L'opinione

In attesa di diritti …

31

I Tg di giovedì 17 marzo – I risultati del terzo vertice sull’immigrazione in un mese arriveranno (forse) domani, e l’attesa è in apertura per Tg1, Tg3 e Tg5. Intanto si riapre la rotta libica segnalata con toni preoccupati da TgLa7 e Tg5, con poco meno di 2.000 profughi salvati nelle ultime ore. Su tutti i Tg ampio spazio alle dichiarazioni di Renzi che invita a non cedere alla Turchia “senza condizioni” ma, allo stesso tempo, rivendica che l’eventuale accordi sui 6 miliardi ad Ankara significherà analoga disponibilità europea verso i profughi in arrivo in Italia. Molti i collegamenti dalla Macedonia. Gli inviti all’accoglienza di Mattarella dall’Africa li troviamo in un titolo del Tg2 e nei servizi di Tg1 e Tg5.

Ieri avevamo parlato di “minaccia quotidiana”, e anche stasera su Tg1, Tg3, Tg5 e TgLa7 troviamo titoli sulla decisione tedesca di chiudere temporaneamente le proprie rappresentanze diplomatiche in Turchia per il rischio di attentati contro propri cittadini.

Il caos del centrodestra è ormai consumato su Roma e Torino, e anche Mediaset parla di strappo, mentre tutti gli altri sottolineano che la battaglia è chiaramente per la leadership della destra. Tg3 ospita lungamente in diretta la Meloni. Spazio su tutti, ma maggiore su Mediaset e su La7, alle divisioni interne al Pd sul referendum del 17 aprile sulle piattaforme petrolifere e sulla figura di Verdini, condannato oggi in primo grado a 2 anni. Mentana addirittura vi apre, mentre la notizia è sotto tono su Mediaset. L’altra condanna “del giorno”, quella in appello a ConfalonierI e Pier Silvio Berlusconi nel processo Mediatrade, è nei titoli su Tg1 e Tg3, mentre Tg4 se la cava con il comunicato ufficiale di Mediaset.

Tg4 (apertura) e TgLa7 danno ampio spazio alle lettere arancioni inviate da Boeri ai futuri pensionati, forse nella consapevolezza che il target di riferimento della televisione è costituito da chi in pensione ci sta, o spera di esserci in un prossimo futuro.

La corruzione sull’altra sponda dell’Atlantico riecheggia atmosfere a noi note, tanto più se riguarda i vertici istituzionali di un grande paese come il Brasile. Le intercettazioni tra Roussef e Lula (a rischio arresti) nominato ministro per sfuggire alla giustizia ordinaria, fanno il giro dei Tg e Su Tg2 sono in apertura. Mentana profetizza l’imminente fine politica di entrambi i personaggi.

In chiusura segnaliamo l’interessante approfondimento di Tg2 sulla sicurezza alimentare.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione