberto Ricci, presidente Invalsi, che commenta i dati emersi dal Secondo Rapporto dell’Eurispes su Scuola e Università.
di Roberto Ricci*
apprendimento
educazione
Istruzione

Perché l’educazione è la causa delle cause. Per una pedagogia della Nazione

Il tema dell’educazione non è uno tra i tanti. Nella società della conoscenza rappresenta il settore decisivo del progresso e dell’innovazione. Eppure, assistiamo a una metamorfosi antropologica e ad una ibridazione tra virtuale e reale che necessitano di una base culturale fondata su un sistema educativo solido.
di Mario Caligiuri*
educazione
isole
Intervista

La condizione sociale e culturale nelle isole, intervista al Prof. Orazio Licciardello

Le isole come luogo geografico, sociale, economico nell’intervista al prof. Orazio Licciardello, Ordinario di Psicologia Sociale presso l’Università di Catania. Il principio di insularità è preceduto da quello di isolanità, una condizione a sé, un dato di fatto che presuppone da sempre un altrove.
di redazione
isole
scuola
Istruzione

La Scuola è una priorità che va oltre la politica

La Scuola italiana è stata oggetto di riforme di ogni governo avvicendatosi negli ultimi anni, senza riuscire a dare una vera impronta rispetto alla Riforma Gentile. Ma il ruolo della Scuola e della ricerca nel futuro del Paese è cruciale, e deve andare oltre i trend politici del momento.
di Gian Maria Fara*
scuola
nomadi digitali
Lavoro

Nomadi digitali, evoluzione in grado di generare opportunità di crescita

I nomadi digitali non rappresentano solo un cambio nella concezione del lavoro, bensì una opportunità di sviluppo delle zone rurali. Se il lavoro da remoto riguarda già il 36% dei lavoratori autonomi in tutta Europa, l’Italia può diventare méta per smart workers nelle molte aree interne e rurali a rischio spopolamento.
di redazione
nomadi digitali
scuola e università
Sondaggi & Ricerche

Scuola e Università, presentato il Secondo Rapporto dell’Eurispes

Il Secondo Rapporto Eurispes dedicato a Scuola e Università è stato presentato questa mattina. L’indagine evidenzia l’attualità di vecchie questioni irrisolte del nostro sistema scolastico, e individua sfide e obiettivi per il futuro secondo i docenti di scuola primaria, secondaria e delle università.
di redazione
scuola e università
web
Tecnologia

Una Costituzione per Internet per un web sicuro e inclusivo

Bisogna creare le condizioni per redigere una Costituzione per Internet, definendo un contratto sociale a difesa dei diritti dell’uomo nella società digitale. A tal proposito, la tecnologia non può farsi regolamentazione plasmando le nostre vite, sopravanzando la sfera del diritto.
di Massimiliano Cannata
web