L'opinione

Goro – L’informazione sulle barricate

105

I Tg di martedì 25 ottobre – Le barricate di Goro e Gorino, lo scontro alla Camera tra M5S e Pd sugli stipendi dei parlamentari e quello Renzi-Ue sui rilievi alla italica legge di stabilità. Anche se in un ordine diverso, questi sono i temi che compaiono nei primi titoli e nei servizi di tutte le testate. A noi “osservatori” questa sera preme affrontare ampliamente il primo tema, mentre per gli altri due ce la caveremo con poco.

“Quando la realtà supera l’immaginazione”: la squallida protesta degli abitanti di Gorino contro l’arrivo in un ostello del piccolo borgo di 12 donne e 8 minori salvati dai barconi della disperazione qualche giorno fa, era qualcosa mai prima vista e nemmeno immaginabile, tanto più che il ricco comune del Delta del Po fino ad oggi di profughi non ne ha accolti neanche uno. In apertura per i Tg Rai, ma anche su 2 delle 3 testate Mediaset, e comunque alto nelle impaginazioni. Lo stesso Tg4 appare “scavalcato a destra” dall’azione degli agguerriti cittadini di Gorino. Mentana avverte il rischio che i contestatori – quasi tutti pescatori di vongole con le loro famiglie – vengano additati al ludibrio pubblico, mentre in realtà non sono più di tanto razzisti. Concordiamo, m allo stesso tempo ribadiamo l’aggettivo “squallido” riferito all’opposizione all’accoglienza di una ventina di disperati sfuggiti dalla guerra e alla morte, precisando che gli individui non sono intrinsecamente squallidi, ma che spesso lo diventano i lori comportamenti. In un mondo in cui la comunicazione non va molto per il sottile quando fa propri e amplifica slogan di scarso spessore e di pessimo gusto, una volta tanto permetteteci di risultare tranchant e di confermare che quella di Gorino è una delle più brutte pagine della recente cronaca italiana. Tg2 fa in tempo a dirci che il Sindaco davanti ai suoi cittadini ha ammesso la pessima figura e invitato a considerare che su un tema come quello dei disperati dei barconi, anche il suo piccolo comune dovrebbe fare la sua parte. Le reazioni della politica vedono un Alfano scatenato, e un prefetto di Ferrara abbattuto per la reazione della cittadinanza, mentre la Lega sta già costruendo altari agli “eroi di Gorino”.

Parlavamo poco sopra dei fin troppo facili slogan che l’informazione metabolizza senza accennare il minimo commento. Questa sera ci avrebbe fatto piacere ascoltare da qualche Tg che l’iniziativa di M5S sugli stipendi del parlamentari, e il conseguente “blocco” del Pd, altro non sono che schermaglie elettoralistiche. Nessuno lo ha detto, però. Lo stesso vale per le dure parole di Renzi sulla Ue, con annessa minaccia di veto al bilancio europeo se la Ue non farà passare la stabilità e non si impegnerà concretamente sul tema profughi. Anche qui trattasi di schermaglie secondo una sceneggiatura già vista, ma questo nessun Tg l’ha detto. Ieri avevamo notato come Mediaset si era lasciata sfuggire qualche pennellata di consenso al “muso duro” mostrato dal premier verso Bruxelles. Questa sera se ne deve essere accorta, e così lo scontro con la Ue non compare nei titoli.

Per il resto la “fiaba” dell’eredità del fondatore delle Esselunga Caprotti che beneficia per ben 75 milioni la storica segretaria, piace un po’ a tutti e conquista anche chi non ci spettavamo, ovvero il direttore di TgLa7.

Alberto Baldazzi

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Latte, Fara: “Strangolare legalmente un pastore in Sardegna è come costringere a pagare il pizzo alla mafia a Palermo”

È braccio di ferro tra i pastori sardi e i produttori di pecorino per definire il prezzo del latte ovino. Mentre il...
di Gian Maria Fara
Attualità

Sanremo, Montalbano e Mia Martini: record Rai. La “Mamma” e i suoi “figli degeneri”

Sanremo, Montalbano e Mia Martini: nel giro di pochi giorni la Rai ha incassato tre clamorosi successi di ascolti. Ma qual è il rapporto tra il servizio pubblico e gli italiani? I dati del sondaggio Eurispes pubblicati nel Rapporto Italia 2019.
di Raffaella Saso
Ambiente

Agromafie, un business da 24,5 miliardi di euro, in crescita del 12% rispetto al 2017

Il volume d’affari complessivo annuale delle agromafie è salito a 24,5 miliardi di euro con un balzo del 12,4% nell’ultimo anno. Presentato il 6° Rapporto Agromafie sui crimini agroalimentari in Italia realizzato da Eurispes e Coldiretti.
di redazione
Economia

La verità sulle banche. Da Etruria a Lehman al “caso Banca d’Italia”. I parte

Come funziona il sistema bancario, cos'è una crisi bancaria e cosa si intende per "fallimento" delle banche. Dalla Banca Etruria alla Lehman Brothers alle ultime polemiche sulla Banca d'Italia. Alberto Mattiacci intervista Giampaolo Gabbi. Prima parte
di Alberto Mattiacci
Economia

Nuovo mercato del lavoro: ecco quali sono i mestieri del futuro

Nell'era della rivoluzione digitale, i paradigmi dell’attuale mercato del lavoro cambieranno radicalmente nel giro di pochi anni e guai a non farci i conti quanto prima. Ecco quali sono i mestieri del futuro.
di Diego Sambucini
Informazione

Caligiuri: “Nell’età dell’incompetenza i Social danno spazio a legioni di imbecilli”

“La cifra di questo secolo è la disinformazione”. È netto il giudizio di Mario Caligiuri, autore del saggio "La società della disinformazione: per una pedagogia della comunicazione". L'intervista
di Alfonso Lo Sardo
Eccellenza

“Best Indipendent Think Tanks”, Eurispes tra i migliori nel mondo

Anche nell’edizione del 2018, l’Eurispes è stato inserito nella classifica dei 145 Istituti più importanti al mondo nell’elenco dei centri di eccellenza definiti come “indipendenti” - “Best Indipendent Think Tanks”
di redazione
Politica

Tra sovranità e “nostalgia del sovrano”. Il saggio del RI che apre la dicotomia “Sovranismo-Mondialismo”

Dalla distinzione tra sovranità e sovranismo parte Michele Prospero nel saggio pubblicato nel RI 2019 dell'Eurispes, in apertura della dicotomia Sovranismo-Mondialismo. La versione integrale.
di Redazione
Criminalità e contrasto

Schiavizzate e costrette a prostituirsi. Come funziona la tratta nigeriana

La tratta internazionale nigeriana a scopo di sfruttamento sessuale è un fenomeno che lega e attraversa molte città europee. Le donne vengono "arruolate" nei loro paesi d'origine e legate anche psicologicamente con riti voodoo.
di Marco Omizzolo
Politica

Qualipatia: le classi dirigenti sono le prime ad essere “malate”

Nel Rapporto Italia 2019, il presidente dell'Eurispes Gian Maria Fara, ha lanciato il neologismo "qualipatia". Attorno a questo concetto, ovvero al rifiuto o alla paura della qualità che sta contagiando la società, il nostro magazine ha deciso di aprire un dibattito.
di Massimiliano Cannata