Osservatorio TG

Quell’aula vuota …

I Tg di lunedì13 marzo – Tra i temi del giorno, l’arrivo alla Camera della legge sul testamento biologico guadagna l’apertura di Tg2, Tg3 e Tg La7, con titoli per gli altri Tg delle 20. L’illustrazione del testo davanti a un’aula vuota (si contano solo 20 parlamentari) è rimarcata dai servizi, ma le testate Rai mettono la sordina, mentre Tg5 e TgLa7 denunciano ed “emettono” fin dai titoli giudizi severi. I temi del fine vita vanno oltre alla cronaca, e il Tg2 illustra le norme del ddl e chiama in causa a esponenti politici che medici e professori.

Le molte tensioni europee invadono le maggiori testate. Apertura per Tg1 e titoli per Tg La7 e Tg2 sulla Scozia che “riprova” a chiedere un referendum per la secessione dal Regno Unito, mentre questa notte il parlamento inglese formalizza l’iter della brexit. Titoli anche sulla crisi diplomatica tra Olanda e Turchia, dopo la negazione dei comizi di 2 ministri di Erdogan e a 48 ore delle elezioni con rischio tangibile di una deriva a destra. Molto presente sui Tg delle 20 il duro giudizio della Cancelliera Merkel sulle espressioni usate da Erdogan, intento a ricercare anche all’estero il voto dei turchi in vista del referendum del 15 aprile che attribuirebbe al presidente ulteriori poteri.

Bassa nei servizi la politica interna, con il solo irriducibile Tg La7 che dedica un titolo alla mozione del Movimento Democratico e Progressista perché Gentolini sospenda le deleghe al ministro Lotti.

Per la cronaca, le polemiche che hanno accompagnato e seguito gli scontri anti-Salvini a Napoli, permettono a Tg4 di “sparare a pallettoni” su tutto e su tutti, confermando la “liason” con il Capo della Lega che contrassegna da anni da direzione di Mario Giordano. Prima delle politiche ci saranno le amministrative: lo sa bene Tg5 che prosegue nel tenere alto il tema sicurezza e propone una copertina sui comuni veneti che invitano (e aiutano) i loro cittadini a sottoscrivere polizze furto e rapina. Ovviamente la vicenda dell’ “oste di Lodi” che ha ucciso con una fucilata un ladro tiene banco su Tg4 e Studio Aperto, ma è nei tioli anche per Tg1 e3 Tg2 (con ottiche sostanzialmente diverse).

Su Tg5 (titolo) e Tg4 (servizio Tg4) spazio all’appello dei disabili siciliani al Capo dello Stato, che risponde immediatamente con una lettera.

La vicenda del Sole 24 ore, il cui direttore Napoletano è stato sospeso senza emolumento, sarà poco comprensibile per molti teleutenti, ma molto “chiara” ai giornalisti della storica testata. Nei servizi per Tg3 e TgLa7.

Su Tg2 servizio ampio sul tema dell’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

Infine Papa Francesco, Il cui pontificato compie oggi 4 anni. Addirittura apertura per Tg3, e titolo per Tg1. Buone le coperture: fa sempre piacere e, in parte, consola ascoltare i toni e i contenuti del Vescovo di Roma venuto “dalla fine del mondo”.

 

Ultime notizie
Economia

Terzo settore, al via il Master per formare i nuovi manager del Welfare

Partiranno a febbraio i colloqui di selezione per il Master di II Livello “Terzo Settore, Innovazione Sociale e Governance dei Sistemi Locali di...
di redazione
mauro ceruti
Cultura

Nel mondo interconnesso la fraternità può rifondare la geopolitica: a colloquio con Mauro Ceruti

A colloquio con Mauro Ceruti, professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e direttore della PhD School for Communication Studies Università IULM di Milano.
di Massimiliano Cannata
mauro ceruti
Economia

Cantieri di legalità. PNRR, un banco di prova

Il 2021 si è concluso con un primo successo nell’ambito dell’ambizioso Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza (PNRR), con il raggiungimento...
di Roberto De Vita* e Marco Della Bruna
PNRR borghi
Futuro

Aree marginali nel PNRR: il rilancio parte dai borghi

Il PNRR presenta investimenti e riforme puntuali in aree marginali ben definite, come il Piano Nazionale per la valorizzazione dei borghi. L’investimento si origina dalla considerazione che tanti piccoli centri storici italiani rappresentano un enorme potenziale per un turismo sostenibile alternativo.
di Claudia Bugno*
PNRR borghi
third sector
Internazionale

Third sector: the new pillar to start again

Change is a natural consequence of crises, especially when they are global in scope. The Covid-19 pandemic hit people hard in all...
di Ida Nicotera*
third sector
urne elezioni libia
Briefing

Dalle urne ai proiettili. Libia, tutto da rifare

Dalle urne elettorali alle urne funerarie in Libia il passo è breve. Sfumano le speranze di una transizione democratica indolore. A decretare...
di Francesco Bechis
urne elezioni libia
terzo settore
Internazionale

Terzo settore: il nuovo pilastro da cui ripartire

Il Terzo settore ha fornito un contributo essenziale e si è posto come “faro” nella gestione dell’emergenza. Esperti e studiosi di Russia e Italia hanno affrontato, in un recente incontro, il tema della collaborazione tra i due paesi riguardo al Terzo settore e alla sostenibilità.
di Ida Nicotera*
terzo settore
PNRR
Economia

L’attuazione del PNRR e la prevenzione delle attività illecite

Garantire un’efficiente ed efficace attuazione del PNRR significa anche agire al fine di prevenire possibili infiltrazioni criminali e frodi, corruzioni e attività illecite nell’utilizzo delle risorse.
di Claudia Bugno*
PNRR
metaverso
Economia

Le regole giuridiche del metaverso e la tassazione degli NFT

Gli ordinamenti giuridici dovrebbero regolamentare le imprese attive nel metaverso, in particolare nella gestione fiscale di NTF, trovando nuove soluzioni normative in termini di privacy, diritti di proprietà intellettuale ed industriale, ed anche di fisco.
di Giovambattista Palumbo*
metaverso
europa
Immigrazione

In Europa troppi immigrati? Il 40% dei cittadini è favorevole a innalzare muri

L’Europa alza i suoi muri verso il mondo esterno, non solo per la pandemia: il 40% dei cittadini europei è favorevole alla costruzione di muri alle frontiere, mentre 6 su 10 pensano che in Europa ci siano troppi immigrati.
di Roberta Rega
europa