martedì, settembre 25, 2018

Crescita

I BRICS ridisegnano nuovi assetti economici mondiali. L’Ue non può sottovalutarli

Il peso geo-economico dei BRICS è accresciuto: occupano il 30% della terra, hanno il 43% della popolazione mondiale e il 21% del Pil del pianeta. La loro produzione agricola è il 45% del totale, mentre la produzione delle merci e dei servizi rappresenta rispettivamente il 17,3% e il 12,7%. Un'alleanza economica che l'Europa non può sottovalutare.

I BRICS: nuove opportunità o proiezione di antagonismi tradizionali?

C’è bisogno di un approccio intellettuale aperto e onesto da parte degli esperti per valutare la validità dei BRICS. L’intento deve essere quello di fornire elementi di conoscenza sui possibili scenari futuri ed evidenziare le opportunità, o meno, che i BRICS possono rappresentare per una migliore crescita comune.
derivati

I derivati, il fallimento del metodo economico e i rischi per...

Negli anni passati i governi italiani hanno sottoscritto con 17 banche internazionali e 2 banche italiane vari tipi di derivati finanziari che a dicembre 2014 avevano un valore nozionale di 163 miliardi di euro.
cina

La Cina vuole un ruolo maggiore nelle istituzioni monetarie

Dopo la creazione dell’Asian Infrastructure Investments Bank, in cui partecipano l’Italia ed altri importanti Paesi europei, la Cina e i suoi alleati nel Brics proseguono decisi verso la realizzazione di un nuovo sistema monetario internazionale multipolare.
aiib

AIIB: l’Italia aderisce alla nuova governance monetaria

L’adesione dell’Italia, al processo di creazione della Asian Infrastructure Investment Bank promossa dalla Cina è un fatto molto rilevante nello scacchiere geopolitico.
lavoro

Mosca: lavoro e sfide del XXI secolo

L’impegno della comunità scientifica internazionale, che si riunisce a Mosca il prossimo 10 aprile, ad elaborare contributi e proposte che dovrebbero consentire ai decisori politici di operare per scelte urgenti e adeguate.
pubblica amministrazione

Pubblica amministrazione: tempi difficili tra costi e ricavi

Nel nostro Paese si contano 58 impiegati nella Pubblica amministrazione ogni mille abitanti, ai livelli della Germania (54), in Svezia sono 135. L'Italia risulta l'unico paese in cui, negli ultimi dieci anni il numero dei dipendenti pubblici si è ridotto: meno 4,7%. Nel resto d'Europa, gli addetti nel pubblico impiego sono cresciuti, soprattutto in Irlanda e in Spagna dove si è registrato un aumento rispettivamente del 36,1% e del 29,6%.
back reshoring

Back reshoring: opportunità per l’Italia

Le aziende italiane tornano a casa. Analisi e prospettive di un fenomeno crescente che potrebbe essere un volano per l'industria italiana, ma non riceve tutta la dovuta attenzione.
brics

L’Italia non resta indietro: nasce un Laboratorio sui BRICS

Secondo stime comuni e condivise, nel 2050 i BRICS, insieme ad alcuni paesi emergenti come Indonesia, Messico e Turchia, avranno un peso economico superiore a quello dell'insieme dei paesi del G7
ripresa

Tra Keynes e Renzi: gli “animal spirits” della ripresa

Per la prima volta si parla di netta ripresa dell’occupazione, vera cartina di tornasole di un’uscita dalla crisi nel segno dell’equità e non dei soli numeri.
di Alberto Mattiacci
Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
Intervista
di Corrado Giustiniani
Vigili del Fuoco come angeli custodi, sempre in prima linea nelle tragedia e amatissimi dalla gente. Eppure, lo stipendio medio non [...]

Opinioni

International
di Marco Omizzolo
Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito [...]
Approfondimenti
di redazione
Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il [...]

Osservatorio TG

Osservatorio TG
di redazione
Tabella dei titoli in percentuale. Totale titoli: 212. Argomenti presenti nelle titolazioni: 294; politica 32% (94 presenze, per il [...]

Recensioni

Recensioni
L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni [...]
di Massimiliano Cannata
Informazione
Viviamo ogni giorno volontariamente ‘impigliati’ nella Rete, per informarci, per diletto, per navigare nelle infinite opportunità del [...]
di Alfonso Lo Sardo
International
Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di [...]
di Alfonso Lo Sardo
Recensioni
La “Questione Meridionale” è un “caso eclatante di procreazione in laboratorio”, nata con l’Unità d’Italia che divise definitivamente [...]
di redazione
Recensioni
In Italia sono circa 15 mln gli incerti che non hanno orizzonte lavorativo stabile e non riescono a progettare il futuro. Il saggio di [...]
di Massimiliano Cannata