Osservatorio TG

Giustizia e Vendetta

giustizia

I Tg di giovedì 9 aprile – I 13 colpi sparati nelle aule e tra i corridoi del Tribunale di Milano picconano l’illusione che almeno nei santuari della Giustizia la sicurezza venga assicurata alle parti: magistrati, testimoni, avvocati e semplici cittadini. I Tg di serata appaiono un po’ tutti “clonati” e attaccati alle stesse fonti, ad analoghe e ripetitive testimonianze di persone che sono state investite dalla (lucida?) volontà omicida dell’imprenditore fallito che si è voluto vendicare. Impossibile attendersi altro, e lo stesso vale per la sequenza quasi monotona delle dichiarazioni delle massime istituzioni, tutte intente a denunciare “la falla” nella sicurezza che ha permesso ad un ex imprenditore di uccidere un giudice, un avvocato e un testimone coimputato, di vagare per quasi un’ora nella all’interno della città giudiziaria milanese, di uscirne indisturbato per raggiungere in scooter un paese della cinta metropolitana alla ricerca di un’altra vittima della sua vendetta, venendo infine arrestato. Se ad un fatto di cronaca di per se tragico che fa 3 vittime innocenti si aggiunge l’ambientazione in un luogo pubblico per eccellenza; se sullo sfondo di una furia omicida si staglia la galassia Giustizia, con il suo storico portato di polemiche che emergono addirittura nella riunione straordinaria del Csm presieduta da Mattarella; se premier, ministro degli Interni, leader di maggioranza e di opposizione sono ovviamente portati a intervenire e a dire la loro; se avviene tutto questo la conseguenza obbligata è che i Tg ”riportino” e risultino tutti uguali, senza che ciò suoni come una critica.
Per il resto, ben poco da segnalare. Tutte le testate segnalano che i sindaci si sono tranquillizzati dopo l’incontro mattutino con Renzi: la mannaia di ulteriori tagli si allontanerebbe. Mentana sottolinea fin dai titoli che De Gennaro è stato “blindato” dal premier, che riconosce la sua professionalità e non condivide la sua chiamata in causa per le responsabilità del G8 di Genova. Più autorevolmente – a nostro giudizio – l’allora Capo della Polizia viene “assolto” anche da Cantone, come riportano le maggiori testate. Non mancano, sia in Rai che su Mediaset, gli echi delle dichiarazioni di ieri dello statista Salvini e sul suo programma di spianare a zero i campi rom.
I fatti di Milano comprimono tutto il resto, ma su TgLa7 e Tg3 c’è spazio per segnalare l’alzata di testa del presidente iraniano Rohani che minaccia di ritirare l’assenso al trattato sul nucleare, se non ci sarà la contestuale revoca delle sanzioni. Attenzione anche al conflitto nello Yemen.
Il consueto approfondimento di Tg2 ci permette stasera di conoscere qualche elemento interessante della complessa psicologia dei testimoni di giustizia: persone veramente “rare”.

Dati auditel dei Tg di mercoledì 8 aprile 2015
Tg1 – ore 13:30 3.582.000, 21,42% ore 20:00 6.011.000, 24,62%.
Tg2 – ore 13:00 2.548.000, 16,82% ore 20:30 2.240.000, 8,35%.
Tg3 – ore 14:30 1.962.000, 12,19% ore 19:00 1.805.000, 10,46%.
Tg5 – ore 13:00 3.194.000, 20,81% ore 20:00 4.886.000, 19,55%.
Studio Aperto – ore 12:25 1.784.000, 14,56% ore 18:30 867.000, 6,40%.
Tg4 – ore 11:30 513.000, 7,71% ore 18:55 710.000, 4,31%.
Tg La7 – ore 13:30 643.000, 3,84% ore 20:00 1.199.000, 4,85%.

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
blockchain e mercati dei crypto-asset
Tecnologia

Tecnologia blockchain e mercati dei crypto-asset: le opportunità

Blockchain e mercati dei crypto-asset: quali le opportunità di questa tecnologia e il rapporto con il diritto dell'Unione Europea.
di Irene Tagliamonte*
blockchain e mercati dei crypto-asset
smart working
Lavoro

L’incidenza dello smart working in pandemia e oltre

La crisi del Covid-19 ha creato un’improvvisa necessità per le aziende e i loro dipendenti di iniziare o aumentare lo smart working....
di redazione
smart working
Territorio

Calabria: a new narrative and strategic thinking are needed. Interview with President of the Rubbettino publishing house

Guest of the column "Il punto a Mezzogiorno", Florindo Rubbettino, President of the publishing group of the same name founded in 1972...
di redazione
Il punto a Mezzogiorno

Calabria: servono una nuova narrazione e un pensiero strategico. Intervista al Presidente del gruppo editoriale Rubbettino

Intervista a Florindo Rubbettino, Presidente dell’omonimo gruppo editoriale fondato nel 1972 da suo padre in Calabria.
di Maurizio Lovecchio
capodanno estivo
Società

Questo Capodanno estivo segnerà il primo anno del “new normal”

Viviamo un Capodanno estivo in cui ci iniziamo a preparare all’incontro, al riallacciare, con il nuovo anno, quella consuetudine quotidiana dell’altro, non mediata dallo schermo come in pandemia, entro la quale ci immergeremo diversi da come ne siamo usciti.
di Alberto Mattiacci*
capodanno estivo
mezzogiorno
Infrastrutture

I collegamenti tra le regioni del Sud e del Nord, punto chiave nel rilancio del Mezzogiorno

La vera prospettiva di crescita del Mezzogiorno è condizionata dagli investimenti in opere infrastrutturali che sono strategiche per lo sviluppo economico. L’adeguamento dei porti italiani alle grandi navi portacontainers, e la creazione di hub nel Mediterraneo, in particolare a Gioia Tauro e in Sicilia, sono condizioni in grado di trainare lo sviluppo anche dei territori interni oltre che delle realtà portuali coinvolte.
di Giampaolo Basoli*
mezzogiorno
nuraghi sardegna
Cultura

Nuraghi di Sardegna, una risorsa non solo culturale

I nuraghi, che con la loro massiccia diffusione puntellano la Sardegna, sono identificativi del luogo al quale appartengono, hanno una lunga e misteriosa storia alle spalle e sono l’espressione di un passato che silenziosamente sembra voler interloquire con il mito. I nuraghi hanno i requisiti per essere a buon diritto patrimonio dell'Unesco.
di Giuseppe Pulina
nuraghi sardegna
moda fashion
Economia

L’industria della moda tra fast fashion e moda etica

Nei primi nove mesi del 2020 le maggiori aziende del fashion hanno subìto una significativa contrazione. Le stime indicano che la ripresa inizierà nel corso del 2021, ma l’assestamento del volume d’affari sulle cifre precedenti alla crisi si avrà soltanto nel 2023. Intanto, l’industria della moda è in bilico tra il fast fashion usa-e-getta e nuovi modelli produttivi ecosostenibili.
di redazione
moda fashion
oceani plastica
Ambiente

Riuso e riciclo possono salvare gli oceani dalla plastica

È possibile prevenire quasi la metà della plastica presente negli oceani in un anno riutilizzando il 10% dei nostri rifiuti in plastica. Questo, e molto altro, è presente nel report "The Future of Reusable Consumption Models" del World Economic Forum in collaborazione con Kearney.
di redazione
oceani plastica
trasporto ferroviario
Europa

Green Deal, fondamentale una strategia comune sul trasporto ferroviario

Il trasporto ferroviario è un punto fondamentale per la transizione ecologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green deal europeo. Basti pensare che il settore trasporti genera un quarto delle emissioni di gas serra nell'Ue. Per questo il 2021 è l'Anno Europeo delle Ferrovie, e l'Italia ha destinato all'ammodernamento della rete ferroviaria 28,30 miliardi euro di risorse del PNRR.
di Giampaolo Basoli*
trasporto ferroviario