Osservatorio TG

Ecoreati: l’ambientalismo batte un colpo

ecoreati

I Tg di martedì 19 maggio – Mentana dà in diretta la notizia del passaggio al Senato delle legge sugli ecoreati, che giunge dopo 18 anni di disattenzione e battaglie parlamentari. Tg1 fa in tempo a produrre un servizio che illustra le varie fattispecie di reati contro l’ambiente e le pene corrispettive. E’ uno dei pochi casi di approvazione di una legge di iniziativa parlamentare – come segnala TgLa7 – , di cui si “gloria” il Movimento Cinque Stelle, ma anche il Pd con il consueto tweet di Renzi. Gaber con molte ragioni si chiedeva “che cos’è la destra, che cos’è la sinistra…”. La votazione odierna, che rende il Paese un po’ meno autolesionista, può rappresentare una pur piccola risposta. Hanno votato a favore il centrosinistra e Cinque Stelle, contro la destra e Forza Italia. Su Mediaset non si brinda, anche se – ironia della sorte – tutti i suoi Tg, seguiti da Tg1, ripropongono le immagini della collina scesa a valle cinque anni fa a Maierano in Calabria, che le indagini hanno dimostrato essere stata “squagliata” da discariche inquinanti e corrosive.
Archiviata questa rara notizia positiva, la politica continua a macinare le polemiche sul bonus Poletti dei pensionati che, per Mediaset, continuano ad esser “scippati” e “rapinati” dal governo. Sulle reazioni della popolazione più avanti negli anni si stanno giocando le carte degli ultimi 15 giorni di campagna elettorale. Sui Tg Rai “rimbalzano” le dichiarazioni di Renzi da Porta a Porta e dai talk del mattino: “con il bonus riteniamo di aver risolto la partita con la Corte seguendo un criterio di realismo e di equità”.
L’altro tema “di fase” è rappresentato dai profughi e dall’atteggiamento dell’Europa. Anche su questo Renzi si fa sentire con l’annuncio del recupero deciso dall’Italia del barcone con le 800 vittime. Mediaset è scettica e prevede lo sgonfiamento del piano Juncker, ma anche Mentana espone dubbi alquanto articolati. Su Tg3 compare un’intervista alla Lady Pesc Mogherini che si mostra ottimista sul processo di convincimento che da qui a giugno dovrebbe portare ad una maggioranza dei paesi favorevoli alla condivisione delle quote di migranti.
Come un fiume carsico il marcio del calcio riemerge con i 50 arresti per le partite vendute e comprate nella Lega pro e nella serie D. Un mondo marcio, si potrebbe dire, dalla A alla D. Il calcio scommesse non è comunque “solo”, visto che su Rai e La7 grande spazio ha anche l’inchiesta nata dall’Antitrust sui diritti televisivi che ha portato oggi la Guardia di Finanza nelle sedi di Sky, Mediaset e Lega Calcio. I Tg Mediaset “sorvolano”.
La cronaca da Napoli offre un nuovo caso di spari tra le mura domestiche e sui passanti. Presenti su tutti i Tg, quello della seconda rete pubblica coglie l’occasione per segnalare che la diffusa violenza assume una specifica connotazione “condominiale”, con una litigiosità diffusissima che sfocia non solo negli affollatissimi tribunali, ma talvolta fa ricorso a pistole e fucili.

Dati Auditel dei Tg di lunedì 18 maggio 2015

Schermata 2015-05-19 alle 23.50.01

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
Economia

Terzo settore, al via il Master per formare i nuovi manager del Welfare

Partiranno a febbraio i colloqui di selezione per il Master di II Livello “Terzo Settore, Innovazione Sociale e Governance dei Sistemi Locali di...
di redazione
mauro ceruti
Cultura

Nel mondo interconnesso la fraternità può rifondare la geopolitica: a colloquio con Mauro Ceruti

A colloquio con Mauro Ceruti, professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e direttore della PhD School for Communication Studies Università IULM di Milano.
di Massimiliano Cannata
mauro ceruti
Economia

Cantieri di legalità. PNRR, un banco di prova

Il 2021 si è concluso con un primo successo nell’ambito dell’ambizioso Piano Nazionale per la Ripresa e Resilienza (PNRR), con il raggiungimento...
di Roberto De Vita* e Marco Della Bruna
PNRR borghi
Futuro

Aree marginali nel PNRR: il rilancio parte dai borghi

Il PNRR presenta investimenti e riforme puntuali in aree marginali ben definite, come il Piano Nazionale per la valorizzazione dei borghi. L’investimento si origina dalla considerazione che tanti piccoli centri storici italiani rappresentano un enorme potenziale per un turismo sostenibile alternativo.
di Claudia Bugno*
PNRR borghi
third sector
Internazionale

Third sector: the new pillar to start again

Change is a natural consequence of crises, especially when they are global in scope. The Covid-19 pandemic hit people hard in all...
di Ida Nicotera*
third sector
urne elezioni libia
Briefing

Dalle urne ai proiettili. Libia, tutto da rifare

Dalle urne elettorali alle urne funerarie in Libia il passo è breve. Sfumano le speranze di una transizione democratica indolore. A decretare...
di Francesco Bechis
urne elezioni libia
terzo settore
Internazionale

Terzo settore: il nuovo pilastro da cui ripartire

Il Terzo settore ha fornito un contributo essenziale e si è posto come “faro” nella gestione dell’emergenza. Esperti e studiosi di Russia e Italia hanno affrontato, in un recente incontro, il tema della collaborazione tra i due paesi riguardo al Terzo settore e alla sostenibilità.
di Ida Nicotera*
terzo settore
PNRR
Economia

L’attuazione del PNRR e la prevenzione delle attività illecite

Garantire un’efficiente ed efficace attuazione del PNRR significa anche agire al fine di prevenire possibili infiltrazioni criminali e frodi, corruzioni e attività illecite nell’utilizzo delle risorse.
di Claudia Bugno*
PNRR
metaverso
Economia

Le regole giuridiche del metaverso e la tassazione degli NFT

Gli ordinamenti giuridici dovrebbero regolamentare le imprese attive nel metaverso, in particolare nella gestione fiscale di NTF, trovando nuove soluzioni normative in termini di privacy, diritti di proprietà intellettuale ed industriale, ed anche di fisco.
di Giovambattista Palumbo*
metaverso
europa
Immigrazione

In Europa troppi immigrati? Il 40% dei cittadini è favorevole a innalzare muri

L’Europa alza i suoi muri verso il mondo esterno, non solo per la pandemia: il 40% dei cittadini europei è favorevole alla costruzione di muri alle frontiere, mentre 6 su 10 pensano che in Europa ci siano troppi immigrati.
di Roberta Rega
europa