L'opinione

Dal nostro inviato in Vaticano…

20

I Tg del 21 ottobre – L’esclusiva del Quotidiano Nazionale sul tumore benigno di Papa Francesco fa il giro del mondo ed è apertura per Tg2, Tg4, Tg5 e TgLa7. Nei servizi delle testate Rai in primo piano le smentite arrivate dal Vaticano, con i riferimenti all’ “intento manipolatorio”. Tg5 intervista il direttore del Quotidiano Andrea Cangini che conferma il tutto. Mentana presenta la notizia senza alcun commento e con una certa equidistanza tra le affermazioni giornalistiche e le smentite. La notizia è destinata in poche ore a sparire, o a divenire materia per dietrologi. Noi ci permettiamo una valutazione di tipo professionale. E’ vero che il rispetto per la privacy vale meno per le personalità di pubblica rilevanza, ma almeno nella sfera sanitaria ci vorrebbe maggiore rispetto, e non solo per il Papa. Oltretutto lo scoop risulta sgonfiato per ammissione stessa del Quotidiano Nazionale, che stamane ci ha assicurato che comunque Francesco non rischierebbe nulla di grave. E, allora, a prescindere dalla veridicità, perché pubblicare?

La legge di stabilità è apertura per il Tg1, che segnala il paradosso di una manovra tanto discussa e contestata anche se non ancora messa su carta e presentata alle Camere. Anche Mentana ironizza sulla manovra “che non c’è”. L’apprezzamento da parte della minoranza Pd all’Imu e la Tasi per castelli e case di lusso non rasserena completamente il clima interno, mentre le opposizioni legittimamente picconano la manovra.

Le dimissioni della sottosegretaria Barracciu, rinviata a giudizio per le “spese pazze” da consigliera regionale in Sardegna, sono apertura per Tg3 e secondo titolo per Tg1 e Tg2, e un po’ più in basso per TgLa7 e Tg4 (ma sempre nei titoli).

Ieri avevamo parlato di più di qualche eccesso nello spazio e nei toni dei Tg sulla vicanda del pensionato che ha ucciso un rapinatore nel milanese. Ci eravamo augurati che la Magistratura venisse lasciata lavorare in tranquillità, pur di fronte all’accusa di omicidio volontario che a primo acchitto “stona”. Stasera tutti i Tg riprendono le polemiche che già da ore popolano i talk – sempre alla ricerca di riempire spazi vuoti di buon senso, cultura e vera informazione – , ma i dubbi sulla dinamica della sparatoria si fanno evidenti. Da segnalare che la notizia “tira” fino al punto di essere titolo per tutte le testate. Tg4 vi dedica più di dieci minuti che non celano le novità degli inquirenti, ma si concentrano sulla necessità di arrestare i delinquenti, buttare la chiave, e espellerli se non italiani.

Il maltempo sparisce dai titoli ma resta alto nei servizi. I Tg Rai e La7 ritornano alle zone industriali di Benevento dove l’economia si è fisicamente impantata.

Per il secondo giorno consecutivo il sindaco De Magistris è nei titoli e nei servizi: ieri la doccia fredda della Consulta che ha respinto il suo ricorso sulla Severino, questa sera la sua assoluzione in appello per il processo sull’inchiesta Why Not.

Su profughi e immigrazione troviamo impegnati solamente Tg2 e Tg3, con quest’ultimo che presenta un toccante servizio su un altro bambino felicemente partorito dopo il soccorso in mare e che ha rischiato di nascere a bordo del gommone.

Il rosso Ferrari campeggia a Wall street, nel giorno della quotazione. L’orgoglio nazionale si accresce per i tricolore che lo accompagna. Marchionne e Elkan gongolano per il più 20% rispetto al prezzo di apertura. Gongolono anche i Tg: titoli pert tutti, con l’eccezione di Tg2.

Chiudiamo proprio con Tg2 che nell’approfondimento propone un inquietante analisi della retrocessione della democrazia in molti paesi. Lunghi servizi, analisi documentate e interlocutori preparati (Amnesty International). E’ raro vedere questo livello di approfondimento e di apertura in un Tg. Grazie, anche se il quadro offerto risulta tutt’altro che consolante.

Altre opinioni dell'Autore
Società

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione
Intervista

Educazione civica. Rusconi: “Manca una cabina di regia”

"L'educazione civica spesso non viene insegnata, qualche insegnante lo fa per propria buona volontà. Viene sottovalutato l’apprendimento delle norme e dell’ordinamento dello Stato, fatto soprattutto di comportamenti di rispetto".
di Valentina Renzopaoli