L'opinione

Europa: il cono d’ombra sul Mediterraneo

96

I Tg di martedì 26 maggio – Tg4 e TgLa7 condividono l’apertura sulle ombre e le contraddizioni della politica dell’ Europa sull’immigrazione; gli “stili” sono diversi ma le preoccupazioni assai simili. Malgrado l’impegno della Mogherini si profila infatti più di un passo indietro dalle aperture sulla condivisione del flusso di profughi, sia per quelli già in Italia che per il futuro. Solo eritrei e siriani sarebbero “meritevoli” di assistenza e asilo. Tg1 segnala la fuga di notizie su un non meglio identificato piano militare targato Ue per colpire gli scafisti.
Alla ricerca di buone notizie, sulle testate Rai grande spazio alle dichiarazioni del Governatore Bankitalia Visco che vede l’uscita dalla crisi e invita a perseverare sulle riforme: affermazioni che, certo, non sorprendono affatto, ma ugualmente campeggiano nei titoli.

Nei giorni scorsi su Tg e talk si è più volte discettato sull’elenco di “impresentabili” che la commissione bicamerale antimafia avrebbe dovuto rendere noto oggi. In realtà nessuno ha spiegato di cosa si tratta veramente, e la confusione è aumentata per il pasticcio dell’odierna fuga di notizie e dalla decisione di rimandare la pubblicazione a venerdì, praticamente “fuori tempo massimo” per il voto di domenica. Indiscrezioni o meno, i Tg inquadrano sia Renzi che Salvini mentre affermano che nelle rispettive liste sono tutti “presentabili”. I teleutenti con ogni probabilità non hanno capito niente.

La campagna elettorale produce su Rai i consueti siparietti “memoria” della par condicio, mentre Mediaset non prova neanche a dissimulare equilibrio, a base di Toti e Berlusconi a gogò.
Studio Aperto fa l’en plein di titoli di cronaca nera, ma forse neanche se ne rende conto. Tra i tanti “casi” trattati segnaliamo che le rivelazioni sulle presenza di delinquenti stranieri a fianco di quelli laziali negli scontri di ieri prima e dopo il derby, sono presenti un po’ su tutti, così come la vicenda dell’aggressione della magistrata al Tribunale di Lodi ad opera probabilmente di una squilibrata armata di un coltello introdotto con eccessiva facilità.
Uber “bloccato” per concorrenza sleale dal Tribunale di Milano è presente su tutte le testate che sottolineano la vittoria delle istanze dei tassisti ( almeno provvisoriamente). Solo Tg2 ci parla di una sconfitta: quella “per l’umanità” rappresentata, secondo il Segretario di Stato vaticano Parolin, dalla vittoria del referendum sulle nozze gay nella cattolicissima Irlanda.

Dati auditel dei tg di lunedì 25 maggio 2015

Schermata 2015-05-26 alle 23.56.46

Fonte:www.tvblog.it

Altre opinioni dell'Autore
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Società

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Legittima difesa, Urraro: “Tra Lega e M5S nessuna distanza”

“Nessuna distanza tra Lega e M5S sulla volontà di riformare la legittima difesa”. Il senatore pentastellato Francesco Urraro, membro della Commissione Giustizia spiega quali sono le “zone d'ombra” da chiarire per arrivare ad un momento di sintesi che contemperi le diverse esigenze.
di Valentina Renzopaoli