Europa: lascia o raddoppia?

I Tg di venerdì 10 marzo – L’Europa a 2 velocità, il Lingotto di Renzi, gli interrogativi sul crollo del cavalcavia, i dati Istat sull’occupazione e la vicenda di Lodi dove un ristoratore ha ucciso un rapinatore, sono i piatti di portata dell’informazione di serata, serviti però in “ordine sparso”.
Su Rai e La7 le aperture sono sugli sviluppi della diplomazia europea che portano i paesi fondatori (più la Spagna) a ipotizzare un raccordo più stretto tra i “grandi” finalizzato ad una maggiore integrazione. Non sappiamo come finirà, ma a nostro giudizio questo passaggio può rappresentare una svolta: la creazione di una “internazionale degli europeisti” in risposta ai montanti populismi. Gentiloni (ampiamente ripreso fin dai titoli), apprezza il potenziale cambio di passo, assicurando che non si creeranno comunque nuove fratture con l’est del Continente. Passando a Renzi, il suo intervento al Lingotto è recensito con la proposta di tanti passaggi, trai quali prevale il “siamo eredi, non siamo reduci”.
Questi temi (Europa e Pd) sono molto più “bassi” su Mediaset. L’ammiraglia Tg5 parla di Renzi dopo più di 20 minuti di edizione, e a prendere la leadership di serata su tutte e 3 le testate sono i servizi sul caso di Lodi (presente per altro anche sulla Rai). Entrambi gli elementi segnalano che le lezioni sono comunque “in vista”, anche se a scadenza naturale, e lo schieramento di Mediaset inevitabilmente si sostanzia nell’amplificazioni dei temi della sicurezza e nella limitazione degli spazi agli avversari di centrosinistra.
I “numeri” dell’Istat sembrano interessare meno che in passato, forse perché in questa fase i dati sull’occupazione (che aumenta) non “fanno comodo” alle tradizionali opposizioni. Anche per questo sono appannaggio delle testate più “istituzionali” ovvero dei Tg Rai.
Il crollo del cavalcavia sulla A14 è presente su tutti, e dopo l’inevitabile scarsità di notizie e dettagli di ieri, questa sera diverse testate “spiegano” quello che può essere accaduto. Tg2 approfondisce il meccanismo degli appalti e dei sub appalti. Dal servizio si chiarisce che dagli elementi ad oggi emersi, l’ipotesi dell’errore umano o del cedimento di un supporto meccanico, è quella più accreditata.
Passando ad altro, grande attenzione all’estremo saluto a Dj Fabo sia su Rai che su Mediaset. Numerose le interviste alla vedova Welby che dà una lettura positiva del provvedimento sul testamento biologico che, finalmente, dovrebbe essere discusso a breve in Parlamento. Lo stesso vale per il ritorno in Italia della bambina rapita dal padre siriano ben 5 anni fa.
Le polemiche e le manifestazioni che precedono la trasferta napoletana di Salvini sono presenti ampiamente su Rai e La7, e Mentana a fine servizio commenta che l’opposizione del Sindaco De Magistris è fuori luogo, e che le manifestazioni di piazza contro Salvini non si sono viste quando nei giorni scorsi sono esplosi i casi di malaffare negli ospedali partenopei.
Per gli esteri i Tg Rai segnaliamo che nel primo mese “pieno” di presidenza Trump i dati sui nuovi occupati Usa hanno sorpreso positivamente gli analisti.
Chiudiamo segnalando la brutta storia del Sole 24 Ore che ha portato alle indagini sul direttore Napoletano e su diversi dirigenti dell’editore del giornale della Confindustria. False certificazioni di copie elettroniche, alcuni milioni di euro che “ballano” per un quotidiano che versa in pessime condizioni economiche e finanziarie, e i cui giornalisti sono entrati in sciopero a oltranza chiedendo le dimissioni del Direttore. Quel poco che al momento si può capire è ampiamente riportato da Rai e La7, ma è comunque alquanto inquietante.

Ultime notizie
Criminalità e contrasto

Criminalità minorile e gang giovanili. I dati

Il Report “Criminalità minorile e gang giovanili”, il report realizzato dal Servizio analisi criminale è stato presentato questa mattina a Roma, presso la...
di redazione
Lavoro

La “mobilità circolare” dei giovani nell’area mediterranea

I giovani protagonisti del cambiamento Lo spazio Mediterraneo è un bene comune (“common good”) che appartiene a tutti gli Stati della UE ed...
di Avv. Angelo Caliendo*
Osservatorio sulla PA

Equo compenso o tariffazione?

Se solo il Codice dei Contratti fosse stato promulgato il 1° luglio 2023 (data della sua entrata in vigore) oggi non dovremmo affrontare questa spinosa questione, circa la portata e le modalità applicative della legge n. 49 del 21 aprile 2023 che ha introdotto “l’equo compenso” per i professionisti. Disposizione che di fatto modifica i criteri di aggiudicazione previsti nel Codice degli Appalti, vincolando il prezzo dei servizi professionali, o almeno così sembrerebbe.
di redazione
Intervista

Insularità, PNRR, fondi europei: il caso Sicilia

A più di un anno dall’introduzione nella nostra Costituzioni del principio di Insularità sono corrisposte politiche di sostegno e finanziamento delle attività necessarie a realizzare tale principio? Qual è l’incidenza dei fondi europei sulle attuali politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo delle isole? Ne abbiamo parlato con chi ogni giorno deve confrontarsi con la gestione di una realtà complessa come quella della città di Catania: l’ingegner Biagio Bisignani, Direttore URB@MET.
di redazione
corse
Intervista

L’insularità possibile: il caso Corsica. Intervista a Marie-Antoinette Maupertuis, Presidente dell’Assemblea corsa

La Corsica è uno dei modelli europei in merito all’insularità e alle iniziative intraprese per favorire la coesione territoriale e l’autonomia fiscale necessaria per l’economia corsa, dinamica ma gravata da una “crescita depauperante”. Ne parliamo con l’Onorevole Marie-Antoinette Maupertuis, economista e Presidente dell’Assemblea della Corsica.
di Daniela Pappadà
corse
corse
Osservatori

Insularité possible: le cas de la Corse. Entretien avec Marie-Antoinette Maupertuis, Présidente de l’Assemblée de Corse

Insularité possible: entretien avec l’Honorable Marie-Antoniette Maupertuis, Presidente de l’Assemblee de Corse.
di Daniela Pappadà
corse
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata
scuole italiane
Immigrazione

Scuola e cittadini italiani di domani

La questione della presenza degli stranieri nelle scuole implica un’ambivalenza di obiettivi: migliorare la qualità dell’istruzione a prescindere dalla discendenza, oppure comprimere il diritto costituzionale all’apprendimento. La scuola deve avere una funzione di istruzione e integrazione sociale.
di Angelo Perrone*
scuole italiane
insularità
Intervista

Insularità e perifericità: costi e correttivi nell’intervista al Prof. Francesco Pigliaru

L’insularità si lega spesso all’idea di una compensazione economica, ma bisogna distinguere tra condizioni di prima e seconda natura legate all’insularità, come spiega il Prof. Francesco Pigliaru nell’intervista dedicata al tema delle isole e della continuità territoriale.
di redazione
insularità