Un calcio alla decenza e alla cultura

I Tg di giovedì 19 febbraio
Tutte le testate, con l’eccezione di Tg3, aprono con lo scempio nel centro di Roma ad opera degli holligans olandesi nella Capitale per un incontro di calcio. Per Tg4 e Studio Aperto questo è il piatto (quasi) unico di serata, con il secondo che addirittura anticipa l’edizione con una straordinaria.
A parte questi eccessi, per contrasto la scelta del Tg diretto da Bianca Berlinguer che ha dedicato, si, un titolo, ma affronta la cronaca dopo 20 minuti di edizione, ci è sembrata sbagliata. Le immagini trasmesse da tutti sono infatti eloquenti quanto avvilenti per la coscienza civile, e lo scempio della fontana della Barcaccia a Piazza di Spagna ad opera di (alcuni) civilissimi olandesi ha generato un servizio addirittura irato su Tg2, per il quale il rigore dei nord europei contrasta nettamente con l’ignoranza e l’idiozia universalmente diffuse, a nord come a sud.
Sempre a proposito di nord e sud, l’accettazione da parte di Tsipras delle condizioni della innominabile troika per ottenere una proroga dell’assistenza finanziaria per le disastrate casse greche (apertura per Tg3), rappresenta un esito prevedibile. Meno prevedibile è l’evidente contrasto, riportato dalle maggiori testate, in terra tedesca tra la disponibilità della Merkel e la chiusura di Shauble. All’incontro dei ministri finanziari convocato d’urgenza per domani si vedrà quale linea avrà il sopravvento.
L’Ocse che promuove le riforme di Renzi vede quantomeno rosa-pallido per il Paese, in contrasto con i dati odierni dell’Istat che parlano tra l’altro di una famiglia su 4 che vive in povertà e 2 milioni e mezzo di giovani tra i 15 e i 30 anni che non studiano e non lavorano. Attenzione diffusa, con tanto di slide e cifre, per quasi tutte le testate.
La politica continua a rimanere gradevolissimamente bassa; così il passaggio del milleproroghe con la fiducia è affrontato di striscio, così come il caos in Forza Italia, con i riflessi della ulteriore frattura tra Berlusconi e Fitto presenti su Rai e La7 ma, ovviamente, non su Mediaset. Divertente su Tg2 il siparietto di Romani che critica Brunetta per gli aggettivi (mostruose) con cui ha etichettato le riforme fino a ieri votate anche da Fi.
La Libia e l’Isis scendono nelle scalette, a testimonianza di una certa aleatorietà nella determinazione delle scalette. Poco spazio alla notizia del maggiore contributo europeo all’Italia per i profughi e dell’ampliamento dell’azione di Triton. Meglio poco che niente. Su Mediaset, visto che tutto fa brodo, c’è spazio per la provocazione di un gruppo di rom che si impadroniscono di un’auto della polizia e si divertono a fare caroselli intorno a un loro campo. La Rai ci spiega che quella non era una volante vera, ma una macchina di scena.
Attenzione su tutti per i funerali della neonata di Catania, e grande spazio agli audio avvilenti delle telefonate tra i medici della clinica e il 118 siciliano.
Anche Gino Paoli è presente su tutti, ma non per l’ultimo album ma per una presunta evasione fiscale legata all’esportazione di un paio di milioni nelle banche estere.
Tg1 e Tg2 meritoriamente ritornano sulla squallida vicenda già presente ieri relativa agli agenti penitenziari di un piccolo sindacato che sul web avevano gioito per il suicidio di un detenuto nel carcere di Opera. In 16 sono stati sospesi dal servizio. Almeno questo…
Alberto Baldazzi
Dati auditel dei Tg di mercoledì 18 febbraio 2015

Tg1 – ore 13:30 4.098.000, 22,65% ore 20:00 6.608.000, 25,15%.
Tg2 – ore 13:00 2.911.000,17,31 % ore 20:30 2.552.000, 9,07%.
Tg3 – ore 14:30 1.849.000, 11,03% ore 19:00 2.240.000, 11,12%.
Tg5 – ore 13:00 3.697.000, 21,80% ore 20:00 5.291.000, 19,91%.
Studio Aperto – ore 12:25 2.005.000, 14,45% ore 18:30 1.050.000, 6,41%.
Tg4 – ore 11:30 555.000, 6,92% ore 18:55 813.000, 4,08%.
Tg La7 – ore 13:30 644.000, 3,56% ore 20:00 1.515.000, 5,73%.

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
Last 20
Diritti umani

Last 20*: sono gli ultimi l’altra faccia del nostro Pianeta

“Last 20, gli Ultimi della Terra”, sono i 20 paesi più poveri al mondo, in contrapposizione a quelli del G20. La distanza tra questi due blocchi è abissale, e cresce di anno in anno, alimentata da crisi internazionali e guerre. Ai Last 20 è dedicato un Comitato e un ciclo di incontri.
di Tonino Perna** e Ugo Melchionda***
Last 20
idrogeno
Italia Domani

Idrogeno verde, alleato della decarbonizzazione dei processi industriali in Ue

In Europa e in Italia, i progetti legati all’idrogeno stanno crescendo in ogni ambito e rappresentano una soluzione per decarbonizzare i processi industriali e i comparti economici in cui la riduzione delle emissioni di carbonio è urgente e allo stesso tempo difficile.
di Claudia Bugno*
idrogeno
scuola paritaria
Scuola

Il contributo della scuola paritaria al sistema nazionale di istruzione: numeri, problemi, possibilità

La scuola paritaria in Italia accoglie 817.413 studenti in 12.096 scuole ogni anno, contribuendo al sistema nazionale di istruzione. Eppure, le scuole paritarie sono ancora escluse da sostanziosi finanziamenti e progetti del Ministero, anche quelli previsti dal PNRR.
di Elena Ugolini
scuola paritaria
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città