Osservatorio TG

Governo – Partenza senza entusiasmo

I Tg di martedì 13 dicembre – Tutte le aperture sono, ovviamente, sulla fiducia alla Camera al governo Berlusconi, votata intorno alle 19,30. Le testate Mediaset, con Studio Aperto e Tg4 “irridono” la fotocopia del gabinetto Renzi, mentre Tg5 che è un po’ più istituzionale; quelle Rai risultano alquanto asettiche, mentre TgLa7 è attento ai numeri di domani al Senato e a segnalare il (momentaneo) addio dei verdiniani e le posizioni della sinistra Pd che chiede “discontinuità”. Su tutti gli scranni parzialmente orfani dei deputati delle opposizioni, e le critiche esplicite di Gentiloni ai 5 Stelle, “assenti” in un momento formalmente decisivo della vita democratica. Poco entusiasmo in Aula, così come nell’informazione tv.

Le dimissioni dell’Assessore Muraro, raggiunta da un invito a comparire della Magistratura romana, sono per quasi tutti secondo titolo, e appaiono come l’epilogo dei una brutta storia che si era iniziato a narrare nello scorso luglio. Il silenzio del Movimento è assordante, mentre il video della Sindaca Raggi che annuncia di averle accettate (ripreso da tutti) è asettico e inquietante come se provenisse da un’altra galassia.

La scalata ostile di Vivendi a Mediaset occupa ovviamente sulle testate “di casa” un grande spazio, sebbene in logica puramente “di promozione”, ma è “alta” anche su Rai e Mediaset, mentre il destino di Mps è sospeso in attesa della Consob che deve autorizzare l’ulteriore conversione delle obbligazioni in azioni, e attendere altri segnali dal mercato o l’intervento pubblico.

Segnaliamo velocemente che la condanna per gli scafisti del barcone affondato nell’aprile del 2015 a largo della Libia è presente su tutti, e lo stesso vale per la mega inchiesta sull’evasione fiscale legata ai big del gioco d’azzardo legalizzato che ha portato a 5 arresti, compreso l’ex parlamentare Pdl Laboccetta, che “riapre” anche la vicenda della casa di Montecarlo del cognato di Fini, con Mediaset che, a sua volta, “riapre” tutti i suoi vecchi file.

Su Tg1 compare l’intervista ad un invecchiato Gorbaciov che parla assai criticamente di Putin, mentre i conflitti d’interesse della squadra di Trump fin troppo “legata” allo stesso Putin, è nei titoli per Tg3.

Su Tg3, infine, spazio alle ulteriori vittime dei barconi e agli ultimi arrivi in Italia, e attenzione, condivisa ancora una volta con TgLa7, alla situazione di Aleppo dove all’avanzare delle truppe di Assad corrispondono ulteriori vittime tra i civili.

Alberto Baldazzi

Ultime notizie
Economia

Sindacato e cambiamenti globali: quale preparazione hanno i sindacalisti?

I sindacalisti di oggi hanno la preparazione e le competenze adeguate per rappresentare al meglio le esigenze dei lavoratori in questa fase...
di Marco Ricceri*
Internazionale

The task of politics is to be “regulating rooms” between the interests of finance and the society

The belief that the so-called European welfare state was an obstacle to the development of the modern market and that it was...
di Gian Maria Fara*
STATO
Metafore per l'Italia

La politica sia “stanza di regolazione” tra interessi di mercato e corpo sociale

Le esperienze recenti dimostrano che senza il suo sistema di welfare l’Europa non avrebbe retto all’urto delle crisi. Lo Stato e le Istituzioni hanno il compito di regolare ed equilibrare gli interessi del mercato e le esigenze del corpo sociale, non limitarsi all’esercizio di un ruolo esterno di vigili del mercato. Riaffermare tale posizione significa ripartire dalla crisi esistenziale generata dall’incertezza e riequilibrare i divari economici e di genere.
di Gian Maria Fara*
STATO
medicina
Recensioni

Da Ippocrate a Bill Gates, come la tecnologia ha cambiato la medicina

Il futuro della medicina è adesso. Fa il punto sullo stato dell’arte della tecnologia il nuovo libro del giornalista Claudio Barnini: Da Ippocrate a Bill Gates. Come la tecnologia ha cambiato la medicina. 
di redazione
medicina
Ue
Economia

La nuova proposta Ue di direttiva sul bilancio di sostenibilità “Corporate Sustainability Reporting Directive”

All’interno dell’Unione europea il dibattito sulle tematiche della trasparenza è senza dubbio ormai maturo ed esistono già regolamentazioni sulla rendicontazione non finanziaria che le aziende sono tenute ad applicare per essere in regola con gli obiettivi generali di sostenibilità
di Fabrizio Zucca*
Ue
Internazionale

Corruzione e nuove forme di infiltrazione nella Pa e nell’economia

A margine del 30° Forum Economico dell’Europa Centrale e dell’Est (Karpacz, Polonia - 7 al 9 settembre), nel panel dedicato alle prospettive...
di redazione
Gioia Tauro porto
Crescita

Porto di Gioia Tauro, una eccellenza italiana da promuovere

Il porto di Gioia Tauro è una eccellenza che si scontra con un territorio povero di infrastrutture e iniziative che dovrebbero invece contribuire alla creazione di una catena del valore nel territorio, generando ricadute positive sia a livello locale che nazionale.
di Antonio Testi*
Gioia Tauro porto
filosofia
Scuola

Tutti pazzi per la filosofia? La scuola si interroga sull’insegnamento negli istituti tecnici

Da Letizia Moratti all'attuale Bianchi, molti ministri dell'Istruzione si sono interrogati sul ruolo della filosofia e sul suo insegnamento nelle scuole, in particolare degli istituti tecnici. Del resto, nella riforma Gentile del 1929 essa già figurava come spartiacque e fondamento del sapere.
di Giuseppe Pulina
filosofia
Briefing

In Tunisia si gioca una partita ben più ampia

L’importanza della Tunisia La Tunisia in apparenza potrebbe sembrare un paese poco rilevante, ma è quello dove, nell’arco di un decennio, è iniziata,...
di Marco Carnelos*
legalità
Il punto a Mezzogiorno

Non può esistere legalità senza condivisione. Intervista al giudice Antonio Salvati

La legalità non può essere la risposta al timore della sanzione, bensì la condivisione di un precetto secondo Antonio Salvati, giudice del lavoro presso il Tribunale di Reggio Calabria e autore del romanzo Pentcho pubblicato da Castelvecchi editore.
di Maurizio Lovecchio
legalità