L'opinione

Le parole sono importanti…

77

I Tg di venerdì 12 maggio – I Tg Mediaset aprono su quello che è difficile definire un attentato, ovvero l’esplosione di un piccolo ordigno artigianale nel parcheggio interno di un ufficio postale al centro di Roma. Nessun ferito, quasi nessun danno. Un fatto, certo, inquietante, che gli inquirenti stanno valutando, ma lo spazio che riceve su alcune testate è senz’altro frutto della tensione e delle paure da “attentato”. Non a caso sulle altre testate compare solo in un titolo “basso” di Tg1.

L’apertura per Rai e La7 è dedicata alla polemica interna al governo sul ddl per l’obbligo dei vaccini per l’iscrizione scolastica. Una tempesta innescata ieri pomeriggio che, però, si è risolta in un bicchier d’acqua, viste le odierne assicurazioni di Gentiloni sulla sua calendarizzazione in cdm il prossimo venerdì. In realtà a soffiare su un fuoco alquanto fatuo è stato sempre ieri l’intervento di Renzi, e l’attenzione (eccessiva) dei media anche in questo caso è frutto di una dipendenza tutt’altro che apprezzabile dal citazionismo politico. Immaginare nel Pd e nel governo delle divisioni sul tema vaccina, non sta infatti né in cielo né in terra. Sulle testate Rai si coglie comunque l’occasione per trasmettere buoni servizi sulla storia dei vaccini e sulla loro essenzialità.

Restando al citazionismo dei politici, un’altra uscita sconclusionata è stata nei giorni scorsi quella della Pd Serracchiani sui reati orribili (gli stupri) che se commessi da richiedenti asilo sarebbero ancora più orribili. Subissata di critiche trasversali e dalla sua stessa area politica, conquista titoli su Tg4 e TgLa7 e la copertina su Tg5. Quest’ultima è particolarmente azzeccata, perché analizza gli strafalcioni dell’intero arco politico e chiama in campo il Moretti di Palombella Rossa che gridava “le parole sono importanti”.

Il G7 della finanza di Bari è seguito soprattutto dai Tg rai, e inquadra il padrone di casa Padoan quasi raggiante per l’avanzamento del percorso internazionale per realizzare la webtax.

Per la cronaca l’informazione di serata è divisa tra l’attesa per la sentenza della Cassazione sulla Concordia ( testate delle 19) e il commento alla conferma della condanna a 16 anni per Schettino ( edizioni delle 20). Altra grave notizia trasversalmente affrontata sono gli arresti a Lecce per ruberie e truffe sui fondi del Viminale per gli sportelli anti-usura. In carcere o ai domiciliari i vertici dell’associazione anti-racket, funzionari e dirigenti politici del Comune. Nei titoli per Tg3.

Giusto in tempo per i Tg Papa Francesco è giunto a Fatima, e il viaggio per la canonizzazione dei pastorelli è presentato e seguito da quasi tutti.

Per gli esteri continua l’attenzione ai tweet di Trump e al suo braccio di ferro con il capo dell’Fbi appena cacciato e che oggi è stato in pratica “minacciato” in relazione alle dichiarazioni che potrebbe rilasciare. Nei titoli su Tg2 e TgLa7 un inquilino della Casa Bianca per un verso coreografico, per l’altro assai preoccupante.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani