Osservatorio TG

Tragedia – Follia, violenza e omertà

I Tg di lunedì 27 marzo – La tragedia in trentino, dove un padre ha ucciso a martellate due dei suoi tre figli per poi buttarsi da una rupe, incombe sui Tg di serata, raccogliendo titoli su tutti e 4 aperture. Un orrore (Tg3) per il quale tutti i servizi faticano a trovare una qualunque motivazione – si batte la pista del crac finanziario -, ma che in ogni caso risulterebbe incomprensibile. Analogo sgomento figura in altri servizi, quelli che trattando del pestaggio di Alatri (nei titoli per tutti)che vede indagati 8 italiani ed uno straniero per l’esecuzione (Tg1) di Emanuele Morganti, sottolineano l’indifferenza e l’omertà dei testimoni della mattanza.Tg3, Tg5 e Tg2 chiamano gli psicologi a commentare questo genere di comportamento, mentre Tg4 lancia apertamente l’accusa: chi assiste ma non interviene è parimente colpevole.

Tg1 e Tg3 sono i soli ad aprire sulle dichiarazioni del premier Gentiloni (titolo La7) secondo cui i vincoli europei non sono intoccabili, mentre Tg5 titola sulla manovra correttiva chiesta dall’Europa. A commentare gli esiti dell’immigrazione celebrativo dei 60 anni il direttore Mazzà intervista il Presidente di Bankitalia Visco, che si dice nel complesso soddisfatto, esortando la politica tutta a creare le “condizioni di contesto” necessarie per la crescita. Sul tema dei conti, Tg La7 apre sul contrasto Letta – Renzi, con il primo che accusa l’altro di non aver saputo sfruttare la flessibilità concessa e il secondo che sottolinea che non di concessione si è trattato, bensì di battaglia politica.

Sempre per la politica, “l’ufficializzazione” della candidatura di Matteo Salvini alla leadership del centrodestra per le prossime elezioni non sembra entusiasmare i Tg, con il solo Tg3 a menzionarla nel corso di un servizio. Assai più presente (titolo per Tg1) il nuovo caso di incongruenza sulle firme per M5S, che riguarderebbe quelle per la candidatura della Sindaca Raggi.

Per gli esteri, la condanna europea per l’arresto in Russia del noto blogger antiputin Navalny (insieme assieme ad oltre 1400 manifestanti, alcuni – sottolinea Tg3 – minorenni), è presente su tutti e titolo per Tg1, Tg3 e Tg5. Buono l’approfondimento del Tg3 che illustra le ragioni per le quali questo blogger viene considerato tra i principali oppositori del leader russo.

Tornano alla cronaca, la preoccupazione degli agricoltori terremotati di Castelluccio che rischiano di non poter cominciare con la semina a causa delle strade ancora bloccate figura nei servizi dei Tg Rai.

L’annuncio dell’Austria di voler uscire dal piano dei ricollocamenti europei, e che suona come una nota stonata così vicino all’anniversario di sabato, è ripreso nei titoli del solo Tg La7. Sempre sul tema dei profughi, buono il servizio del Tg1 sulla madre ivoriana che, rimasta bloccata per 5 mesi in Tunisia, ha potuto ricongiungersi in Italia con la figlia che aveva portato via per sottarla all’infibulazione.

In una serata dell’informazione alquanto mesta, un’altra nota d’allegria arriva dal consueto show di Roberto Benigni alla consegna dei David di Donatello. Ripreso da Tg3, Tg1 e Tg5, il regista fiorentino ha tessuto con un toccante discorso le lodi al cinema italiano, realtà talvolta giustamente bistrattata ma ancora capace di “far viaggiare le nostre anime” verso la ricongiunzione con il nostro corpo.

Ultime notizie
esame di stato
Istruzione

Generazioni sotto esame. Dalla maturità all’esame di Stato, che ne sarà della prova scritta?

L’esame di Stato, un tempo esame di maturità, continua a far discutere ministri dell’Istruzione e studenti su quale sia la formula migliore. Una formula che è cambiata negli anni, fino ad arrivare alla richiesta odierna di abolire la prova scritta fatta dagli studenti e non ancora smentita dal Ministero.
di Giuseppe Pulina
esame di stato
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, omicidi e reati spia in aumento nel 2021

La violenza di genere è aumenta nei primi 11 mesi del 2021, sia per gli omicidi che per i reati spia di tali violenze. Secondo il report del servizio analisi della Polizia Criminale, su un totale di 263 omicidi volontari compiuti in Italia dal primo gennaio ad oggi, 109 hanno riguardato donne.
di redazione
violenza di genere
Economia

Colonialismo digitale, è l’Africa la terra promessa

Quando parliamo di crescita e di aiuti ai paesi dell'Africa omettiamo spesso il tema del colonialismo digitale e degli investimenti massicci dei colossi del tech, come ad esempio Google, per accaparrarsi i nuovi mercati.
di Susanna Fara
Italia Domani

Italia Domani. Il PNRR per il rilancio e la crescita

  La mission del magazine online dell’Istituto Eurispes è quella di raccontare “l’Italia che verrà”. Nasce così l’idea di fornire sulle nostre pagine...
di Claudia Bugno*
europa e africa
Briefing

Europa e Africa, un futuro condiviso oltre “l’inerzia del mondo”

La recente visita di Mattarella in Algeria ha gettato lo sguardo oltre le tradizionali dinamiche europee, evidenziando che Europa e Africa sono due continenti legati da un destino condiviso in economia come nella lotta alla crisi climatica. La crescita economica africana può coinvolgere in primo luogo in nostro Paese, per posizione geografica e per opportunità.
di Amb. Paolo Sannella*
europa e africa
muri di sabbia
Istituzioni

Muri di sabbia, l’ultima frontiera contro le migrazioni dall’Africa

Mentre l’Europa resta a guardare di fronte alle forze di Minsk che usano i profughi come arma politica, in Africa si usano altre forme per bloccare i flussi migratori. Muri di sabbia vengono eretti e ampliati in Marocco, Algeria, Niger, Libia: lo scopo è far sì che i profughi non superino i confini nazionali.
di Marco Omizzolo*
muri di sabbia
Futuro

Oltre la pandemia, una innovativa esperienza americana

Le difficoltà del post pandemia Ormai sono due anni dall’inizio della pandemia dovuta al virus Covid-19, con oltre 5 milioni di morti, che...
di Laura Dryjanska*
sfruttamento del lavoro
Lavoro

Sfruttamento del lavoro e caporalato, le voci sommerse delle lavoratrici agricole

Lo sfruttamento del lavoro agricolo e il caporalato non riguardano solo i giovani lavoratori immigrati, ma colpiscono anche molte lavoratrici. Una indagine della Ong WeWorld tra le lavoratrici dell’Agro Pontino documenta lo sfruttamento del lavoro delle donne nei campi, fatto di orari assurdi, violenze e vessazioni.
di Marco Omizzolo*
sfruttamento del lavoro
Luciano Maria Teodori

Tempi Moderni

Viviamo in un’epoca dove tutto appare complicato, così complicato che molti rinunciano a pensare con la propria testa e si affidano ai...
di Luciano Maria Teodori
giustizia
Recensioni

Il valore della giustizia raccontato ai ragazzi di ogni età

“La giustizia conviene - Il valore delle regole raccontato ai ragazzi di ogni età” di Gian Carlo Caselli e Guido Lo Forte si configura come un libro dalla duplice natura, dedicato ai non addetti ai lavori e in particolare ai ragazzi. Il racconto delle conseguenze sociali e del valore della legalità avviene da parte di due autori che hanno dedicato la loro intera vita a perseguire giustizia e legalità.
di Ilaria Tirelli
giustizia