L'opinione

La Francia nel pallone

81

I Tg di martedì 14 maggio – La “Francia nel caos” (titolo La7) è in apertura sulle testate Rai e, appunto, su TgLa7, per l’abbinata tra i gravi disordini con feriti e arresti durante le proteste contro la nuova legge sul lavoro, e l’assassinio di due poliziotti a Parigi per mano di un ulteriore adepto dell’Isis, un individuo già in precedenza condannato e incarcerato per reati legati al terrorismo. C’è da chiedersi a quale filosofia rispondano le forze di sicurezza francesi, considerando che anche gli europei di calcio stanno mostrando seri problemi di ordine pubblico. Nei Tg di serata ancora forti i riflessi della strage di ieri in Florida, mentre le motivazioni dell’assassino (che frequentava abitualmente gli stessi ambienti gay che ha scelto come obbiettivi), appaiono sempre più legate solo marginalmente alla radicalizzazione islamista.

Le 3 testate Mediaset aprono sulle condizioni (buone) di Berlusconi, uscito nel primo pomeriggio da un’operazione di 4 ore a cuore aperto. Servizi anche per gli altri, con al centro le dichiarazioni non del “cerchio magico”, ma della famiglia e degli amici storici. A 72 ore dal termine della campagna per i ballottaggi, tiriamo un sospiro di sollievo segnalando la totale assenza di riferimenti nei titoli.

Più spazio alla brexit e ai sondaggi (TgLa7) che fanno innalzare la tensione e inabissare gli indici di borsa: quinto giorno di crollo.

La politica propone lo scontro tutto interno al governo tra Alfano e Calenda su Vegas e Consob (in evidenza solo su La7), e soprattutto i contorni finalmente meno labili sulle imminenti proposte del governo sulla flessibilità in uscita per le pensioni: titoli per Rai e La7. Lo stesso avverbio, “finalmente”, vale per la “buona notizia” del passaggio in Aula della legge del “dopo di noi”, sull’assistenza a chi ha problemi e non più la famiglia che se ne occupa.

Tg5 si occupa ancora di immigrazione con servizio sui numeri della “tratta degli schiavi”, molti dei quali minorenni. Tg2 dedica il quotidiano approfondimento alle ecomafie che lucrano sui rifiuti, svelando che la piaga non è solo al sud.

Ovviamente spazio di relax , occupato dal risorto spirito nazionale per la bella vittoria degli Azzurri di Conte di ieri sera contro il Belgio e che, al momento, mette d’accordo tutti. Chissà quanto durerà.

Altre opinioni dell'Autore
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani