Eccellenza

Carabinieri custodi della bellezza. Il Belpaese nel Calendario 2019

152

Carabinieri custodi della bellezza: il “segnale” arriva dal Calendario 2019 che, come tutti gli anni, si ispira ai valori secolari dell’Arma.

Quest’anno, il prestigioso calendario è dedicato alla protezione dei beni culturali, in particolare a quelli riconosciuti patrimonio dell’Unesco, e al valore che i reperti storici e artistici possono rappresentare per il Paese.

L’edizione 2019 è stata, infatti, pensata per la ricorrenza dei 40 anni dell’inserimento del primo sito italiano nel Patrimonio mondiale dell’Umanità e, parallelamente, dei 50 anni dalla nascita dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Sono stati «inseriti tutti con immagini o menzioni tali da fornire una visione complessiva della varietà di scenari della nostra penisola», ha dichiarato nel suo intervento il Comandante Generale dell’Arma, Giovanni Nistri.
In parallelo è riportato in breve il percorso evolutivo dei Carabinieri negli ultimi decenni, a partire dal Comando Tutela Patrimonio Culturale avviato nel 1969, che di recente ha fornito i primi “caschi blu della cultura” all’Unesco. Accompagnano le immagini dei luoghi simbolo della Nazione le altre articolazioni dell’Arma, attraverso la rappresentazione di uniformi e di volti. «Il volto – ha proseguito il generale Nistri – è lo specchio dell’anima, come i luoghi sono lo specchio di un Paese. E quelli presenti nelle tavole stanno ben attenti a non invaderle. Si fondono nell’insieme, perché noi siamo e ci sentiamo parte integrante del paesaggio italiano, inteso come identità nazionale».
Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949, il Calendario tornò a vivere nel 1950 e da allora tanti temi sono stati trattati, vicini all’Arma ma anche ai cittadini.
Le tavole del Calendario, ideate e realizzate sotto la direzione artistica di Silvia di Paolo con una grafica verista, mostra i volti acquarellati dei veri protagonisti della scena quotidiana dell’Arma: gli uomini e le donne in servizio effettivo che operano nei diversi campi. A fare da sfondo le bellezze del Belpaese. Un calendario, che «va conservato con cura perché, anche se ne sono state stampate circa un milione di copie, sarà difficile riprodurle perché sono anti falsificazione», ha spiegato il Generale Massimo Mennitti, Capo del V Reparto “Relazioni esterne e Comunicazione” del Comando Generale dell’Arma. Nella trama della carta, sono state infatti inserite filigrane, blu e rosse, come in colori dell’Arma, che la rendono speciale, esattamente come le banconote.

«Questo calendario – ha dichiarato Alberto Angela che ha partecipato all’evento di partecipazione scienziato conduttore – è un’opera di identità che rappresenta scatti di DNA, perchè ogni italiano si riconosce nell’opera d’arte, nel monumento, nel reperto, nel piccolo quadro della chiesa di campagna che gli è più vicino e che lo rappresenta. Queste pagine – ha aggiunto – sono come tasti di un pianoforte che suona la sinfonia del nostro futuro perché è un album di famiglia del nostro modo di pensare».

Ultime notizie
Salute

Farmaci e prestazioni inutili, colpa della medicina difensiva. Ma è davvero così?

Malasanità ed errori sanitari: a due anni dall'entrata in vigore della legge Gelli, che aveva come obiettivo quello di ridefinire il tema della responsabilità medica e arginare la medicina difensiva, abbiamo raccolto l'opinione dell'avvocato Franco Di Maria, membro dell'Osservatorio Salute, Legalità e Previdenza dell'Eurispes.
di Valentina Renzopaoli
Cultura & Turismo

Viaggi alternativi. A “caccia” di “nicchie di vita”, lontano dal turismo del selfie

Gli italiani sono buoni viaggiatori ma sempre più mordi e fuggi. L’offerta turistica si sta differenziando, con la proposta di esperienze di viaggio alternative. Ne parliamo con Daniele Bellucci, fondatore dell’associazione “Festival nel mondo”.
di Raffaella Saso
Ambiente

L’agricoltura delle diversità può rilanciare l’economia dei territori. L’intervista

L'Osservatorio “Cibi, Produzioni, Territori” Eurispes/Uci/Università Mercatorum è entrato nel vivo delle sue attività . Ne parliamo con Mario Serpillo, Presidente dell'Uci.
di Matteo Bruno Ricozzi
Ambiente

Agromafie e cibi al veleno. Caselli: “Gli agropirati non conoscono crisi”

A tavola la criminalità non conosce l’ombra della crisi. Il VI Rapporto Agromafie ha alzato, anche quest’anno, il sipario su un business che ha raggiunto i 24,5 miliardi di euro con un incremento annuo del 12%. Gian Carlo Caselli: "Il fronte dei cibi al veleno è uno dei nuovi fenomeni da presidiare".
di Massimiliano Cannata
Economia

Beni confiscati alle mafie, Fara: “Creare una holding per gestire l’immenso patrimonio”

La crescente attenzione ai temi del contrasto patrimoniale al crimine ‒ che fa da contraltare alla connotazione sempre più economica delle più...
di Gian Maria Fara
Gioco

Esports mania: il business vale un miliardo di euro

Quello degli eSports è un fenomeno sociale in rapidissima ascesa e costante trasformazione. Chiara Sambaldi e Andrea Strata hanno pubblicato la prima opera completa dedicata ai giochi elettronici.
di Valentina Renzopaoli
Economia

Roma-Milano non è solo un treno ad alta velocità. L’eterno conflitto

Roma-Milano in eterna competizione. Alberto Mattiacci analizza gli aspetti della conflittualità e il divario "che viene da lontano" tra il "bel momento" di Milano e la crisi della Capitale.
di Alberto Mattiacci
Cultura

Da Dylan Dog a Nathan Never. Michele Medda: “Il fumetto popolare è destinato a morire”

Qual è il presente ed il futuro dei fumetti in Italia? Ne parliamo con Michele Medda, ideatore di Nathan Never con Antonio Serra e Bepi Vigna, autore per le più importanti testate del fumetto italiano.
di Raffaella Saso
Economia

Agromafie. “Inseguiamo i caporali e non ci accorgiamo di chi condiziona i prezzi”

Come è noto, il nostro Paese è ricco di storia, di cultura, di arte, di tradizioni che ci hanno lasciato le generazioni...
di Gian Maria Fara
Rapporto Italia

Giornata della salute, esplode il mercato dei “cibi senza”. I dati

Cibi per intolleranti, integratori alimentari ed antibiotici fai da te. Tra salutismo, moda e psicosi, esplode anche in Italia il mercato dei “cibi senza”. In occasione della Giornata della Salute, riproponiamo i dati del Rapporto Italia.
di redazione