L'opinione

Pensioni : parole in libertà

96

I Tg di mercoledì 20 aprile – Mentre tutto è fermo e, concretamente, non sta accadendo nulla, il tema pensioni anima la comunicazione di un Paese che si fa sempre più anziano e che, soprattutto per quello che riguarda il pubblico televisivo, è ancora più attempato e molto spesso “in vista” dell’agognato assegno pensionistico. Primo titolo su quasi tutte le testate per l’apertura del ministro Padoan in vista dei prossimi documenti di programmazione del governo, ma anche sui riflessi delle dichiarazioni di ieri di Boeri che segnala non i rischi, ma la certezza, che se non si interviene sulla flessibiità in uscita i nati negli anni 80 riceveranno una magra pensione non prima dei 75 anni. In questo contesto alquanto “confuso” (Tg4) le dichiarazioni di Susanna Camusso, cui dedica molto spazio Tg3, che critica l’uscita del Presidente dell’Inps non aiutano a far chiarezza o, quantomeno, i Tg non le hanno spiegate bene. Sempre a proposito di sindacati, lo sciopero unitario dopo 7 anni dei metalmeccanici italiani per il rinnovo del contratto è presente a macchia di leopardo con titolo per il solo Tg3.

L’apertura di Tg La7 è sulla concertazione mondiale contro il terrorismo dell’Isis, con l’annunciato vertice di lunedì prossimo tra Obama, Merkel, Cameron, Hollande e Renzi. Interessante il reportage del Tg3 da Aleppo dove ci prepara a sferrare l’offensiva forse decisiva contro l’Isis che per anni ha occupato quella zona, mentre le contraddizioni che contraddistinguono la “pax putiniana” appaiono evidenti.

Tornando in Italia, è sempre il Pd e le sue dinamiche interne al centro dell’attenzione per “l’ultima” polemica tra maggioranza e minoranza sulla simbolica richiesta di referendum confermativo sulla riforma costituzionale. Sotto osservazione anche le prossime mosse di Berlusconi che viene inquadrato dai Tg Rai e La7 nell’imparazzante condizione di dover scegliere di “mollare” Bertolaso o, in alternativa, di andare avanti da solo verso un verdetto elettorale su Roma che, con ogni probabilità, lo vedrebbe indietro rispetto al pacchetto di mischia della destra. Mediaset non ne parla, mentre invece si diffonde, con toni alquanto trionfali, sull’entrata del gruppo nel settore radiofonico con posizioni quasi dominanti (acquisto delle emittenti del gruppo Hazan). Sempre a proposito di Mediaset, la supermulta comminata al gruppo e a Sky per la gestione dei diritti televisivi del calcio, compare nei titoli del solo Tg La7 e in un servizio del Tg1.

“l’infermiera killer” di Piombino “non abita più” nell’informazione di serata visto che il tribunale del riesame la ha scarcerata. Toni autocritici un po’ per tutti, e più esplicitamente per Tg4. Un’altra autocritica, che si sposa ad una critica più generale alla comunicazione mainstream, è quella con cui mentana riconosce che lo sversamento nel Polcevera a Genova è stato non adeguatamente trattato nei giorni scorsi, pur essendo in presenza di un vero e proprio disastro ambientale.

Studio Aperto apre sulla causa contro lo stato norvegese vinta da Breivik, autore nel 2011 delle stragi di Olso e Utoya, perché il trattamento carcerario sarebbe inumano. Già la mite condanna a 21 anni – il massimo della pena nel codice penale norvegese – aveva fatto clamore, ma ora le accuse relative al caffè tiepido ed alla mancata fornitura della PS3 mettono d’accordo in pratica tutti i Tg. Cecchi Paone usa un, forse involontario, ossimoro: la Norvegia “esagera con la sua civiltà”.

I 90 anni della Regina Elisabetta d’Inghilterra vengono ampliamente festeggiati da Mediaset e, per rimanere agli esteri, servizi per tutti sulle vittorie di Trump e Clinton alle primarie di New York.

L’approfondimento del Tg2 è dedicato alla scarsa attenzione che le istituzioni prestano ai testimoni di giustizia malgrado l’incisivià e il coraggio dimostrati da questi “cittadini a 360 gradi”.

Altre opinioni dell'Autore
Attualità

Migrazioni, le “false” tesi che diffondono odio e repulsione

Molte tesi riguardanti le migrazioni internazionali spesso usano la demografia per spiegare l’origine dei flussi migratori e giustificare politiche finalizzate più alla...
di Marco Omizzolo
Economia

Infrastrutture, trasporti e logistica: nasce l’Osservatorio dell’Eurispes

Nel quadro delle attività istituzionali, l’Eurispes ha dato vita a un Osservatorio permanente su Infrastrutture, Trasporti e Logistica e ne ha affidato la Presidenza a Luca Danese
di redazione
Criminalità e contrasto

Terrorismo, l’enciclopedia kolossal che racconta la storia buia dell’Italia

Il fenomeno del terrorismo, raccontato in tutte le sue declinazioni ed estensioni, dal punto di vista storico, sociologico, religioso, economico, politico, criminale e giuridico. Ecco l'Enciclopedia "kolossal"
di Fabio Iadeluca
Recensioni

Glaucoma, il libro sulla malattia. Nino Castelnuovo “testimonial”

Il glaucoma colpisce in Italia oltre un mln di persone. Il libro "Glaucoma: Apriamo gli occhi sulla malattia" tocca tutti gli aspetti della patologia, dall’impatto psico-sociale a quello socioeconomico
di redazione
Politica

Un Paese senza leader. «Sovranismo e populismo non dureranno»

Il mix di sovranismo e populismo che governa l’Italia non è destinato a durare. Lo sostiene Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera e autore di Un Paese senza leader. L'intervista
di Massimiliano Cannata
Politica

“Burocrate a chi? Ci condiziona la politica, ecco come uscirne”

Sulla carta è così: il ministro fissa gli obiettivi e il dirigente pubblico è responsabile della gestione e dei risultati, con tanto...
di Corrado Giustiniani
Cultura & Turismo

Carabinieri custodi della bellezza. Il Belpaese nel Calendario 2019

Carabinieri custodi della bellezza: il Calendario 2019 si ispira ai valori secolari dell'Arma e alla protezione dei beni culturali, in particolare a quelli riconosciuti patrimonio dell'Unesco.
di Emma Evangelista
Intervista

Il web annichilisce la politica. «Il populismo rende grottesca la realtà»

Fabrizio Di Marzio «Oggi la società della comunicazione, del web e dei Social media prevale sulla politica e condiziona la democrazia. Il populismo? Un modo infantile e pericoloso di leggere la realtà».
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Sesso come “esercizio ginnico”: il vero tabù è il sentimento

Sesso slegato dai sentimenti, diventa esercizio ginnico e sfogo. I tabù del sesso sono sdoganati ma la verà difficoltà è proprio parlare della propria interiorità. I dati del rapporto Eurispes “Giovani e Sesso”
di Diego Sambucini
Il punto

Il turismo serve ma non paga. Un bel paradosso italiano

Uno spettro si aggira per l’Italia: è il turista. Ne perlustra le città d’arte, enclave di bellezza dovute all’opera dei nostri illuminati...
di Alberto Mattiacci