L'opinione

Pizzarotti – La sentenza via post

39

I Tg di venerdì 13 maggio – Per Pizzarotti la comunicazione di garanzia della procura di Parma è una “scusa” con cui il cerchio magico grillino, nel nome della “trasparenza”, si è liberato del suo primo e più importante sindaco, ma anche primo contestatore interno. Gli spasmi dell’M5S sono in apertura per i Tg delle 20 e Tg2, e abbondantemente presenti in tutti gli altri. Difficile trovare stasera un Tg che, oltre alla corretta cronaca, proponga qualche giustificazione per la scelta di (?) Grillo e/o Di Maio e/o Casaleggio jr. Mentana segnala che, in piena campagna per le amministrative, l’assist lanciato dal Movimento ai suoi competitor è plateale. Gli imbarazzati interventi degli esponenti parlamentari M5S che, ex post, giustificano una decisione – quella della sospensione – decisa attraverso un post di Grillo e comunicata da una mail anonima, sono facilmente contraddetti dalla conferenza stampa pomeridiana di Pizzarotti. Molti Tg segnalano – come preannunciato ieri sera da Tg La7 – la difformità di comportamento nei confronti del sindaco di Livorno Logarin che, per altro, si “affretta” a ribadire la diversità delle due condizioni per garantirsi la mano leggera del Movimento. Uscendo dal seminato dei nostri Tg, segnaliamo il profetico editoriale di Ezio Mauro oggi su LaRepubblica che mette in risalto la caratteristica sostanzialmente distruttiva e autodistruttiva delle “regole”, draconiane quando flessibili, che vigono nel movimento.

Abbiamo notato negli ultimi mesi che le posizioni italiane sul tema profughi-accoglienza non sono più oggetto di stridenti contrasti interni e, per altro, faticosamente stanno conquistando audience anche nelle maggiori capitali europee. Sarà per questo, per la mancanza di “scontro politico”, che la piccola ma reale vittoria dell’Italia che oggi incassa il passo indietro dell’Austria sul Brennero, non riceve lo spazio che dovrebbe: secondo titolo per Tg2, quarto per Tg La7, più in basso per gli altri. Le due testate appena citate segnalano il varo imminente di una presenza di navi europee anche nelle acquee territoriali libiche, accolto dal neonato e precario governo. I dati sull’aumento dei flussi di profughi nel Mediterraneo, presenti su tutti, sono in evidenza soprattutto sui Tg Mediaset.

I “tre numeri” odierni prodotti dall’Istat su Pil, deflazione e debito sono abbondantemente presenti su tutte le testate. Il buon servizio di La7 rende il senso di un’attenzione bonaria da parte dell’Europa che oggi si registra a differenza di quello che avveniva qualche anno fa. Sale il debito, dunque, ma per il governo saranno confermati i maggiori margini di elasticità.

Lo shock per l’arresto del ginecologo Severino Antinori, pioniere della fecondazione assistita, è ampiamente ripreso nei titoli da quasi tutte le testate, che ripropongono la contestata storia professionale di uno scienziato, di un medico ora accusato di rapina aggravata e lesioni personali aggravate per aver prelevato ad una 24enne, contro la sua volontà, alcuni ovociti nella sua clinica milanese.

Per tutto il pomeriggio le allnews avevano ripreso le contestazioni dei parenti delle vittime del rogo Thyssen dopo che il Pm, in Cassazione, aveva richiesto il terzo ritorno in appello del processo per la diminuzione delle pene. Anche i Tg delle 19 riprendono lo sconcerto delle famiglie. Tg4 e quelli delle 20 possono, in extremis, dare la “buona notizia” che i giudici hanno respinto la richiesta del Pm e confermato le condanne del secondo appello. Grande la commozione alla notizia, con Tg La7 che intervista lungamente in diretta il sopravvissuto Boccuzzi, ora deputato del Pd, che ringrazia Mentana per aver seguito passo passo e con la massima attenzione l’iter giudiziario durato 8 anni. Significativa la segnalazione fatta dallo stesso Boccuzzi di essere “L’unico operaio” che siede in Parlamento.

Interessante l’approfondimento del Tg2 che parla, sì, delle lungaggini della giustizia civile, segnalando però i miglioramenti che nell’ultimo quinquennio hanno ridotto mediamente di un centinaio di giorno la durata del primo grado di giudizio.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione