Unioni Civili : 372 a 51

I Tg di mercoledì 11 maggio 2016 – Si respira un’evidente aria di festa in alcuni Tg di serata. Festa dichiarata esplicitamente da Tg4, con Cecchi Paone che parla anche “a titolo personale”. Il passaggio delle Unioni Civili è anche per Mentana – che lo sottolinea ripetutamente – una “svolta di civiltà” dopo 28 anni di tentativi andati a vuoto. Sulla Rai primo e secondo titolo per tutte le testate, con ampio spazio dedicato ai festeggiamenti “andati in onda” per tutta la giornata a Piazza Montecitorio, ma anche alle posizioni fortemente contrarie e fortemente diversificate delle opposizioni. Ma, tornando al nostro titolo, è ancora una volta Mentana che dà il senso di questo passaggio: solo 51 i contrari, con i deputati M5S che si astengono, quelli di sinistra italiana che votano a favore e diverse defezioni da FI. Chi scrive vorrebbe veramente che questi numeri rappresentassero fedelmente un Paese che compie un passo importante. Probabilmente è così solo in parte, stando all’annuncio fatto dai “51” della raccolta di firme per un referendum abrogativo, le dichiarazioni di Brunetta che parla di “libertà di coscienza” (ripreso dal Tg1) e gli schiamazzi di Salvini che invita i “suoi” sindaci a boicottare la legge. Gandolfini, portavoce del Family Day, parla esplicitamente di “vendetta contro Renzi” guardando al referendum costituzionale: un capolavoro di lucidità politica! Su tutte le testate è possibile cogliere un qual certo imbarazzo nelle posizioni dei 5 Stelle che motivano l’astensione con l’incompiutezza del testo. La “forzatura” del voto di fiducia è esplicitamente riconosciuta da Tg La7, che però fa prevalere il valore del risultato finalmente ottenuto. 372 a 51, e va benissimo così. Nell’analisi di ieri qualche nostro attento ed affezionato lettore ha colto un coinvolgimento emotivo che travalica il ruolo di chi “osserva” l’informazione di prima serata. Ammettiamo, ma lo rifaremmo: semel in anno celebrare licet.

Passando all’economia, dopo gli accenni presenti ieri si chiarisce questa sera il “quasi sì” dell’Europa all’ulteriore flessibilità richiesta dall’Italia. Solo Tg La7 se ne occupa fin dai titoli, sottolineando che sul fronte del debito Bruxelles chiederà un impegno maggiore. Tg4 ospita a lungo in studio il ministro Poletti, che afferma che le posizione del governo sulla flessibilità pensionistica in uscita sono realistiche e non confuse.

Interessante il servizio di Tg3 che ci aggiorna sul quotidiano braccio di ferro tra Ankara e Bruxelles, con la minaccia turca di riaprire al flusso dei profughi mentre si nega la possibilità di ammorbidire le norme contro i terroristi, spesso in realtà utilizzate nei confronti degli oppositori politici. Il nuovo allarme foreign fighters lanciato dai servizi americani trova spazio soprattutto sulle testate Mediaset. Sul tema profughi e accoglienza, Tg4 visita due centri di raccolta in Puglia e Veneto, denunciano condizioni difficili sia per gli ospiti che per le comunità: vale la pena di sottolineare, ancora una volta, il decisivo cambio di linea editoriale che si è realizzato con la conduzione di Cecchi Paone.

L’allarme per il tritolo trovato a Gioia del Colle, che sarebbe servito per un attentato contro il Procuratore napoletano Colangelo trova spazio nei titoli per quasi tutti i Tg. Analoga visibilità riceve la sentenza di Cassazione che conclude un iter giudiziario durato 3 anni per il tentato omicidio di Lucia Annibali, ospite al Tg1: confermata la condanna a 20 anni per l’ex fidanzato, mandante dei due sicari che l’hanno sfregiata con l’acido.

In conclusione, segnaliamo la copertina del Tg5 che ritorna sui numerosi casi di malasanità diffusa nel nostro Paese, mentre Tg2 dedica l’approfondimento alla difficoltà di curarsi in tempo di crisi, aggravata da tante piccole “dazioni”, da sprechi e corruzione.

Ultime notizie
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze
scuola e università
Istruzione

Scuola e Università per il futuro dell’Italia, investire in formazione e digitale

Scuola e Università per il futuro dell’Italia è il tema dell’incontro promosso dall’Osservatorio sulle Politiche educative dell’Eurispes, che ha avuto luogo a Roma nella giornata di ieri. Emerge il ruolo fondamentale della scuola, della formazione degli educatori, del digitale; attenzione alla prospettiva occupazionale e umana legata all’istruzione e alla possibilità di usare i fondi europei per colmare lacune e divario territoriale.
di Susanna Fara
scuola e università