Osservatorio TG

Coronavirus, l’epidemia dilaga. Per il primetime la psicosi è archiviata

102

L’epidemia di coronavirus domina anche questa settimana nelle scalette del prime time, raccogliendo ben 29 aperture. Con il passare dei giorni, l’attenzione delle testate vira sui (pochi) casi italiani, e sulle operazioni di rimpatrio dei connazionali, mentre i numeri sempre crescenti del contagio in Cina, con gli oltre 600 morti e i più di 30mila infettati, scendono in secondo piano.
 
Quella che emerge dai servizi è una situazione comunque “sotto controllo”, che orienta le testate ad approfondire le conseguenze che si avranno nel medio periodo a livello economico. Sui Tg Mediaset discreta attenzione va ai danni che l’epidemia sta già provocando sia all’economia cinese che alle nostre esportazioni, con focus sul settore della moda. 
 
Tg4 è il solo a parlare nei titoli di “psicosi”, in relazione all’agitazione della politica a seguito delle richieste di alcuni governatori leghisti di porre, sostanzialmente, in quarantena i bambini di ritorno dalla Cina. Queste posizioni vengono difese, nel corso dell’edizione, da alcuni commentatori, ma anche il Tg più propenso ai toni allarmistici questa volta non dà spazio ad ansie e polemiche ingiustificate, e sempre martedì denuncia in un servizio “l’epidemia di ignoranza” di cui sono vittime i cittadini cinesi in Italia. La visita del Presidente della Repubblica Mattarella di giovedì, in una scuola romana che accoglie moltissimi studenti cinesi, viene documentata da tutte le testate (6 menzioni nei titoli), con Mentana che, a fine servizio, chiede alla regia di rimandare le immagini dei bambini che cantano assieme al Capo dello Stato l’inno di Mameli.
 
La tragedia del Frecciarossa
 L’incidente del Frecciarossa nel lodigiano, costato la vita a due macchinisti, si impone giovedì sulle aperture, con doppio titolo per Studio Aperto e Tg4. Tutti i servizi seguono lo sviluppo delle indagini, con la consapevolezza che se l’incidente si fosse consumato in un qualunque altro orario, si sarebbe verificare una carneficina. Sul fronte della sicurezza stradale, segnaliamo l’attenzione del Tg2, che dedica un report alle operazioni condotte dai tecnici di Autostrade nelle gallerie.
 
Tensione sulla prescrizione. Mentana: “Un pasticcio”. Renzi e Di Maio “osservati speciali” del prime time
 Il dibattito all’interno della maggioranza sulla riforma della prescrizione ottiene coperture modeste da parte dei Tg Rai, mentre i Tg Mediaset evidenziano, attraverso i giudizi di alcuni commentatori, le fratture e lo scontro tra il ministro Bonafede e Renzi, con Italia Viva che non accetta l’intesa di compromesso raggiunta tra Pd, M5S e Leu. Tg La7 delinea il quadro con maggiore chiarezza, parlando di un “pasticcio” sulla prescrizione e di “tensione altissima” nella maggioranza.  A pesare su questi scenari, la manifestazione annunciata per il 15 febbraio dal ministro Di Maio, ripresa mercoledì da 4 testate. 
 
Impeachment, caso archiviato. Primarie 2020, “flop” per i democratici
 L’esito del voto al Senato americano che archivia la procedura per impeachment per Trump, forse perché atteso, rimane in secondo piano, e tra giovedì e venerdì è oggetto soltanto di 6 titoli. Ampi spazi per Tg2 e i Tg Mediaset, con Tg5 che giovedì chiama Vittorio Sgarbi a commentare il forte contrasto tra il Presidente Usa e la speaker della Camera Nancy Pelosi. Il “flop” delle primarie democratiche, dovuto a un mix tra previsioni sbagliate e software difettosi, viene ripreso da tutti tra lunedì e mercoledì, con i Tg Mediaset che evidenziano il commento irriverente di Trump.
 
Libia, Tg3 rilancia le denunce dell’Onu. Tg4, “cortocircuito” sui migranti
 Le evoluzioni della situazione libica, con la tregua che un giorno pare rafforzarsi, e un altro esistere solo sulla carta, vengono trattate solamente da Tg1 e Tg3, che mercoledì riprende le dichiarazioni del segretario generale dell’Onu Guterres, che parla apertamente di “scandalo”.  È sempre la testata di Paterniti a dedicare attenzione alle condizioni dei migranti fuori dall’Italia, con un reportage dai centri dell’isola di Lesbo, al centro di molte proteste. Diverse testate segnalano l’imminente carestia nei paesi del Corno d’Africa, causata da un’imponente invasione di locuste.
 
Il nuovo formato del Tg4, che vede il coinvolgimento in ogni edizione di diversi commentatori, ha prodotto in settimana alcuni, singolari cortocircuiti sul tema dei migranti. Se mercoledì la testata denuncia nel sottotesto del titolo “l’aumento della paghetta ai migranti” voluto dal ministro Lamorgese, questa espressione non viene mai usata nei servizi. Anzi, il commentatore della serata, il direttore del Foglio Claudio Cerasa, segnala che la strategia del Governo è corretta, e che anzi viene incontro ai danni causati dalle strategie di Salvini, che invece hanno “aumentato gli immigrati irregolari”.

Ultime notizie
Recensioni

La dittatura del terzo like. Il dibattito politico è sostituito dai post

Siamo dominati dalla dittatura del like, nella quale l’importante è il consenso della massa informe che agisce sui social; nella quale la politica dimentica il senso stesso del suo essere, rimanendo comodamente immobile innanzi ai post, ai like, all’ignoranza.
di Ilaria Tirelli
Il punto

Uno Stato da ri-costituire

La frattura tra Sistema e Paese che abbiamo segnalato nei precedenti Rapporti stenta a ricomporsi; anzi, si è allargata nel corso dei...
di Gian Maria Fara
Diritti umani

Decreto sicurezza, senegalese e cieco discriminato “per legge”. I nuovi esclusi

Senegalese, povero e cieco: accolto e tutelato per motivi umanitari fino ad ora dallo Stato italiano, adesso sarà abbandonato a se stesso grazie al decreto sicurezza. Sono migliaia le donne e gli uomini che come Hamed sono precipitati nella precarietà e nell’isolamento.
di Marco Omizzolo
Informazione

Dal politichese agli slogan di odio e rabbia. Ecco come oggi parla la politica

Come si è trasformato il linguaggio della politica? Dal “tanto qui è tutto un magna magna” all’invito ad abbassare i toni, dal “vaffa” grillino, all’“aiutiamoli a casa loro”, dai “nuovi barbari” al “buonismo”: il pamphlet di Ettore Maria Colombo "Piove governo ladro", propone un dizionario sui modi di dire della politica.
di Alfonso Lo Sardo
Politica

Blocco prescrizione e lodo Conte bis. Macrì: “Macchinoso e di dubbia costituzionalità”

Sui problemi posti dal blocco della prescrizione al momento della pronuncia della sentenza di primo grado (blocco sul quale ho espresso la...
di Vincenzo Macrì
Sicurezza

Rapporto Italia 2020, Gen.Governale (DIA): “Centrato il problema della crisi delle classi dirigenti”

Gen. Giuseppe Governale, 32esima edizione del Rapporto Italia dell’Eurispes: quali sono state le sue impressioni ascoltando le parole del Presidente, Gian Maria...
di redazione
Sicurezza

Gdf, Gen. Ricozzi: “Dare sicurezza significa anche essere percepiti come forza di sicurezza”

Gen. Carlo Ricozzi, come sempre, anche quest’anno il Rapporto Italia dell’Eurispes ha sondato la fiducia degli italiani nei confronti delle Forze di...
di Valentina Renzopaoli
Attualità

Coronavirus, la Cina pubblica il report verità per annientare le fake news

Coronavirus: un recente studio tenta di fare il punto sull’attuale situazione in Cina, per dimostrare la validità delle misure messe in pratica dal governo cinese.
di Ludovico Semerari
Ambiente

Rifiuti in Campania: aumenta la spesa pubblica, impenna la raccolta differenziata

Come emerso dal nostro ultimo Rapporto Italia, presentato lo scorso 30 gennaio alla Sapienza Università di Roma, lo Stato italiano, nel periodo...
di Marco Ascione
Mezzogiorno

Rapporto Italia 2020, Caligiuri: “Colpiscono dati che smentiscono fake news su immigrazione e Sud”

Professor Caligiuri, qual è stata la sua impressione dopo aver ascoltato le parole del Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, che ha illustrato...
di Valentina Renzopaoli