L'opinione

La cabala dell’ occupazione

99

I Tg di martedì 31 maggio – Se ieri avevamo parlato di aperture “forse inevitabili” in relazione al femminicidio di Roma, segnalando la scelta tanto trasversale quanto scontata, questa sera corre l’obbligo di sottolienere che si confermano le tradizionali linee editoriali, con le testate Mediaset che tornano nella prima parte delle edizioni sulla ragazza bruciata viva dall’ex fidanzato. Intendiamoci: non è che parlare di violenza contro le donne, di stalking e di femminicidi, sia “campato in aria”, ma certo educare il proprio pubblico a base di adrenalina da cronaca criminale non fa bene ai tessuti del Paese.

Le testate Rai aprono sui dati dell’ occupazione : “fotografia contrastante” per Tg2, che poi spiega l’arcano dell’aumento degli occupati e, al contempo, della percentuale dei disoccupati. Nel merito ci sentiamo di ipotizzare che l’origine della confusione stia nel combinato-disposto del linguaggio poco chiaro delle istituzioni preposte (Istat) e della scarsa capacità di metabolizzazione delle redazioni di economia di tv e giornali. Se poi si aggiunge che qualcuno “ci mette del suo”, ecco il caso dei Tg Mediaset che enfatizzano i dati in meno, e tralasciano quelli con il più. Sempre per l’economia, titoli per quasi tutti sulle ricette di Visco sul cuneo fiscali, approfondite da TgLa7 e Tg3.

Lo screening della Commissione Antimafia sui candidati delle amministrative è presente nei titoli per tutti, ma i servizi vanno via veloci, forse perché i 14 candidati definiti “impresentabili” sono nelle liste civiche. Sempre per la politica, spazio all’intervento di Renzi, cui le testate affiancano quello di Berlusconi. La7 segnala la denuncia di Fico, Presidente M5S della Commissione di vigilanza, che ha accusato Tg1 di essere “il Tg di Renzi”, con conseguente baruffa sulla par condicio.

Molto spazio all’immigrazione e in particolar modo alla situazione a Ventimiglia su tutte le testate (titolo per Tg3). Tg5 raccoglie gli interventi di Salvini e Casini. I Tg Rai si soffermano sulla nuova “foto simbolo” del bambino affogato il cui corpo è stato raccolto dai soccoritori, fata circolare volontariamente da Sea Watch per “dare un volto” alle sciagure della scorsa settimana, ampliamente riprese anche da Tg4.

Chiudiamo segnalando l’approfondimento del Tg2 sul mondo volontariato e del terzo settore, a pochi giorni dall’approvazione della legge che lo ha riformato: una delle rare aree in cui il Paese presenta record positivi.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Malaffare e politica, Franco Roberti: “Legame con la mafia ancora profondo”

Dal grande progetto di “videosorvegliare” Napoli e le sue periferie, al macrotema dell’immigrazione, a quello sulla legittima difesa; e poi il terrorismo e i pericoli per l’Italia. Intervista a 360 grandi a Franco Roberti
di Valentina Renzopaoli
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Immigrazione

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo