Auguri al Tg2

I Tg di martedì 15 marzo – Le aperture sono sul pomeriggio di terrore a Bruxelles, e molti sono gli aggiornamenti che giungono in diretta. Le testate Mediaset ripropongono le immagini del Bataclan, ma la caccia all’uomo da parte dei servizi belgi e francesi segnala che la situazione è a parti invertite: i buoni braccano i cattivi. Ciò nonostante Mentana si chiede come sia possibile che a 4 mesi dalle stragi di novembre a Parigi ci siano ancora terroristi che girano per Bruxelles.

I Tg di serata sembrano distratti dal “dato” di oggi, prima giornata del ritiro delle forze russe dalla Siria, nonché quinto anniversario dell’inizio della guerra civile: titolo solo per TgLa7. La Siria richiama automaticamente la questione profughi, drammaticamente simboleggiata dalla situazione di Idomeni, dove i disperati che ieri avevano guadato il fiume di confine sono stati ricacciati indietro dalla polizia macedone. Ampie le coperture dei Tg Rai, con Tg2 che segue la vicenda di una famiglia che è riuscita a sfuggire dai bivacchi e dalle notti sotto le stelle o la pioggia perché entrata all’interno dei flussi regolati.

L’ulteriore spaccatura nel centrodestra sui candidati per Roma Capitale si carica delle polemiche sulla “mamma sindaco”. I Tg Mediaset questa volta ne parlano, anche perché protagonista delle dichiarazioni di giornata è ancora una volta Berlusconi. Tg4 e Tg5 le puntellano ricordando che la candidata Meloni aveva escluso il suo impegno fino a poche settimane fa. Dai Tg Rai e La7 fin dai titoli appare chiaro che lo scontro su Roma altro non è che un’avvisaglia di quello per la leadership alle politiche nazionali.

Il debito pubblico aumentato a gennaio e i dati sulla deflazione affascinano solo La7, mentre per altri ha il sopravvento la notizia della Campari che acquista la Grand Marnier.

Gli arresti a Roma tra delinquenti specializzati in furti negli appartamenti, alcuni dei quali “reduci” della banda della Magliana, ottengono spazio su Tg1 e Tg5, che vi dedica la copertina.

Concludiamo con Tg2 che questa ha celebrato se stesso, ovvero il quarantesimo anniversario della testata, che esordì il 15 marzo 1976. Parte consistente dell’edizione è dedicata ad un lungo amarcord, intessuto di volti, voci ed immagini che ci rimandano alla fase gloriosa della riforma della Rai e che oggi sarebbe altrettanto necessaria. Visto che ne rendiamo “edotti” i nostri lettori quasi quotidianamente, anche noi festeggiamo oggi Tg2 riconoscendogli la pervicacia di coniugare notizie e approfondimenti, nello spirito di un servizio pubblico di cui molto spesso si sono perse le tracce.

Ultime notizie
Italia

Reti europee di trasporto TEN-T: l’Italia penalizzata dalle nuove strategie adottate

Una premessa. Era il lontano 2004 quando l’Unione europea, per impulso di Romano Prodi Presidente della Commissione, immaginò di rafforzare il processo...
di Gianpaolo Basoli, Luca Danese, Marco Ricceri
violenza contro le donne
Donne

Violenza contro le donne, meno vittime ma attenzione ai reati spia

Violenza contro le donne, nel report della Direzione centrale della Polizia criminale allerta sui reati spia e sulle vittime con disabilità. Diminuiscono i casi di femminicidio, -9% rispetto al 2021, ma aumentano le violazioni di allontanamento e i reati di violenza sessuale.
di redazione
violenza contro le donne
stalking
Criminalità e contrasto

Stalking, vittime degli atti persecutori continuano ad essere soprattutto le donne

Lo stalking, ossia gli atti persecutori, è considerato uno dei reati spia, quei delitti che sono indicatori di una violenza di genere. È possibile leggere il fenomeno attraverso gli ultimi dati messi a disposizione dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e le indagini realizzate dall'Eurispes.
di Susanna Fara
stalking
intelligenza artificiale
Tecnologia

Intelligenza artificiale, costi e benefici ambientali della rivoluzione digitale

Intelligenza artificiale e sostenibilità: migliorare l’efficienza energetica dei sistemi è utile al bilancio ambientale, ma non bisogna trascurare gli impatti diretti delle operazioni di calcolo e delle infrastrutture tecnologiche, in termini di consumo energetico e di materie prime.
di Roberta Rega
intelligenza artificiale
scuola
Scuola

La crisi della scuola come laboratorio di eccellenza e inclusione raccontata dal Presidente Roberto Ricci attraverso i dati INVALSI

La scuola italiana descritta dalle prove INVALSI è un sistema affetto da divario territoriale e scarsa attenzione alla crescita degli alunni: un alunno su dieci è in una situazione di fragilità al termine del ciclo di scuola secondaria, con punte vicine al 20% nelle regioni del Mezzogiorno.
di Roberto Ricci*
scuola
sud e coesione
Italia Domani

Sud e coesione territoriale: a che punto siamo?

Sud e coesione territoriale sono tra i punti fondamentali del PNRR. Quasi 20 miliardi di euro sono destinati a politiche di inclusione e coesione, volte a colmare il divario territoriale presente in Italia. Dopo il lavoro svolto dal Ministero del Sud, le modifiche di competenze dei Ministeri volute dal nuovo governo introducono nuovi scenari organizzativi.
di Claudia Bugno*
sud e coesione
Van Gogh
Cultura

Vincent Van Gogh, i colori che hanno influenzato il mondo. La mostra a Roma

La pittura di Vincent Van Gogh è entrata nell’immaginario collettivo, diventando oggetto di venerazione e culto. Una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma, in occasione dei 170 anni dalla nascita, esplora il mistero di una fascinazione per il colore che ha conquistato intere generazioni.
di Angelo Perrone
Van Gogh
welfare
Intervista

Le nuove emergenze impongono un ripensamento del welfare e del ruolo dei sindacati. Intervista al Presidente Tiziano Treu

Le nuove emergenze globali impongono un ripensamento di welfare e ruolo dei sindacati per far fronte ad emergenze sociali legate a inflazione e povertà. Il PNRR e l’agenda Draghi hanno segnato una svolta verso coesione e sostenibilità, ma bisogna puntare sull’innovazione. A colloquio con Tiziano Treu Presidente del CNEL.
di Massimiliano Cannata
welfare
questione meridionale
Mezzogiorno

Questione meridionale ancora aperta. Superare il divario tra Nord e Sud centrale per ritrovare unità nazionale

La questione meridionale è stata messa da parte con la Seconda Repubblica, lasciando la centralità alla narrazione politica di un Paese disunito e con opposte rivendicazioni. Ma il Sud resta al centro dello sviluppo del Paese e della sua unità nazionale, e il PNRR deve rappresentare una occasione per colmare il divario.
di Luca Bianchi*
questione meridionale
agroscienze
Agricoltura

L’ascesa dell’agricoltura sostenibile e la crescita del mercato delle agroscienze

Alla ricerca della sostenibilità in agricoltura Il settore agricolo si sta ormai orientando su scala globale verso pratiche sostenibili volte a preservare e...
di Cecilia Fracassa
agroscienze