Grecia: tormentone finito?

I Tg di lunedì 22 giugno – Il nostro titolo è copiato da quello con cui TgLa7 introduce le ore febbrili che a Bruxelles vedono impegnati i leader dell’eurozona sul caso greco. Non è ancora detta l’ultima parola sul caso Grecia , ma il barometro volge al bello, come riportano in apertura praticamente tutte le testate. Tg5 dedica la copertina ad Atene, in attesa spasmodica delle notizie dalla Ue. I Tg Rai riportano con evidenza le dichiarazioni di Renzi che chiede all’Europa di guardare ai conti ma anche di affrontare le crisi con spirito di solidarietà. Le borse brindano e, forse, il tormentone è davvero finito. Sicuramente è durato troppo. Il che fortifica il sospetto che la “politica spettacolo” sia un genere diffuso anche oltre le Alpi. Buona l’intuizione di Mentana che si collega in diretta con Piazza Syntagma che, invasa da una folla oceanica, testimonia come ci sia una relazione diretta tra i “conti” e le legittime aspirazioni dei cittadine europei – perché questo sono i greci – che attendono di sapere di che vita vivere o di che morte morire.
Ma se Grexit è prossima all’archiviazione, un altro nodo sta per venire al pettine sempre a Bruxelles con l’incontro “decisivo” di giovedì prossimo sul tema profughi e quote. Qui l’Italia può puntare , se non alla vittoria, ad un pareggio in trasferta, il che non sarebbe poco. Intanto i Tg illustrano le manovre preparatorie della strategia Ue su Libia e barconi, nel giorno in cui anche i libici (non è precisato “quali”) mitragliano un barcone di disperati e fanno un morto. L’impressione (che i Tg non esplicitano) è che gli aggiustamenti di tiro francesi (dopo l’incontro Renzi-Hollande) e i movimenti di unità britanniche nel Mediterraneo e a Taranto, stiano a indicare che i “grandi”, pur attenti alle rispettive opinioni pubbliche interne, non vogliano esser messi dietro la lavagna perché non preparati in materia di solidarietà e condivisione europea.

Marino continua ad essere inquadrato da tutti, tanto più nel giorno in cui ha invitato i fascisti romani ex inquilini del Campidoglio a “tornare nelle fogne” (ampio spazio su Tg3), ma anche perché “pezzi” del Pd renziano, leggi l’assessore Improta, lo stanno mollando. Tg5 continua a suonare la carica e si prepara, a nome e per contro del centrodestra, ad una campagna elettorale anticipata nella Capitale.

Papa Francesco, che a Torino chiede scusa ai Valdesi per il trattamento inumano loro riservato nei secoli dalla Chiesa cattolica, è notizia e servizio per i maggiori Tg.

Non è colpa nostra se è quasi sempre Mentana quello che “dà il senso” alla giornata politica. Stasera in un titolo afferma (prendendosi forse qualche rischio) che Renzi ha deciso, e che sulla scuola è pronto alla fiducia.

Studio Aperto e Tg4 ci deliziano con la clamorosa notizia del cliente di un taxi romano costretto a versare 50 euro al conduttore che lo accusava di avergli fatto bucare una ruota perché obeso. Segue la notizia del premio per il “cane eroe” vinto da un gatto coraggioso. Questo, sì, che è giornalismo!

Tutti i Tg fin dai titoli riportano la notizia della morte solitaria di Laura Antonelli. Tg4 e Studio Aperto ci aprono, dedicando parte consistente dell’edizione alla scomparsa dell’attrice che ha incarnato il mito erotico degli italiani negli anni ’70. Ci vergogniamo di aver riportato questa definizione che, per altro, abbiano trovato in tutti i Tg. Laura Antonelli, con la sua disperazione, la sua fragilità e la sua solitudine, ha dimostrato di rappresentare ben altro che la panacea per i guardoni e più in generale per i maschietti arrapati dell’Italietta degli anni del divorzio. Bello il brano a lei dedicato da Simone Cristicchi, con un testo tutt’altro che retorico e forse, troppo duro per essere capito da pubblico televisivo. Tg5 Lo manda in onda in integrale a fine edizione.

Dati auditel dei Tg di domenica 21 giugno 2015

Schermata 2015-06-22 alle 23.34.54

Fonte:www.tvblog.it

Ultime notizie
Criminalità e contrasto

Criminalità minorile e gang giovanili. I dati

Il Report “Criminalità minorile e gang giovanili”, il report realizzato dal Servizio analisi criminale è stato presentato questa mattina a Roma, presso la...
di redazione
Lavoro

La “mobilità circolare” dei giovani nell’area mediterranea

I giovani protagonisti del cambiamento Lo spazio Mediterraneo è un bene comune (“common good”) che appartiene a tutti gli Stati della UE ed...
di Avv. Angelo Caliendo*
Osservatorio sulla PA

Equo compenso o tariffazione?

Se solo il Codice dei Contratti fosse stato promulgato il 1° luglio 2023 (data della sua entrata in vigore) oggi non dovremmo affrontare questa spinosa questione, circa la portata e le modalità applicative della legge n. 49 del 21 aprile 2023 che ha introdotto “l’equo compenso” per i professionisti. Disposizione che di fatto modifica i criteri di aggiudicazione previsti nel Codice degli Appalti, vincolando il prezzo dei servizi professionali, o almeno così sembrerebbe.
di redazione
Intervista

Insularità, PNRR, fondi europei: il caso Sicilia

A più di un anno dall’introduzione nella nostra Costituzioni del principio di Insularità sono corrisposte politiche di sostegno e finanziamento delle attività necessarie a realizzare tale principio? Qual è l’incidenza dei fondi europei sulle attuali politiche di rigenerazione urbana e di sviluppo delle isole? Ne abbiamo parlato con chi ogni giorno deve confrontarsi con la gestione di una realtà complessa come quella della città di Catania: l’ingegner Biagio Bisignani, Direttore URB@MET.
di redazione
corse
Intervista

L’insularità possibile: il caso Corsica. Intervista a Marie-Antoinette Maupertuis, Presidente dell’Assemblea corsa

La Corsica è uno dei modelli europei in merito all’insularità e alle iniziative intraprese per favorire la coesione territoriale e l’autonomia fiscale necessaria per l’economia corsa, dinamica ma gravata da una “crescita depauperante”. Ne parliamo con l’Onorevole Marie-Antoinette Maupertuis, economista e Presidente dell’Assemblea della Corsica.
di Daniela Pappadà
corse
corse
Osservatori

Insularité possible: le cas de la Corse. Entretien avec Marie-Antoinette Maupertuis, Présidente de l’Assemblée de Corse

Insularité possible: entretien avec l’Honorable Marie-Antoniette Maupertuis, Presidente de l’Assemblee de Corse.
di Daniela Pappadà
corse
intelligenza
Intervista

Intelligenza artificiale e regole: serve un impegno dell’Unione sui diritti sostanziali

Intelligenza artificiale e diritto, ne parliamo con Giusella Finocchiaro, Professoressa ordinaria di diritto privato e diritto di Internet all’Università di Bologna. Per non cadere in un rischioso processo di “burocratizzazione digitale” bisogna partire da elementi culturali prima che giuridici, senza perdere di vista i princìpi.
di Massimiliano Cannata
intelligenza
Sicurezza

Tecnologia, sicurezza e istruzione: intervista a Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

La tecnologia è entrata di forza nella scuola grazie alla DAD, che in pandemia ha permesso a milioni di studenti di seguire le lezioni da casa. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia in àmbito scolastico e formativo secondo la dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
di Massimiliano Cannata
scuole italiane
Immigrazione

Scuola e cittadini italiani di domani

La questione della presenza degli stranieri nelle scuole implica un’ambivalenza di obiettivi: migliorare la qualità dell’istruzione a prescindere dalla discendenza, oppure comprimere il diritto costituzionale all’apprendimento. La scuola deve avere una funzione di istruzione e integrazione sociale.
di Angelo Perrone*
scuole italiane
insularità
Intervista

Insularità e perifericità: costi e correttivi nell’intervista al Prof. Francesco Pigliaru

L’insularità si lega spesso all’idea di una compensazione economica, ma bisogna distinguere tra condizioni di prima e seconda natura legate all’insularità, come spiega il Prof. Francesco Pigliaru nell’intervista dedicata al tema delle isole e della continuità territoriale.
di redazione
insularità