Roma. “Dimissione compiuta”

I Tg di lunedì 12 ottobre – Cosa fatta, capo a. Con le dimissioni formalizzate oggi dall’ormai ex Sindaco di Roma Ignazio Marino si chiude il tormentone che, in mancanza di altri spunti dall’agone politico, aveva intasato i Tg delle scorse settimane. L’addio al colle del “chirurgo prestato alla politica” è raccontato dalle testate Mediaset senza infierire oltre, con Tg4 che sembra voler subito voltar pagine per lanciare la campagna elettorale del centro destra. Anche Mentana parla delle “dimissione compiute” – che riprendiamo nel titolo – e le liquida con un servizio tranquillo. Tg3, Tg1 e Tg2 si soffermano invece sul “domani”; il vuoto lasciato da Marino, con la Capitale rimasta senza briglie ad meno di due mesi dall’inizio del Giubileo Straordinario, sono incognite non facilmente archiviabili.

I dati dell’inps che attestano un aumento di 319 mila nuove assunzioni a tempo indeterminato rispetto al 2014 – apertura su TG1, titoli su Rai e La7 – sono per Mentana dati incontestabilmente buoni. Non potendoli contraddire, le testate Mediaset semplicemente li omettono. Sempre i Tg di Cologno Monzese stasera bucano l’avvio della discussione sulla Legge di Stabilità, ampiamente coperta ed analizzata da tutti gli altri. Unica eccezione Tg4 che, affondato il sindaco “dragamine”, può nuovamente scaricare le proprie batterie sul governo e la “portaerei Renzi”, colpevole di aver stralciato i propositi sulla flessibilità delle pensioni, rinviata al 2016. I Tg Rai affrontano questo passo indietro da posizioni certo non ostili al governo, affiancando alle misure previste da Palazzo Chigi (abolizione della Tasi, tagli sulle tasse) l’avviata privatizzazione delle Poste. La spaccatura sulle unioni civili nella maggioranza figura tra i servizi dei Tg Rai e di La7 mentre latita – stranamente – tra i servizi delle testate Mediaset. TgLa7 legge la bocciatura della finanziaria spagnola da parte dell’Europa come un monito anche per l’Italia.

L’arresto dei presunti killer di Cocò, il bambino “ucciso come un boss” dalla’ndrangheta, e che sarebbe stato usato dal nonno come “scudo umano”, è apertura per Tg5 e titolo per tutti. Il Tg di Clemente Mimun vi dedica un buon servizio che ripercorre la storia delle azioni mafiose contro i minori e ricorda quando l’“onorata Società” non toccava donne e bambini. Ma forse anche questa è una leggenda metropolitana.

Restano alti su tutti i Tg i molti focolai di crisi per il Medioriente: il day after della strage di Ankara, l’acuirsi delle violenze in Israele e Cisgiordania per quella che oramai per tutti è diventata la “terza Intifada”, la guerra in Siria e Libia; molti gli approfondimenti e i servizi.

Tg3, Tg5 e Tg1 riprendono, anche se a fine edizioni, il forte monito del Presidente di Mattarella nei confronti delle politiche attuate dell’Europa sull’immigrazione “totalmente superate”. La dura presa di posizione del Capo dello Stato avrebbe probabilmente meritato spazi ben più ampi.

Chiudiamo su due buoni servizi Rai. Il primo, del Tg3, riguarda un caso di “buona sanità” in un ospedale di Bologna che adotta tecniche innovative e d’avanguardia contro le malattie senili. Quello del Tg1, invece, ci racconta della nuova app sviluppata da un disabile motorio che mappa le città italiane per fornire a chi necessita percorsi privi di barriere architettoniche.

 

Ultime notizie
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze
scuola e università
Istruzione

Scuola e Università per il futuro dell’Italia, investire in formazione e digitale

Scuola e Università per il futuro dell’Italia è il tema dell’incontro promosso dall’Osservatorio sulle Politiche educative dell’Eurispes, che ha avuto luogo a Roma nella giornata di ieri. Emerge il ruolo fondamentale della scuola, della formazione degli educatori, del digitale; attenzione alla prospettiva occupazionale e umana legata all’istruzione e alla possibilità di usare i fondi europei per colmare lacune e divario territoriale.
di Susanna Fara
scuola e università