L'opinione

Il “pasticcio” sui vaccini

83

I Tg di giovedì 11 maggio – Apertura per Tg1, Tg3 e Tg La7 sul “pasticcio del governo” sui vaccini. L’annuncio della ministra Lorenzin di un ddl pronto per la reintroduzione della vaccinazione obbligatoria per gli iscritti alle scuole pubbliche, cui seguono la smentita di Palazzo Chigi e la “contro-smentita” dell’entourage di Renzi, fa parlare Mentana di un incomprensibile “balletto” rispetto ad un’esigenza che le recenti vicende polemiche e la preoccupante crescita di alcune malattie infettive come il morbillo hanno reso sacrosanta.

L’altro tema del giorno, la legge elettorale, è alto sui Tg delle 20 ed apertura per Tg2, che è il solo a poter dare notizia del testo base depositato in serata. Il modello sarebbe quello di un “italicum bis” allargato al Senato, con alcune modifiche al momento confuse e contrastate. Tg5, nel riassumere gli scambi del giorno, parla di “ennesima confusione tutti contro tutti”, mentre le testate Mediaset minori rilanciano fin dai titoli i “paletti” di Berlusconi sul proporzionale e contro le preferenze.

Le previsioni di crescita di Bruxelles per l’Italia, che vede il Paese maglia nera per la crescita della eurozona e gravato da debito alto e instabilità politica, sono primo titolo per Tg5 e presenti ampiamente su Tg3 e TgLa7. Maggiore spazio sui Tg Rai, va all’odierno intervento di Gentiloni all’Enel con la difesa del Tap in una logica di sicurezza energetica.

Per gli esteri, Tg5 titolo e spazio nella parte alta dell’edizione alle ultime mosse dell’amministrazione Trump. Trova menzione più in basso, anche sui Tg Rai, il rilascio dell’attivista Yuri Gugliana, fermato in Russia nell’atto di consegnare una petizione a denuncia delle violenze nelle caserme cecene, che sarebbero state convertite in “campi di correzione” per cittadini omosessuali. Le proteste che proseguono in un Venezuela sempre più alla fame figurano in un solitario servizio del Tg3.

L’orrendo rogo di ieri nella periferia di Roma domina la pagina di cronaca, occupando l’apertura su Tg4 e Studio Aperto, che riportano sia gli sviluppi delle indagini che la solidarietà del quartiere ai parenti delle vittime. Più in basso nelle edizioni, ma ugualmente presenti su tutti, gli arresti di 5 trafficanti di uomini (titoli per Studio Aperto, Tg3 e Tg1), insieme alle dichiarazioni della Guardia Costiera che elogia l’operato delle ONG.

L’attenzione al rogo di Pomezia si ripropone sin dai titoli dei Tg delle 20. Restando in tema rifiuti, solo Tg1 torna sulla situazione ancora non risolta della spazzatura nella Capitale. Dopo tanto tempo, stasera ritorna la “strana coppia” Tg1-Tg4, che presenta titoli sull’odierna udienza del processo a Fabrizio Corona.

Ancora in tema di giustizia, la sentenza della Cassazione che nell’ambito di un caso di divorzio riconosce come criterio per il pagamento al coniuge non più il mantenimento del precedente tenore di vita, come ieri è presente e occupa la seconda parte di tutte le edizioni. Sempre a fine edizioni, quasi tutte le testata danno la riconferma di Malagò alla presidenza del Coni.

Altre opinioni dell'Autore
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli