Osservatorio TG

L’ uragano di ottobre

I Tg di venerdì 7 ottobre -Aperture per tutti, con l’eccezione di Studio Aperto, sulle devastazioni dell’ uragano Matthew che ha fatto più di 800 vittime ad Haiti e che ha “toccato terra” in Florida. Vengono riproposte le immagini del terremoto del 2010 nell’isola caraibica, “bissate” da quelle dei villaggi devastati degli ultimi due giorni. E’ probabile che nelle prossime ore assisteremo a dirette e speciali sugli effetti dell’uragano sulla east cost statunitense.

Per la politica, Tg5 esordisce con la rissa in casa Pd, Tg1 con anticipazioni sulla manovra (buono famiglie), TgLa7 con le polemiche per l’endorsement di Juncker a Renzi, mentre Tg2 predilige le assoluzione di Marino e di Cota per “scontrinopoli”. TgLa7 fa di più, ospitando in studio e “a caldo” l’ex sindaco della Capitale. Anche Mentana ci mette il suo: introducendo Marino riconosce che le sue vicende politiche e giudiziarie hanno campeggiato per mesi nei principali mezzi di informazione, e che conseguentemente è giusto ascoltarlo nel giorno della sua assoluzione. Titoli anche per gli altri maggiori Tg e servizi “in tandem” con l’assoluzione di Cota. In generale il tema referendum viene trattato con una vetrina di personalità per il no cui si contrappongono gli interventi del Premier Renzi.

Tg1 presenta un’intervista al leader di destra austriaco Hofer, possibile nuovo presidente nel ballottaggio del 4 dicembre. Toni moderati, “niente muri” al Brennero: un perfetto doppio petto.

Sui teleutenti di serata “piomba” la notizia del Nobel per la pace al Presidente della Colombia Santos, artefice della pacificazione con i guerriglieri delle Farc. Abbiamo usato il verbo “piombare” perché non è che in genere i nostri Tg abbandono di notizie e approfondimenti di carattere internazionale, tanto più per paesi ed aree non “centrali”.

Tg2 ci ricorda che 10 anni fa è stata uccisa la giornalista Politkovskaya, mentre Tg3 presenta la Marcia della Pace Perugia Assisi di domenica prossima.

In chiusura, segnaliamo la nuova campagna di “sensibilizzazione” portata avanti dal Tg4 nei confronti di una baraccopoli illegale di clandestini nel nord Italia, una volta tanto con noti critici per le condizioni in cui vengono tenuti i profughi. Stasera il direttore Mario Giordano ha voluto “scrivere in diretta” una “cartolina” al Ministro degli Interni Alfano, invitandolo a fare arrivare qualche segnale d’interesse per “risolvere la situazione”. Sempre Tg4, a latere di un lungo promo di rete sul ritorno di Vanna Marchi in Tg, lascia la parola a Rosario Trefiletti di Federconsumatori che ci ricorda come il mercato della cartomanzia in Italia goda di giri di alcuni miliardi di euro l’anno.

Ultime notizie
Economia

Terzo settore, al via il Master per formare i nuovi manager del Welfare

Partiranno a febbraio i colloqui di selezione per il Master di II Livello “Terzo Settore, Innovazione Sociale e Governance dei Sistemi Locali di...
di redazione
mauro ceruti
Cultura

Nel mondo interconnesso la fraternità può rifondare la geopolitica: a colloquio con Mauro Ceruti

A colloquio con Mauro Ceruti, professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e direttore della PhD School for Communication Studies Università IULM di Milano.
di Massimiliano Cannata
mauro ceruti
Economia

Cantieri di legalità. PNRR, un banco di prova

Il 2021 si è concluso con un primo successo nell’ambito dell’ambizioso Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza (PNRR), con il raggiungimento...
di Roberto De Vita* e Marco Della Bruna
PNRR borghi
Futuro

Aree marginali nel PNRR: il rilancio parte dai borghi

Il PNRR presenta investimenti e riforme puntuali in aree marginali ben definite, come il Piano Nazionale per la valorizzazione dei borghi. L’investimento si origina dalla considerazione che tanti piccoli centri storici italiani rappresentano un enorme potenziale per un turismo sostenibile alternativo.
di Claudia Bugno*
PNRR borghi
third sector
Internazionale

Third sector: the new pillar to start again

Change is a natural consequence of crises, especially when they are global in scope. The Covid-19 pandemic hit people hard in all...
di Ida Nicotera*
third sector
urne elezioni libia
Briefing

Dalle urne ai proiettili. Libia, tutto da rifare

Dalle urne elettorali alle urne funerarie in Libia il passo è breve. Sfumano le speranze di una transizione democratica indolore. A decretare...
di Francesco Bechis
urne elezioni libia
terzo settore
Internazionale

Terzo settore: il nuovo pilastro da cui ripartire

Il Terzo settore ha fornito un contributo essenziale e si è posto come “faro” nella gestione dell’emergenza. Esperti e studiosi di Russia e Italia hanno affrontato, in un recente incontro, il tema della collaborazione tra i due paesi riguardo al Terzo settore e alla sostenibilità.
di Ida Nicotera*
terzo settore
PNRR
Economia

L’attuazione del PNRR e la prevenzione delle attività illecite

Garantire un’efficiente ed efficace attuazione del PNRR significa anche agire al fine di prevenire possibili infiltrazioni criminali e frodi, corruzioni e attività illecite nell’utilizzo delle risorse.
di Claudia Bugno*
PNRR
metaverso
Economia

Le regole giuridiche del metaverso e la tassazione degli NFT

Gli ordinamenti giuridici dovrebbero regolamentare le imprese attive nel metaverso, in particolare nella gestione fiscale di NTF, trovando nuove soluzioni normative in termini di privacy, diritti di proprietà intellettuale ed industriale, ed anche di fisco.
di Giovambattista Palumbo*
metaverso
europa
Immigrazione

In Europa troppi immigrati? Il 40% dei cittadini è favorevole a innalzare muri

L’Europa alza i suoi muri verso il mondo esterno, non solo per la pandemia: il 40% dei cittadini europei è favorevole alla costruzione di muri alle frontiere, mentre 6 su 10 pensano che in Europa ci siano troppi immigrati.
di Roberta Rega
europa