Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

Il setting del Quirinale

I Tg di lunedì 12 dicembre – Le edizioni delle 20 coincidono nelle loro aperture con la cerimonia del giuramento dei vecchi-nuovi ministri nel primo gabinetto Gentiloni nelle mani del Presidente Mattarella. Tutti i Tg seguono, ma Mentana fa la scelta forse più giusta: seguire già dai pre titoli e per 25 minuti la nascita del nuovo esecutivo introducendo e commentando i singoli ministri con e senza portafoglio, con l’obbiettivo rispettabilissimo di farli conoscere o farli riconoscere agli italiani.

La soluzione di una crisi iniziata formalmente 5 giorni fa porta con sé, in primo luogo, le reazioni delle opposizioni: FI “moderatamente” all’opposizione, Lega, FdI e M5S ben piantato al poligono di tiro che ha come bersaglio il “governo fotocopia”, la “presa in giro degli italiani” che però saranno “salvati” dalla discesa in piazza di Salvini e della Meloni. Nasce, dunque, un governo che tutti volevano e che nessuno voleva, mentre il Pd celebra la sua direzione che riproduce al momento le stesse posizioni che hanno caratterizzato la vita interna di un partito fieramente diviso. “E’ partito il congresso” commenta Tg La7, che si aprirà in pratica domenica con la riunione dell’assemblea nazionale.

Le figure ed i ruoli dei vecchi e nuovi ministri fanno dire allo stesso Gentiloni che si tratta “Di un governo nella continuità”. Molti si attendevano l’entrata ufficiale in maggioranza dei verdiniani, ma sono rimasti delusi. Su tutti i Tg “va in onda” il no irato di Verdini e Zanetti alla fiducia, giustificato con il riferimento alla “fotocopia”, ma in realtà motivato (secondo Tg1) dalla mancata presenza della compagine centrista tra i banchi dei ministri. Tg4 dimentica di essere un telegiornale e tenta l’avventura della satira con scarso successo e nessuna eleganza: su tutto l’irrisione della neo sotto segretaria alla Presidenza di Palazzo Chigi Maria Elena Boschi, “star luminosa del renzismo decaduta … ma ancora con tacco 12”.

Il tormentone intorno al destino di MPS si ripropone anche stasera con la conferma dell’opzione “mercato” ancora in piedi, anche se il confermato Padoan ha oramai pronta la carta di riserva. Presente su tutti i Tg il buon risultato in borsa che segue il tonfo di venerdì, e che porta Milano – unica in Europa – in positivo.

Meritoria attenzione sui Tg Rai ai nuovi sbarchi ed alle nuove vittime del Mediterraneo. Le immagini proposte da Tg3 sono particolarmente toccanti. Tg4 se la prende con il Tar del Friuli che ha annullato un provvedimento amministrativo locale che ordinava lo sgombero dei “bivacchi” dei richiedenti asilo che “bivaccavano” solo perché non avevano altro posto dove andare.

Chiudiamo sugli esteri con Donald Trump che, per così dire, “E’ vivo e lotta insieme a noi”, in questo caso sconfessando il discutissimo piano degli F35 che tante polemiche hanno creato anche in Italia, e che da qui al 2070 dovrebbero costare all’Occidente ben 1300 miliardi di dollari.

Ultime notizie
ecuador
Diritti umani

La crisi penitenziaria in Ecuador e la risposta internazionale

Il governo ecuadoriano ha chiesto assistenza tecnica internazionale per fronteggiare un sistema carcerario e penale al collasso. La risposta Ue è arrivata attraverso il programma EL PAcCTO, che fornisce assistenza tecnica allo scopo di rafforzare il sistema penitenziario in Ecuador.
di Giovanni Tartaglia Polcini
ecuador
falcone e borsellino
Criminalità e contrasto

Falcone e Borsellino, l’eredità dei giusti

Nel trentennale delle stragi, lo sguardo è rivolto al futuro non meno che al passato. I tempi complicati che viviamo, per la forte disillusione sulla giustizia, ci interrogano nel profondo: qual è la forza attuale del mito? Quell’esempio di rigore morale e correttezza giuridica riscatta l’istituzione dalle sue mancanze e indica la strada da seguire.
di Angelo Perrone
falcone e borsellino
riassetto dei poteri
Diritto

Il riassetto dei poteri

Il tema del riassetto dei poteri è al centro dell’attuale dibattito ed è strettamente collegato con le prospettive di una riforma della giustizia. L'ex magistrato Vincenzo Macrì fa alcune considerazioni partendo da un articolo a firma di Luciano Violante.
di Vincenzo Macrì
riassetto dei poteri
Economia

Fondi per il PNRR, erogata la prima rata: il punto della situazione

Un importante traguardo è stato raggiunto lo scorso 13 aprile, quando è stata erogata la prima tranche di pagamenti per il PNRR. Sono stati versati 21 miliardi di euro che si aggiungono al pre-finanziamento ottenuto lo scorso anno.
di Claudia Bugno*
precarietà
Attualità

Che cosa significa, oggi, vivere la dimensione della precarietà

La precarietà si afferma come la base esistenziale del vivere contemporaneo. Precarietà in termini lavorativi, come conseguenza delle crisi economiche; precarietà delle relazioni, accentuate dagli effetti della pandemia sulla salute mentale e sui legami di comunità; precarietà geopolitica e ambientale di un mondo minacciato da guerre e disastri ambientali.
di Giuseppe Pulina
precarietà
Rebibbia carcere
Attualità

Rebibbia, storie di vita dal carcere per affermare la funzione rieducativa della pena

A Rebibbia le storie di vita dal carcere femminile nel report del Servizio Analisi Criminale centrale: oltre alle analisi sui fenomeni criminali, viene ribadita la funzione rieducativa della pena tra sicurezza e trattamento.
di redazione
Rebibbia carcere
ricerca e sviluppo
Economia

Ricerca e Sviluppo (R&S) nell’area OCSE: la risposta alla crisi pandemica

La spesa in Ricerca e Sviluppo (R&S) nell’area OCSE è cresciuta dell’1,8% nel 2020. Nonostante il forte calo dell’attività economica determinata dalla pandemia da Covid-19, le economie dell’OCSE hanno quindi continuato ad investire in ricerca e sviluppo nel 2020.
di Cecilia Fracassa
ricerca e sviluppo
legal design
Economia

Il legal design: una nuova prospettiva di accessibilità e democratizzazione del linguaggio giuridico

La finalità antropocentrica del legal design I principali linguisti italiani evidenziano da anni che il linguaggio utilizzato dalle Istituzioni è distante anni luce...
di Andrea Strata e Alessandro Colella
legal design
react-eu
Italia Domani

REACT-EU: potenziate le risorse per il Mezzogiorno

Il REACT-EU, tra gli strumenti finanziati dal Next Generation EU, costituisce la seconda componente di origine europea all’interno del PNRR con cui...
di Claudia Bugno*
react-eu
guerra
Internazionale

Le guerre dimenticate, non meno feroci di quella in Ucraina

Come mai guerre atroci e lunghissime come quelle nel Tigrai, nello Yemen, in Siria, in Mali, non hanno ascolto nella politica italiana ed europea e trovano pochi spazi nei media? Perché non sconvolgono la sensibilità delle persone come invece sta accadendo per il conflitto in Ucraina? Lo stesso vale, del resto, per altre crisi estreme che provocano migliaia di morti e schiere enormi di profughi.
di di Emilio Drudi e Marco Omizzolo
guerra