Febbre da voto

I Tg di giovedì 1 giugno – In una giornata in cui le scalette appaiono stipate dalle molte notizie interne, Tg La7 scompagina la sua e fa il punto sulla situazione nella capitale filippina di Manila, dove presso un resort adiacente l’aeroporto si è compiuto un nuovo attentato terroristico rivendicato dall’Isis. La notizia, ripresa dagli altri Tg delle 20 da metà edizione, viene trattata con maggior dettaglio da Tg2, che consultando un proprio esperto ripercorre il filo degli ultimi, atroci attentati del Daesh nel mese di Ramadam.

Tornando alle notizie “nostrane”, ad imporsi sui primi titoli è “lo strappo” tra Alfano e Renzi sull’onda contrasto sulla legge elettorale con soglia di sbarramento al 5%. Uno scambio aggravato dalle parole del deputato Pizzolante che accusa Renzi di aver chiesto più volte ad Alternativa Popolare “di far cadere Gentiloni fin da febbraio”, dichiarazioni non smentite da Alfano ma respinte da Renzi, intervistato sul Tg1. “Fine e di un matrimonio chiaramente d’interesse”, è la chiosa di Mentana.

Al voto, al voto! E da qui ecco M5S che annuncia primarie per giugno e Berlusconi che, in un videomessaggio sulle imminenti amministrative (presente sui Tg Mediaset e quelli delle 20), ipotizza che anche per le politiche non manchi molto. Iniziano così le analisi e le previsioni sui risultati, nonostante il testo non sia ancora uscito dalla commissione.

L’uscita degli Stati Uniti dagli accordo sul clima, attesa nei titoli dei Tg delle 20 e di Tg3, viene data in diretta dal Tg2 che dedica lunghi servizi alle conseguenze di un voltafaccia che vede l’America “sola contro tutti”. Molto critico il Tg3 che parla di “20 anni di diplomazia mandati in fumo”, mentre le altre testate Rai e La7 registrano la levata di scudi della Cina, primo paese inquinatore che ora si propone come difensore dell’ambiente, spalleggiato dalla Germania ed anche dal nostro Paese, che oggi si esprime nel discorso di Mattarella che, che nella cerimonia che anticipa la ricorrenza del 2 giugno, incentrato anche sulle vittime del terremoto e del terrorismo.

La buona notizia dell’aumento del Pil italiano, che avrebbe superato la fatidica soglia dell’1%, è in apertura per Tg1 e ha spazio su tutte le testate, che riprendono le richieste rivolte da Padoan alla Commissione Europea per un alleggerimento da 9 miliardi sui vincoli 2018. Nei titoli Tg3 ritorna sul rischio esuberi per i cantieri del’Ilva, mentre Tg La7 si diffonde sull’avanzamento del salvataggio di Monte Paschi, approvato da Bruxelles.

Per la cronaca, Tg5 ci sorprende con un’apertura, affiancata dalla copertina, sul fermo a Torino di un giovane rom 20enne che sarebbe il responsabile del rogo di Centocelle in cui, due settimane fa sono state uccise a Roma altre tre giovani rom, e che sarebbe stato anche lo scippatore della ragazza cinese finita travolta da un treno. Sempre a proposito di rom, Tg4 riprende sin dai titolo la protesta degli abitanti di un quartiere torinese contro i roghi appiccati nei campi a pochi metri dalle loro case. Sempre sul Tg di Mario Giordano, spazio al progetto della sindaca Raggi di sgomberare i campi rom della Capitale offrendo ai nomadi alloggi in case popolari grazie ai fondi europei, una soluzione che nel servizio non riscontra il favore dei molti intervistati.

Spazio in apertura su Tg3 alla denuncia di Save the Children sui 700 milioni di minori che nel mondo sono vittime di abusi e sfruttamento.

Segnaliamo in conclusione il titolo di Tg La7 alla morte di Ayse, combattente curda caduta a Raqqa e nota al pubblico italiano grazie ad un fumetto realizzato dall’artista Zerocalcare (ripresa nei servizi anche dai Tg Rai).

Ultime notizie
Criminalità e contrasto

Criminalità minorile e gang giovanili. I dati

Il Report “Criminalità minorile e gang giovanili”, il report realizzato dal Servizio analisi criminale è stato presentato questa mattina a Roma, presso la...
di redazione
Lavoro

La “mobilità circolare” dei giovani nell’area mediterranea

I giovani protagonisti del cambiamento Lo spazio Mediterraneo è un bene comune (“common good”) che appartiene a tutti gli Stati della UE ed...
di Avv. Angelo Caliendo*
Osservatorio sulla PA

Equo compenso o tariffazione?

Se solo il Codice dei Contratti fosse stato promulgato il 1° luglio 2023 (data della sua entrata in vigore) oggi non dovremmo affrontare questa spinosa questione, circa la portata e le modalità applicative della legge n. 49 del 21 aprile 2023 che ha introdotto “l’equo compenso” per i professionisti. Disposizione che di fatto modifica i criteri di aggiudicazione previsti nel Codice degli Appalti, vincolando il prezzo dei servizi professionali, o almeno così sembrerebbe.
di redazione
Intervista

Insularità, PNRR, fondi europei: il caso Sicilia

A più di un anno dall’introduzione nella nostra Costituzioni del principio di Insularità sono corrisposte politiche di sostegno e finanziamento delle attività necessarie a realizzare tale principio? Qual è l’incidenza dei fondi europei sulle attuali politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo delle isole? Ne abbiamo parlato con chi ogni giorno deve confrontarsi con la gestione di una realtà complessa come quella della città di Catania: l’ingegner Biagio Bisignani, Direttore URB@MET.
di redazione
corse
Intervista

L’insularità possibile: il caso Corsica. Intervista a Marie-Antoinette Maupertuis, Presidente dell’Assemblea corsa

La Corsica è uno dei modelli europei in merito all’insularità e alle iniziative intraprese per favorire la coesione territoriale e l’autonomia fiscale necessaria per l’economia corsa, dinamica ma gravata da una “crescita depauperante”. Ne parliamo con l’Onorevole Marie-Antoinette Maupertuis, economista e Presidente dell’Assemblea della Corsica.
di Daniela Pappadà
corse
corse
Osservatori

Insularité possible: le cas de la Corse. Entretien avec Marie-Antoinette Maupertuis, Présidente de l’Assemblée de Corse

Insularité possible: entretien avec l’Honorable Marie-Antoniette Maupertuis, Presidente de l’Assemblee de Corse.
di Daniela Pappadà
corse
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata
scuole italiane
Immigrazione

Scuola e cittadini italiani di domani

La questione della presenza degli stranieri nelle scuole implica un’ambivalenza di obiettivi: migliorare la qualità dell’istruzione a prescindere dalla discendenza, oppure comprimere il diritto costituzionale all’apprendimento. La scuola deve avere una funzione di istruzione e integrazione sociale.
di Angelo Perrone*
scuole italiane
insularità
Intervista

Insularità e perifericità: costi e correttivi nell’intervista al Prof. Francesco Pigliaru

L’insularità si lega spesso all’idea di una compensazione economica, ma bisogna distinguere tra condizioni di prima e seconda natura legate all’insularità, come spiega il Prof. Francesco Pigliaru nell’intervista dedicata al tema delle isole e della continuità territoriale.
di redazione
insularità