Società

I nuovi trend degli italiani, dal “Food delivery” alla cosmesi, ai tatuaggi

36

È in grande fermento il mercato della consegna del cibo a domicilio, soprattutto fra i consumatori più giovani. Negli ultimi sei mesi, secondo l’Eurispes, la metà degli italiani ha provato almeno una volta l’ordinazione “take away” di persona, il 39 per cento lo ha fatto al telefono, mentre cresce l’ordinazione via app: vi ha fatto ricorso il 14 per cento della popolazione. Per il prossimo anno si stima un mercato da 400 milioni di euro.

Sono i Millenials, i giovani nati tra gli anni 80 e il nuovo secolo, a trascinare questa rivoluzione: l’utenza si riferisce a loro nel 70 per cento dei casi. Segue la Generazione X, cioè le persone nate nel ventennio precedente, con una quota del 22 per cento. La top ten dei cibi più gettonati è guidata dalla pizza, seguita da hamburger, sushi e cinese.

Un aspetto davvero sorprendente, vista la lunghissima crisi economica che stiamo attraversando, è la crescita del settore bellezza e benessere: quest’ultimo genera  un fatturato di ben 10 miliardi di euro e attira 18 milioni di clienti, mentre quello della cosmetica, nel 2016, ha avuto ricavi per 10 miliardi e mezzo, con una crescita delle imprese del 4 per cento su tutto il territorio nazionale.

Anche la chirurgia estetica fa passi avanti. Dall’indagine Eurispes 2018 emerge che ne ha fatto ricorso, almeno una volta, il 12,2 per cento degli italiani. Quasi un italiano su quattro, infine, si è affezionato ai tatuaggi: il 23,5 per cento ha deciso di farsene fare almeno uno, mentre peeling, filler e botulino interessano il 17,5 per cento della nostra popolazione.

Ultime notizie
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli