Innovazione

Il cartoon, l’arte che spiega il mondo ai bambini. Concluso il Festival School in Motion

159

Riconoscere e superare le proprie fobie, affrontare gli incubi interiori, trasformare le paure in una risorsa. È il messaggio, chiaro e diretto, che trasmette, in poco più di due minuti, il cortometraggio di video animazione vincitore del Primo Festival Internazionale dell’Animazione Educativa School in Motion, Fears realizzato da Nata Metlukh.
Ideata e organizzata dal Prof. Antonello Capra, biologo e docente di matematica e scienze nella scuola secondaria di primo grado, l’iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per le scuole e promossa dal Miur e dal Mibac, nasce dall’esigenza di ottenere risorse educative di natura animata da utilizzare all’interno dell’insegnamento, facendo interfacciare animatori professionisti e creativi con i docenti e con il mondo dell’istruzione.
Spiega il Prof. Capra: «Durante il mio percorso professionale di docenza, nel tentativo di migliorare la didattica, mi sono soffermato sull’importanza dell’animazione in àmbito educativo. È servito guardarmi intorno e notare come le odierne tecnologie, così avanzate, vengano normalmente utilizzate in ambito televisivo, nel marketing, nella documentaristica ma, soprattutto in Italia, non siano ancora entrate a pieno titolo nelle scuole.

Un’animazione progettata secondo i princìpi della didattica multimediale può risultare un presidio molto efficace per l’apprendimento scolastico. Le animazioni possono mediare emozioni e stati d’animo, essere strumenti di inclusione per bisogni educativi speciali».
Il progetto parte dal presupposto che il cartoon sia una forma d’arte che permette ai bambini di interpretare la realtà in modo divertente e intuitivo, aumentare l’interesse nei confronti di argomenti e contenuti didattici, educare grazie ad un linguaggio universalmente comprensibile come quello delle immagini.

Alla prima edizione del Festival School in Motion hanno partecipato 40 concorrenti, provenienti da tutto il mondo. Il secondo premio è stato conferito al video ÁrpádWeisz e il Littoriale di Pier Paolo Paganelli; sul terzo gradino del podio, invece, Mr. Indifferent di AryasbFeiz, un lavoro iraniano che ha ottenuto anche il Premio Speciale del Pubblico, assegnato dagli alunni delle classi presenti al Contest, colpiti dal suo messaggio di umanità verso il prossimo.
Alla giornata conclusiva, che si è svolta al Maxxi, sono intervenuti anche il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo e il Vice Ministro del Miur, Lorenzo Fioramonti.
«I ragazzi apprendono in maniera sempre più complementare e diversificata e anche la scuola deve iniziare ad abbracciare le nuove tecnologie, in particolare la multimedialità. La formazione si deve modificare, la didattica si deve ampliare», ha detto il Vice Ministro. «Naturalmente ci vogliono più risorse e, soprattutto, la disponibilità a collaborare tra mondi diversi: la scuola, le grandi aziende della creatività, l’intera economia della cultura; il ruolo del Ministero e della politica è garantire finanziamenti per attività creative e creare le norme e le condizioni che permettano alle scuole di collaborare con altri enti e uscire dal seminato, attraverso l’innovazione».

Ultime notizie
Intervista

Camilleri come Verga e Pirandello. “Il vigatese è italiano come la lingua dei Malavoglia”

Andrea Camilleri non è solo un caso letterario. È una figura poliedrica di intellettuale, capace di esprimere la corda universale della sicilianità, come hanno fatto i grandi della letteratura isolana: da Verga a Pirandello. Ne parliamo con Franco Lo Piparo, professore filosofia del linguaggio all’Università di Palermo.
di Massimiliano Cannata
Il punto

Regioni: tutte a statuto speciale

Occorre che lo Stato ritorni ad essere protagonista e guida del futuro degli italiani. Occorrerebbe riscoprire il senso di comunità e di...
di Gian Maria Fara
agricoltura

Mafia nei mercati ortofrutticoli. Sud Pontino epicentro della filiera criminale

Mafia nei mercati ortofrutticoli: quando la criminalità riesce a mettere le mani sui grandi mercati ortofrutticoli o sul sistema della logistica, condiziona l'intera filiera agricola italiana e internazionale. Si tratta di un avanzamento importante e pericoloso della strategia delle agromafie italiane.
di Marco Omizzolo
Intervista

Salvini e il bluff della crisi di “ferragosto”. Il Papeete è un format politico

Crisi di governo: Matteo Salvini protagonista del “mistero buffo” di Ferragosto. L'analisi di Aldo Cazzullo, cronista di razza, editorialista e firma di punta del Corsera. «Più passano i giorni, più l'azzardo di Salvini si rivela sempre più tale. La mia impressione è che abbia sbagliato i tempi».
di Massimiliano Cannata
Informazione

Comunità sostituite da “communities”. L’identità corre sui social

Ha un senso oggi parlare, nel nostro Paese, di comunità? Quand'é che un insieme di persone diventa una comunità e in quale circostanza perde questa sua connotazione?
di Alfonso Lo Sardo
Economia

Fed e Bce: la simmetria accomodante nelle politiche monetarie

Il mese di luglio ha registrato importanti segnali e decisioni riguardo le prospettive di politica monetaria sulle due sponde dell’Atlantico. Sia la Bce che la Fed hanno fornito elementi di valutazione delle prossime mosse in questo àmbito, sul fronte europeo, e una decisione concreta in casa americana.
di Antonio De Chiara
Istruzione

L’educazione civica torna sui banchi di scuola. L’Eurispes applaude

Con l’approvazione da parte del Senato del Ddl sull’introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica, la materia sarà reintrodotta nella scuola primaria e in quella secondaria. Al tema il magazine L’Eurispes.it ha dedicato una “campagna” di informazione e aperto un vero e proprio dibattito, consultando insegnanti, esperti di diritto e politici.
di redazione
International

Religione in Russia. Gli ortodossi praticanti sono solo il 3%. “Servono più sacerdoti”

Quanti sono i cittadini russi di religione ortodossa? Quanti i credenti-praticanti? Quale ruolo svolgono la Chiesa Ortodossa e l’associazionismo cristiano nella società russa? A queste domande ha messo un punto fermo una recente ricerca sociologica.
di Evpati Selov
International

Sudafrica, il Pil torna a volare. Ma la disuguaglianza alimenta l’immigrazione

I BRICS ospitano, in totale, circa il 42% della popolazione mondiale, ricoprono circa il 25% dell’estensione terrestre e il loro Pil ammonta...
di Bartolomeo Gatteschi
Cultura

Scuola e formazione. Italia, Paese delle riforme mancate

In Italia, i dati sulla dispersione scolastica, indice sensibile della qualità del sistema scolastico di una nazione, mostrano un generale miglioramento della...
di Roberto Bevacqua