Roma. “Dimissione compiuta”

I Tg di lunedì 12 ottobre – Cosa fatta, capo a. Con le dimissioni formalizzate oggi dall’ormai ex Sindaco di Roma Ignazio Marino si chiude il tormentone che, in mancanza di altri spunti dall’agone politico, aveva intasato i Tg delle scorse settimane. L’addio al colle del “chirurgo prestato alla politica” è raccontato dalle testate Mediaset senza infierire oltre, con Tg4 che sembra voler subito voltar pagine per lanciare la campagna elettorale del centro destra. Anche Mentana parla delle “dimissione compiute” – che riprendiamo nel titolo – e le liquida con un servizio tranquillo. Tg3, Tg1 e Tg2 si soffermano invece sul “domani”; il vuoto lasciato da Marino, con la Capitale rimasta senza briglie ad meno di due mesi dall’inizio del Giubileo Straordinario, sono incognite non facilmente archiviabili.

I dati dell’inps che attestano un aumento di 319 mila nuove assunzioni a tempo indeterminato rispetto al 2014 – apertura su TG1, titoli su Rai e La7 – sono per Mentana dati incontestabilmente buoni. Non potendoli contraddire, le testate Mediaset semplicemente li omettono. Sempre i Tg di Cologno Monzese stasera bucano l’avvio della discussione sulla Legge di Stabilità, ampiamente coperta ed analizzata da tutti gli altri. Unica eccezione Tg4 che, affondato il sindaco “dragamine”, può nuovamente scaricare le proprie batterie sul governo e la “portaerei Renzi”, colpevole di aver stralciato i propositi sulla flessibilità delle pensioni, rinviata al 2016. I Tg Rai affrontano questo passo indietro da posizioni certo non ostili al governo, affiancando alle misure previste da Palazzo Chigi (abolizione della Tasi, tagli sulle tasse) l’avviata privatizzazione delle Poste. La spaccatura sulle unioni civili nella maggioranza figura tra i servizi dei Tg Rai e di La7 mentre latita – stranamente – tra i servizi delle testate Mediaset. TgLa7 legge la bocciatura della finanziaria spagnola da parte dell’Europa come un monito anche per l’Italia.

L’arresto dei presunti killer di Cocò, il bambino “ucciso come un boss” dalla’ndrangheta, e che sarebbe stato usato dal nonno come “scudo umano”, è apertura per Tg5 e titolo per tutti. Il Tg di Clemente Mimun vi dedica un buon servizio che ripercorre la storia delle azioni mafiose contro i minori e ricorda quando l’“onorata Società” non toccava donne e bambini. Ma forse anche questa è una leggenda metropolitana.

Restano alti su tutti i Tg i molti focolai di crisi per il Medioriente: il day after della strage di Ankara, l’acuirsi delle violenze in Israele e Cisgiordania per quella che oramai per tutti è diventata la “terza Intifada”, la guerra in Siria e Libia; molti gli approfondimenti e i servizi.

Tg3, Tg5 e Tg1 riprendono, anche se a fine edizioni, il forte monito del Presidente di Mattarella nei confronti delle politiche attuate dell’Europa sull’immigrazione “totalmente superate”. La dura presa di posizione del Capo dello Stato avrebbe probabilmente meritato spazi ben più ampi.

Chiudiamo su due buoni servizi Rai. Il primo, del Tg3, riguarda un caso di “buona sanità” in un ospedale di Bologna che adotta tecniche innovative e d’avanguardia contro le malattie senili. Quello del Tg1, invece, ci racconta della nuova app sviluppata da un disabile motorio che mappa le città italiane per fornire a chi necessita percorsi privi di barriere architettoniche.

 

Ultime notizie
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, i dati degli ultimi sei mesi della Polizia Criminale

Violenza di genere, i dati del Servizio Analisi Criminale della Polizia Criminale documentano un trend in crescita dal 2021 al 2023, ma i dati degli ultimi sei mesi evidenziano una flessione rispetto allo stesso periodo del 2023, soprattutto per i reati spia e gli omicidi volontari.
di redazione
violenza di genere
work life balance
Parità

Work life balance, c’è ancora un gap di genere da colmare

Il work life balance, ovvero l’equilibrio tra vita privata e professionale, riguarda anche la parità di genere, soprattutto in merito al caregiving, che troppo spesso ancora ricade principalmente sulle donne. Adnkronos evidenzia inoltre che il 66% degli utenti si dichiara insoddisfatto del proprio life work balance, e che questo incide nella scelta dell’impiego.
di redazione
work life balance
mediterraneo
Sostenibilità

Giornata internazionale del Mediterraneo, un ecosistema da difendere da plastica e sfruttamento

La Giornata internazionale del Mediterraneo è stata dedicata al dibattito sul nostro mare, un ecosistema che va difeso dallo sfruttamento intensivo della pesca e dalle plastiche. Un incontro presso la Camera dei Deputati organizzato da Fondazione Aqua ha visto numerosi studiosi esprimersi in merito al fragile equilibrio di questa risorsa fondamentale.
di redazione
mediterraneo
Uricchio ANVUR
Intervista

Antonio Uricchio, Presidente ANVUR: la valutazione come strumento per migliorare la qualità di ricerca e didattica

Antonio Uricchio, Presidente di ANVUR interviene nel merito delle critiche mosse verso una eccessiva burocratizzazione delle Università italiane, affermando la valutazione delle stesse come importante strumento per migliorare la qualità della ricerca e della didattica attraverso la raccolta di dati, documenti e informazioni.
di Mario Caligiuri*
Uricchio ANVUR
Corridoi TEN-T
Infrastrutture

Segnali positivi nella nuova strategia dei corridoi europei dei trasporti TEN-T

Il Parlamento europeo ha approvato il nuovo Regolamento sui Corridoi TEN-T. Il testo ha l’obiettivo di completare alcuni importanti collegamenti, aggiornando il piano europeo per una rete di ferrovie, strade, vie navigabili interne e rotte marittime a corto raggio collegate attraverso porti e terminali in tutta l’Unione.
di Gianpaolo Basoli*
Corridoi TEN-T
Intervista

Pierluigi Petrone, Presidente Assoram: sfide globali e nuove competenze del comparto healthcare

Il comparto healthcare oggi si trova ad affrontare nuove sfide che vanno oltre gli anni della pandemia: le mutate esigenze dei consumatori, sempre più vicini all’e-commerce, e gli equilibri internazionali che condizionano logistica e distribuzione. Uno sguardo alle sfide del futuro con il Presidente di Assoram Pierluigi Petrone.
di Susanna Fara
scuola
Istruzione

La Scuola di domani: tecnologie digitali e valorizzazione delle eccellenze

Tecnologie digitali e una gestione oculata dei fondi per valorizzare le eccellenze e la qualità: è questa la prospettiva sulla Scuola italiana individuata da Alessandro Curioni, Docente (Università Cattolica di Milano) e Presidente di DI.GI Academy.
di Massimiliano Cannata
scuola
maternità surrogata
Società

Maternità surrogata: italiani contrari, solo dai giovani segnali di apertura

Il 62,9% degli italiani si dichiara oggi contrario alla maternità surrogata, e solo i giovani mostrano segnali di apertura, dal momento che il 58% dei 18-24enni si dichiara favorevole. Ma il tema è complesso e maggiormente avversato dall’opinione pubblica italiana, da Nord a Sud e a dispetto anche del titolo di studio.
di redazione
maternità surrogata
animali
Animali

Vivisezione, caccia, allevamenti intensivi: cresce la sensibilità degli italiani verso il benessere animale

I diritti degli animali contano sempre di più per una maggioranza di italiani: il 76% è contrario alla vivisezione, il 73% agli allevamenti intensivi. I temi etici legati agli animali raccolgono quote consistenti di italiani contrari anche rispetto a vivisezione, caccia, pellicce, uso degli animali nei circhi.
di redazione
animali
corruzione
Internazionale

G7 Anticorruzione, un fenomeno che richiede un’azione globale

Il tema corruzione entra in agenda al G7 con il Gruppo di lavoro anticorruzione, proposto dal nostro Paese per avviare una azione collettiva rispetto a un fenomeno diffuso. Tra i punto fondamentali, l’educazione fin dalla prima età alla cultura della legalità e l’acquisizione di metodi di misurazione della corruzione su basi oggettive.
di Avv. Angelo Caliendo*
corruzione