L'opinione

Il “pasticcio” sui vaccini

106

I Tg di giovedì 11 maggio – Apertura per Tg1, Tg3 e Tg La7 sul “pasticcio del governo” sui vaccini. L’annuncio della ministra Lorenzin di un ddl pronto per la reintroduzione della vaccinazione obbligatoria per gli iscritti alle scuole pubbliche, cui seguono la smentita di Palazzo Chigi e la “contro-smentita” dell’entourage di Renzi, fa parlare Mentana di un incomprensibile “balletto” rispetto ad un’esigenza che le recenti vicende polemiche e la preoccupante crescita di alcune malattie infettive come il morbillo hanno reso sacrosanta.

L’altro tema del giorno, la legge elettorale, è alto sui Tg delle 20 ed apertura per Tg2, che è il solo a poter dare notizia del testo base depositato in serata. Il modello sarebbe quello di un “italicum bis” allargato al Senato, con alcune modifiche al momento confuse e contrastate. Tg5, nel riassumere gli scambi del giorno, parla di “ennesima confusione tutti contro tutti”, mentre le testate Mediaset minori rilanciano fin dai titoli i “paletti” di Berlusconi sul proporzionale e contro le preferenze.

Le previsioni di crescita di Bruxelles per l’Italia, che vede il Paese maglia nera per la crescita della eurozona e gravato da debito alto e instabilità politica, sono primo titolo per Tg5 e presenti ampiamente su Tg3 e TgLa7. Maggiore spazio sui Tg Rai, va all’odierno intervento di Gentiloni all’Enel con la difesa del Tap in una logica di sicurezza energetica.

Per gli esteri, Tg5 titolo e spazio nella parte alta dell’edizione alle ultime mosse dell’amministrazione Trump. Trova menzione più in basso, anche sui Tg Rai, il rilascio dell’attivista Yuri Gugliana, fermato in Russia nell’atto di consegnare una petizione a denuncia delle violenze nelle caserme cecene, che sarebbero state convertite in “campi di correzione” per cittadini omosessuali. Le proteste che proseguono in un Venezuela sempre più alla fame figurano in un solitario servizio del Tg3.

L’orrendo rogo di ieri nella periferia di Roma domina la pagina di cronaca, occupando l’apertura su Tg4 e Studio Aperto, che riportano sia gli sviluppi delle indagini che la solidarietà del quartiere ai parenti delle vittime. Più in basso nelle edizioni, ma ugualmente presenti su tutti, gli arresti di 5 trafficanti di uomini (titoli per Studio Aperto, Tg3 e Tg1), insieme alle dichiarazioni della Guardia Costiera che elogia l’operato delle ONG.

L’attenzione al rogo di Pomezia si ripropone sin dai titoli dei Tg delle 20. Restando in tema rifiuti, solo Tg1 torna sulla situazione ancora non risolta della spazzatura nella Capitale. Dopo tanto tempo, stasera ritorna la “strana coppia” Tg1-Tg4, che presenta titoli sull’odierna udienza del processo a Fabrizio Corona.

Ancora in tema di giustizia, la sentenza della Cassazione che nell’ambito di un caso di divorzio riconosce come criterio per il pagamento al coniuge non più il mantenimento del precedente tenore di vita, come ieri è presente e occupa la seconda parte di tutte le edizioni. Sempre a fine edizioni, quasi tutte le testata danno la riconferma di Malagò alla presidenza del Coni.

Altre opinioni dell'Autore
Intervista

Camilleri come Verga e Pirandello. “Il vigatese è italiano come la lingua dei Malavoglia”

Andrea Camilleri non è solo un caso letterario. È una figura poliedrica di intellettuale, capace di esprimere la corda universale della sicilianità, come hanno fatto i grandi della letteratura isolana: da Verga a Pirandello. Ne parliamo con Franco Lo Piparo, professore filosofia del linguaggio all’Università di Palermo.
di Massimiliano Cannata
Il punto

Regioni: tutte a statuto speciale

Occorre che lo Stato ritorni ad essere protagonista e guida del futuro degli italiani. Occorrerebbe riscoprire il senso di comunità e di...
di Gian Maria Fara
agricoltura

Mafia nei mercati ortofrutticoli. Sud Pontino epicentro della filiera criminale

Mafia nei mercati ortofrutticoli: quando la criminalità riesce a mettere le mani sui grandi mercati ortofrutticoli o sul sistema della logistica, condiziona l'intera filiera agricola italiana e internazionale. Si tratta di un avanzamento importante e pericoloso della strategia delle agromafie italiane.
di Marco Omizzolo
Intervista

Salvini e il bluff della crisi di “ferragosto”. Il Papeete è un format politico

Crisi di governo: Matteo Salvini protagonista del “mistero buffo” di Ferragosto. L'analisi di Aldo Cazzullo, cronista di razza, editorialista e firma di punta del Corsera. «Più passano i giorni, più l'azzardo di Salvini si rivela sempre più tale. La mia impressione è che abbia sbagliato i tempi».
di Massimiliano Cannata
Informazione

Comunità sostituite da “communities”. L’identità corre sui social

Ha un senso oggi parlare, nel nostro Paese, di comunità? Quand'é che un insieme di persone diventa una comunità e in quale circostanza perde questa sua connotazione?
di Alfonso Lo Sardo
Economia

Fed e Bce: la simmetria accomodante nelle politiche monetarie

Il mese di luglio ha registrato importanti segnali e decisioni riguardo le prospettive di politica monetaria sulle due sponde dell’Atlantico. Sia la Bce che la Fed hanno fornito elementi di valutazione delle prossime mosse in questo àmbito, sul fronte europeo, e una decisione concreta in casa americana.
di Antonio De Chiara
Istruzione

L’educazione civica torna sui banchi di scuola. L’Eurispes applaude

Con l’approvazione da parte del Senato del Ddl sull’introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica, la materia sarà reintrodotta nella scuola primaria e in quella secondaria. Al tema il magazine L’Eurispes.it ha dedicato una “campagna” di informazione e aperto un vero e proprio dibattito, consultando insegnanti, esperti di diritto e politici.
di redazione
International

Religione in Russia. Gli ortodossi praticanti sono solo il 3%. “Servono più sacerdoti”

Quanti sono i cittadini russi di religione ortodossa? Quanti i credenti-praticanti? Quale ruolo svolgono la Chiesa Ortodossa e l’associazionismo cristiano nella società russa? A queste domande ha messo un punto fermo una recente ricerca sociologica.
di Evpati Selov
International

Sudafrica, il Pil torna a volare. Ma la disuguaglianza alimenta l’immigrazione

I BRICS ospitano, in totale, circa il 42% della popolazione mondiale, ricoprono circa il 25% dell’estensione terrestre e il loro Pil ammonta...
di Bartolomeo Gatteschi
Cultura

Scuola e formazione. Italia, Paese delle riforme mancate

In Italia, i dati sulla dispersione scolastica, indice sensibile della qualità del sistema scolastico di una nazione, mostrano un generale miglioramento della...
di Roberto Bevacqua