Ecoreati: l’ambientalismo batte un colpo

ecoreati

I Tg di martedì 19 maggio – Mentana dà in diretta la notizia del passaggio al Senato delle legge sugli ecoreati, che giunge dopo 18 anni di disattenzione e battaglie parlamentari. Tg1 fa in tempo a produrre un servizio che illustra le varie fattispecie di reati contro l’ambiente e le pene corrispettive. E’ uno dei pochi casi di approvazione di una legge di iniziativa parlamentare – come segnala TgLa7 – , di cui si “gloria” il Movimento Cinque Stelle, ma anche il Pd con il consueto tweet di Renzi. Gaber con molte ragioni si chiedeva “che cos’è la destra, che cos’è la sinistra…”. La votazione odierna, che rende il Paese un po’ meno autolesionista, può rappresentare una pur piccola risposta. Hanno votato a favore il centrosinistra e Cinque Stelle, contro la destra e Forza Italia. Su Mediaset non si brinda, anche se – ironia della sorte – tutti i suoi Tg, seguiti da Tg1, ripropongono le immagini della collina scesa a valle cinque anni fa a Maierano in Calabria, che le indagini hanno dimostrato essere stata “squagliata” da discariche inquinanti e corrosive.
Archiviata questa rara notizia positiva, la politica continua a macinare le polemiche sul bonus Poletti dei pensionati che, per Mediaset, continuano ad esser “scippati” e “rapinati” dal governo. Sulle reazioni della popolazione più avanti negli anni si stanno giocando le carte degli ultimi 15 giorni di campagna elettorale. Sui Tg Rai “rimbalzano” le dichiarazioni di Renzi da Porta a Porta e dai talk del mattino: “con il bonus riteniamo di aver risolto la partita con la Corte seguendo un criterio di realismo e di equità”.
L’altro tema “di fase” è rappresentato dai profughi e dall’atteggiamento dell’Europa. Anche su questo Renzi si fa sentire con l’annuncio del recupero deciso dall’Italia del barcone con le 800 vittime. Mediaset è scettica e prevede lo sgonfiamento del piano Juncker, ma anche Mentana espone dubbi alquanto articolati. Su Tg3 compare un’intervista alla Lady Pesc Mogherini che si mostra ottimista sul processo di convincimento che da qui a giugno dovrebbe portare ad una maggioranza dei paesi favorevoli alla condivisione delle quote di migranti.
Come un fiume carsico il marcio del calcio riemerge con i 50 arresti per le partite vendute e comprate nella Lega pro e nella serie D. Un mondo marcio, si potrebbe dire, dalla A alla D. Il calcio scommesse non è comunque “solo”, visto che su Rai e La7 grande spazio ha anche l’inchiesta nata dall’Antitrust sui diritti televisivi che ha portato oggi la Guardia di Finanza nelle sedi di Sky, Mediaset e Lega Calcio. I Tg Mediaset “sorvolano”.
La cronaca da Napoli offre un nuovo caso di spari tra le mura domestiche e sui passanti. Presenti su tutti i Tg, quello della seconda rete pubblica coglie l’occasione per segnalare che la diffusa violenza assume una specifica connotazione “condominiale”, con una litigiosità diffusissima che sfocia non solo negli affollatissimi tribunali, ma talvolta fa ricorso a pistole e fucili.

Dati Auditel dei Tg di lunedì 18 maggio 2015

Schermata 2015-05-19 alle 23.50.01

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città
RAEE
Tecnologia

RAEE, rifiuti elettronici: un tesoro nascosto

I RAEE, i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno trattati in maniera del tutto speciale e secondo determinate modalità presso le isole ecologiche. Otto italiani su dieci dichiarano di possederne almeno uno, ma dal loro corretto smaltimenti si trarrebbe un significativo beneficio economico.
di Ilaria Tirelli
RAEE
imprese e sviluppo sostenibile
Futuro

Imprese e Sviluppo sostenibile, sempre più complesso il quadro delle nuove regole europee

Il 28 novembre 2022 il Consiglio Europeo ha approvato in via definitiva il testo della nuova direttiva sulla comunicazione delle imprese in...
di Fabrizio Zucca*
imprese e sviluppo sostenibile
Comunità Energetiche Rinnovabili
Italia Domani

Comunità energetiche rinnovabili: dal Pnrr nuovi modelli di crescita

Il doppio filo che lega Agenda 2030 e il PNRR si sta ulteriormente rafforzando attraverso la messa a punto di strumenti che...
di Claudia Bugno*
Comunità Energetiche Rinnovabili