Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Politica

In cerca di coperture

Abolizione delle tasse sulla prima casa senza rincari sulle seconde, innalzamento del tetto dei tremila euro per l’uso del contante, mentre scendono da 22mila a 15mila i punti scommesse e i corner destinati alle slot machines. Sono queste le ultime novità del testo della legge di Stabilità. Misure che, però, non è ancora possibile leggere in quanto, a sei giorni dal varo in Consiglio dei ministri, il testo non è ancora giunto al Senato. Per Matteo Renzi, che difende l’impianto della sua manovra, si tratta di aspettare solo “alcune ore”. L’attesa, viene spiegato, è dovuta alla volontà del premier di voler rileggere a Palazzo Chigi con il proprio staff tutte le norme per poter limare il testo fino all’ultimo momento, prima di consegnarlo nelle mani di Sergio Mattarella. In particolare, secondo alcune indiscrezioni, l’impegno dei tecnici sarebbe ora concentrato sulle tabelle di copertura delle misure indicate nei primi testi. Coperture alle quali si starebbe lavorando con estrema precisione. Intanto l’esecutivo è stato scosso dalle dimissioni di Francesca Barracciu, sottosegretario ai Beni culturali. La politica sarda è stata infatti rinviata a giudizio con l’accusa di peculato aggravato dal gip di Cagliari per l’utilizzo dei fondi destinati ai gruppi del Consiglio regionale.

Al Senato inizierà l’esame degli emendamenti presentati al collegato ambientale. Il voto dovrebbe slittare alla settimana prossima. La commissione Bilancio non ha infatti finito di fornire il proprio parere sulle oltre 400 proposte di modifica presentate. Giuseppe Vegas, presidente della Consob, sarà audito dalla commissione Finanze nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea. Successivamente la Commissione porterà avanti le operazioni di voto sul decreto-legge che proroga i termini di adesione alla “voluntary disclosure” e cancella, tra le altre cose, la clausola di salvaguardia legata al reverse charge nella grande distribuzione che aumentava le accise sulla benzina. Sono stati già esaminati gli emendamenti fino all’inizio dell’articolo 2 ma non è stata approvata nessuna proposta di modifica; alcuni emendamenti sono però stati accantonati. Nel pomeriggio la commissione Industria porterà avanti l’analisi della Legge sul mercato e la concorrenza, provvedimento recentemente licenziato in prima lettura dalla Camera. Alle 14 le commissioni Sanità e Finanze esamineranno dei disegni di legge con cui si intende limitare la pubblicità del gioco d’azzardo.

Alla Camera si svolgerà il seguito della discussione sul ddl di conversione del decreto-legge con cui si intende regolamentare il diritto di sciopero dei dipendenti del ministero dei Beni culturali. Proseguirà poi la trattazione del disegno di legge delega sugli appalti. Saranno inoltre affrontate le mozioni in materia di autorizzazione alla commercializzazione e all’utilizzo dei prodotti fitosanitari e concernenti iniziative per rafforzare la cooperazione allo sviluppo a favore dei Paesi africani, anche nella prospettiva della riduzione dei flussi migratori. La commissione Affari costituzionali porterà avanti l’esame del disegno di legge di revisione costituzionale: tema in grado di riaccendere le tensioni tra i partiti. L’iter si è aperto ieri con la relazione di Emanuele Fiano (Pd), relatore del provvedimento. Il 28 e 29 ottobre sono previste le audizioni mentre il termine per gli emendamenti scade il 4 novembre. Le commissioni Ambiente e Agricoltura proseguiranno l’analisi del disegno di legge governativo sul contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato. Il professor Franco Cotana, ordinario di Fisica tecnica presso la facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi di Perugia, sarà audito dalla commissione Attività produttive nell’ambito dell’esame congiunto delle Comunicazioni della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni “Un ‘New Deal’ per i consumatori di energia” e “Avvio del processo di consultazione pubblica sul nuovo assetto del mercato dell’energia”. Il governo si presenterà in commissione Affari sociali per rispondere ad alcune interrogazioni sulla farmacovigilanza legata ai vaccini, sugli indennizzi in favore dei soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e da trasfusioni e sui contratti tra l’Agenzia italiana del farmaco ed alcuni soggetti esterni.

 

Ultime notizie
ecuador
Diritti umani

La crisi penitenziaria in Ecuador e la risposta internazionale

Il governo ecuadoriano ha chiesto assistenza tecnica internazionale per fronteggiare un sistema carcerario e penale al collasso. La risposta Ue è arrivata attraverso il programma EL PAcCTO, che fornisce assistenza tecnica allo scopo di rafforzare il sistema penitenziario in Ecuador.
di Giovanni Tartaglia Polcini
ecuador
falcone e borsellino
Criminalità e contrasto

Falcone e Borsellino, l’eredità dei giusti

Nel trentennale delle stragi, lo sguardo è rivolto al futuro non meno che al passato. I tempi complicati che viviamo, per la forte disillusione sulla giustizia, ci interrogano nel profondo: qual è la forza attuale del mito? Quell’esempio di rigore morale e correttezza giuridica riscatta l’istituzione dalle sue mancanze e indica la strada da seguire.
di Angelo Perrone
falcone e borsellino
riassetto dei poteri
Diritto

Il riassetto dei poteri

Il tema del riassetto dei poteri è al centro dell’attuale dibattito ed è strettamente collegato con le prospettive di una riforma della giustizia. L'ex magistrato Vincenzo Macrì fa alcune considerazioni partendo da un articolo a firma di Luciano Violante.
di Vincenzo Macrì
riassetto dei poteri
Economia

Fondi per il PNRR, erogata la prima rata: il punto della situazione

Un importante traguardo è stato raggiunto lo scorso 13 aprile, quando è stata erogata la prima tranche di pagamenti per il PNRR. Sono stati versati 21 miliardi di euro che si aggiungono al pre-finanziamento ottenuto lo scorso anno.
di Claudia Bugno*
precarietà
Attualità

Che cosa significa, oggi, vivere la dimensione della precarietà

La precarietà si afferma come la base esistenziale del vivere contemporaneo. Precarietà in termini lavorativi, come conseguenza delle crisi economiche; precarietà delle relazioni, accentuate dagli effetti della pandemia sulla salute mentale e sui legami di comunità; precarietà geopolitica e ambientale di un mondo minacciato da guerre e disastri ambientali.
di Giuseppe Pulina
precarietà
Rebibbia carcere
Attualità

Rebibbia, storie di vita dal carcere per affermare la funzione rieducativa della pena

A Rebibbia le storie di vita dal carcere femminile nel report del Servizio Analisi Criminale centrale: oltre alle analisi sui fenomeni criminali, viene ribadita la funzione rieducativa della pena tra sicurezza e trattamento.
di redazione
Rebibbia carcere
ricerca e sviluppo
Economia

Ricerca e Sviluppo (R&S) nell’area OCSE: la risposta alla crisi pandemica

La spesa in Ricerca e Sviluppo (R&S) nell’area OCSE è cresciuta dell’1,8% nel 2020. Nonostante il forte calo dell’attività economica determinata dalla pandemia da Covid-19, le economie dell’OCSE hanno quindi continuato ad investire in ricerca e sviluppo nel 2020.
di Cecilia Fracassa
ricerca e sviluppo
legal design
Economia

Il legal design: una nuova prospettiva di accessibilità e democratizzazione del linguaggio giuridico

La finalità antropocentrica del legal design I principali linguisti italiani evidenziano da anni che il linguaggio utilizzato dalle Istituzioni è distante anni luce...
di Andrea Strata e Alessandro Colella
legal design
react-eu
Italia Domani

REACT-EU: potenziate le risorse per il Mezzogiorno

Il REACT-EU, tra gli strumenti finanziati dal Next Generation EU, costituisce la seconda componente di origine europea all’interno del PNRR con cui...
di Claudia Bugno*
react-eu
guerra
Internazionale

Le guerre dimenticate, non meno feroci di quella in Ucraina

Come mai guerre atroci e lunghissime come quelle nel Tigrai, nello Yemen, in Siria, in Mali, non hanno ascolto nella politica italiana ed europea e trovano pochi spazi nei media? Perché non sconvolgono la sensibilità delle persone come invece sta accadendo per il conflitto in Ucraina? Lo stesso vale, del resto, per altre crisi estreme che provocano migliaia di morti e schiere enormi di profughi.
di di Emilio Drudi e Marco Omizzolo
guerra