L'opinione

Renzi contro tutti

renzi

I Tg di mercoledì 15 aprile – Tutte le testate, se si escludono Tg4 eTg La7, aprono sui funerali delle 3 vittime del Palazzo di Giustizia di Milano. Tg4 sceglie invece la contestazione a Draghi durante la conferenza stampa di Francoforte. Anche gli altri se ne occupano, alcuni nei titoli, ma solo il Tg di Rete 4 “sfrutta” le immagini per fortuna ex post solo esilaranti, montando un servizio che sembra, appunto, divertito e nel quale si commenta addirittura la mise della giovane contestatrice armata di coriandoli.

TgLa7 dedica l’apertura – come era immaginabile – alla politica, nella serata in cui i deputati del Pd si riuniscono con Renzi per il redde rationem tra maggioranza e le varie minoranze interne sull’Italicum. Sulla riforma elettorale si scaricano tutte le tensioni nei vari schieramenti e quelle sul piano istituzionale. In giornata le opposizioni hanno fatto appello a Mattarella perché scongiuri la fiducia, con l’eccezione dei Cinque Stelle che segnalano il paradosso di una Forza Italia che al Senato ha votato il testo, e che anzi ha contribuito a scriverlo e che ora lo vuole affossare: per questo il Movimento, contrarissimo all’Italicum, non si vuole mischiarsi con gli altri. Mentre scriviamo la riunione Pd è ancora in corso, ma si profila la conferma della rottura sancita dalla dimissioni di Speranza da capogruppo. Renzi, però, non molla, e mai come in queste ore rischia di rendere Palazzo Chigi un fortino, magari impenetrabile, ma, isolato e senza retrovie.

L’altro piatto di serata sono i dati impressionanti dei profughi dei barconi, che hanno raggiunto quota 10 mila negli ultimi 5 giorni. Su Mediaset compaiono interessanti interviste da cui risulterebbe che alcuni naufraghi salvati dalle unità italiane sarebbero stati costretti a salire a bordo sotto la minaccia delle armi da non meglio identificate milizie libiche. Le polemiche delle regioni “leghiste” che negano l’accoglienza richiesta dal Viminale, compaiono con sfumature diverse su La7 e su Mediaset. Ancora una volta Tg4 assomma all’emergenza “clandestini” quella rom.
Per il resto, tanta carne al fuoco. La presentazione del 730 precompilato, ma anche un poco rompicapo, è presente su tutti, così come le notizie sugli ulteriori, per fortuna piccoli, crolli di giornata negli edifici scolastici di diverse regioni. La cronaca nera la fa da padrona su Studio Aperto e Tg4, ma il duplice delitto (moglie e figlia) del cittadino marocchino a Pordenone e l’altro doppio femminicidio ad opera di un poliziotto in pensione di Alessandria compaiono anche sulle maggiori testate.

Quello che La repubblica ha oggi definito “il fascismo spontaneo dell’agente della Diaz”, autore nei giorni scorsi di affermazioni invereconde sul web, oggi “ha ritrattato”, come riportano diverse interviste audio presenti nei Tg, soprattutto Rai, ma la toppa è stata poco credibile quasi peggiore del buco.

L’ affair Vaticano-Turchia si ingrossa e si arricchisce del voto del Parlamento Europeo che esprime solidarietà al Papa e ribadisce la verità storica del massacro degli armeni del 1915, anche se non lo chiama genocidio. Tg3 segnala che anche Obama dovrebbe intervenire nei prossimi giorni, per schierare gli Usa sulle posizioni da tempo assunte dai maggiori paesi occidentali, a differenza di quanto avvenuto fino ad oggi.

Grande attenzione su Rai e La7 (titolo) alle accuse formalizzate dall’antitrust europeo contro Google per posizione dominante, con la minaccia di una multa di più di 6 miliardi di euro. Un’inchiesta durata 5 anni che potrebbe rappresentare uno stop alla straripante espansione dei big del web.

Dati auditel dei Tg di martedì 14 aprile 2015
Tg1 – ore 13:30 3.750.000, 23,57% ore 20:00 6.026.000, 25,35%.
Tg2 – ore 13:00 2.485.000, 17,07% ore 20:30 2.219.000, 8,35%.
Tg3 – ore 14:30 1.548.000, 10,42% ore 19:00 1.638.000, 10,56%.
Tg5 – ore 13:00 3.039.000, 20,58% ore 20:00 4.441.000, 18,35%.
Studio Aperto – ore 12:25 1.666.000, 14,26% ore 18:30 879.000, 3,70%.
Tg4 – ore 11.30 422.000, 7,06% ore 18:55 691.000, 4,68%.
Tg La7 – ore 13:30 590.000, 3,71% ore 20:00 1.274.000, 5,30%.
Fonte:www.tvblog.it

Altre opinioni dell'Autore
Diritti umani

Mandato di arresto europeo ed estradizione: la prima banca dati è emiliana

La recente indagine condotta dall’Osservatorio Europa della Camera Penale di Bologna “Franco Bricola”, Fondazione Forense Bolognese ed Eurispes, parte dall’esame dell’orientamento processuale distrettuale...
di redazione
Politica

La democrazia rende insoddisfatti?

Il malcontento verso la classe politica cresce nelle emergenze come il Covid, si diffonde la percezione che non vi siano risposte adeguate ed efficaci. La disaffezione verso la democrazia è tuttavia pericolosa e minaccia di spingerci in direzioni errate o avventurose. Il problema rimane la qualità della partecipazione pubblica e la consapevolezza di contribuire tutti al benessere collettivo.
di Angelo Perrone*
Criminalità e contrasto

Geopolitica, criminalità organizzata e terrorismo: riconoscere le nuove minacce

La comprensione dei fenomeni sociali rappresenta la base iniziale per poter operare poi nella gestione degli stessi. Il fenomeno mafioso è antico ma...
di Pasquale Preziosa*
Attualità

Fuga… da mezzanotte

Non è certo il coprifuoco di Parigi e dintorni, ma allo scoccare della mezzanotte dobbiamo immediatamente uscire dal nostro amato ristorante, con il conto pagato, e senza aver preso dolce o caffè.
di Emilio Albertario
Informazione

Sui Tg si torna ai “bollettini” dei contagi

L’aumento vertiginoso dei contagi impone la pandemia come tema dominante. Aperture obbligate per tutti, ad eccezione di Tg4 che – come la...
di Eurispes e Coris Sapienza
Economia

RELEASE G-20: per la riduzione del debito e per lo sviluppo sostenibile

Dopo la sospensione temporanea del debito nel 2020, RELEASE G-20 è un'iniziativa che auspicabilmente sarà lanciata dalla Presidenza italiana, per una conversione flessibile, totale o parziale, del debito pubblico e privato garantito dai governi, verso la creazione di fondi per gli obiettivi dello sviluppo sostenibile.
di Roberto Ridolfi*
Metafore per l'Italia

Impegni inderogabili. Alla natura si comanda ubbidendole

Nella rubrica “Metafore per l’Italia”, pubblichiamo un’altra riflessione del Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, estratta dal libro La Repubblica delle Api. «Nell’attuale scenario...
di Gian Maria Fara
Ambiente

Rigenerazione urbana, le città si (ri)fanno belle

Con l’arrivo del bando per i progetti di rigenerazione urbana e di recupero delle periferie, il “restyling” delle città torna ad essere al centro dell’attenzione. Il recupero delle aree degradate passa sempre più attraverso l’impegno degli stessi cittadini, che danno vita ad un crescente fenomeno di “associazionismo urbano” per la riqualificazione degli spazi pubblici.
di Ilaria Tirelli
Attualità

2020, la teoria della cospirazione

    Una notizia postata sui social che parla di cospirazione, locale o planetaria, viene letta sei volte di più di qualsiasi altra, con...
di Emilio Albertario
Intervista

Il Presidente Luca Zaia all’Eurispes: “Il Covid insegna: più autonomia ai territori”

    A più di mille giorni dal referendum sull’autonomia del Veneto e della Lombardia, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, guarda al...
di redazione