L'opinione

“L’emergenza dell’ emergenza ”

84

I Tg di venerdì 30 giugno – “L’emergenza dell’emergenza”, ovvero i dati del fenomeno migratorio e degli sbarchi di profughi, rimane altissima su tutte le testate, raccogliendo le aperture dei Tg delle 20.Tra la cronaca degli arrivi e collegamenti da molti centri ormai al collasso, l’attenzione nei servizi si rivolge al prossimo vertice di Tallin, con Tg4 convinto che “l’Europa ci prende in giro”, ossia che il prossimo vertice non porterà a nulla di concreto, mentre le testate Rai sono più inclini a ritenere che gli aiuti già promessi al nostro Paese da Bruxelles arriveranno. Sempre in tema migrazioni, i Tg Mediaset rilanciano un intervista a Berlusconi del Corriere, con il leader di Forza Italia che rivendica i successi del “suo” centrodestra nel contrastare il fenomeno ( quando, però – aggiungiamo noi – non c’erano state le primavere arabe e non era scoppiata la guerra in Siria). In un quadro che oramai mette insieme capre e cavoli, ovvero i flussi migratori, i profughi dei barconi, gli extracomunitari che vivono e lavorano in Italia da anni, si inserisce il brutto episodio di razzismo, che ha visto a Roma un 52enne di origini bengalesi (e nazionalità italiana) venire picchiato da 4 ragazzi italiani perché aveva legittimamente ottenuto una casa popolare per sé ed il figlio disabile.

Completando con oggi il ciclo delle nostre analisi per la stagione 2016/2017, l’Osservatorio non può che rimarcare che la costante di un intero anno di informazione mainstream è stata rappresentata proprio dai temi dei profughi e dell’immigrazione. Centrali non solo nel dibattito politico ma, come si è visto nei recenti ballottaggi, anche per orientare il voto degli italiani.

La politica si colloca a metà edizione, con il Pd che affronta le proprie spaccature interne, mentre il centrodestra è ancora impelagato sul tema della leadership. Segnaliamo l’intervista, in chiave però “governativa”, del Tg1 al presidente Gentiloni che parla della ripresa economica che sta ingranando una marcia accettabile, come dimostrato dagli odierni dati sul potere d’acquisto delle famiglie che torna a crescere (a metà edizione per quasi tutti).

La complessa e drammatica vicenda del piccolo Charlie, che ha visto anche la Corte Suprema Europea riconoscere ai medici la facoltà di spegnere le macchine che lo tengono in vita, resta altissima nelle scalette (primo titolo per Studio Aperto e Tg2), con Tg4 e Tg1 che rendono evidente, l’uno con un mini editoriale, l’altro con il commento di una scrittrice, la loro condivisione della posizione dei genitori che vorrebbero quantomeno che il figlio morisse a casa.

Per la cronaca su tutte le testate en plein per l’avvio del processo d’appello del caso Gambirasio, per le richieste di condanna per la morte della bambina di Caivano, e per l’evasione del 57enne ergastolano Giuseppe Mastini, più noto alla cronaca come “Johnny lo zingaro”. Tg4 stasera ci storcere il naso presentando prima un servizio sul comportamento “da star” dell’imputato Bossetti, cui però fa seguire una riflessione sul “far parlare di sé” proprio delle personalità famose o sportive, quasi che l’informazione dei Tg non avesse un ruolo e, addirittura, una complicità in questo fenomeno, così come nell’epopea dei tanti “casi criminali”.

Da segnalare stasera Tg2 che, presentando un’impaginazione sperimentale, propone al suo pubblico un “viaggio per l’Italia” dedicando due terzi dell’edizione ad un’esplorazione del Nord Ovest del Paese, riflettendo sui cambiamenti che hanno interessato alcune comunità del torinese.

Con oggi L’Osservatorio Tg va in vacanza. Ringraziamo quanti ci hanno seguito nell’ottava stagione delle nostre quotidiane fatiche. Appuntamento, come sempre, alla ripresa settembrina.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani