L'opinione

La Francia nel pallone

91

I Tg di martedì 14 maggio – La “Francia nel caos” (titolo La7) è in apertura sulle testate Rai e, appunto, su TgLa7, per l’abbinata tra i gravi disordini con feriti e arresti durante le proteste contro la nuova legge sul lavoro, e l’assassinio di due poliziotti a Parigi per mano di un ulteriore adepto dell’Isis, un individuo già in precedenza condannato e incarcerato per reati legati al terrorismo. C’è da chiedersi a quale filosofia rispondano le forze di sicurezza francesi, considerando che anche gli europei di calcio stanno mostrando seri problemi di ordine pubblico. Nei Tg di serata ancora forti i riflessi della strage di ieri in Florida, mentre le motivazioni dell’assassino (che frequentava abitualmente gli stessi ambienti gay che ha scelto come obbiettivi), appaiono sempre più legate solo marginalmente alla radicalizzazione islamista.

Le 3 testate Mediaset aprono sulle condizioni (buone) di Berlusconi, uscito nel primo pomeriggio da un’operazione di 4 ore a cuore aperto. Servizi anche per gli altri, con al centro le dichiarazioni non del “cerchio magico”, ma della famiglia e degli amici storici. A 72 ore dal termine della campagna per i ballottaggi, tiriamo un sospiro di sollievo segnalando la totale assenza di riferimenti nei titoli.

Più spazio alla brexit e ai sondaggi (TgLa7) che fanno innalzare la tensione e inabissare gli indici di borsa: quinto giorno di crollo.

La politica propone lo scontro tutto interno al governo tra Alfano e Calenda su Vegas e Consob (in evidenza solo su La7), e soprattutto i contorni finalmente meno labili sulle imminenti proposte del governo sulla flessibilità in uscita per le pensioni: titoli per Rai e La7. Lo stesso avverbio, “finalmente”, vale per la “buona notizia” del passaggio in Aula della legge del “dopo di noi”, sull’assistenza a chi ha problemi e non più la famiglia che se ne occupa.

Tg5 si occupa ancora di immigrazione con servizio sui numeri della “tratta degli schiavi”, molti dei quali minorenni. Tg2 dedica il quotidiano approfondimento alle ecomafie che lucrano sui rifiuti, svelando che la piaga non è solo al sud.

Ovviamente spazio di relax , occupato dal risorto spirito nazionale per la bella vittoria degli Azzurri di Conte di ieri sera contro il Belgio e che, al momento, mette d’accordo tutti. Chissà quanto durerà.

Altre opinioni dell'Autore
Politica

Manovra economica, al Sud tagliati 800 mln. La ripresa non ci sarà

Manovra economica: manca una visione d’insieme per il Sud. Più investimenti ma diminuisce la spesa pubblica. Nessun piano di infrastrutturazione. Il sostegno al reddito? Un’incognita.
di Alfonso Lo Sardo
Società

La Notte Bianca del Classico. In difesa del principe dei Licei

Venerdì 11 gennaio si è svolta, in tutta Italia, la Notte Bianca del Liceo Classico. È una bella idea, nata in quel...
di Alberto Mattiacci
Politica

Giulio Andreotti nasceva (solo) 100 anni fa, ma sembra preistoria

Il 14 gennaio 2019 sono stati cento anni dalla nascita di Giulio Andreotti. Cosa che pochi mai avrebbero previsto, sono molti quelli che ora lo rimpiangono. Il ricordo nel libro di Roberto Cotroneo.
di Patrizio J. Macci
Criminalità e contrasto

Corruzione in Italia, ecco come si altera la reputazione di un Paese

Dipingere un paese come corrotto o anche più corrotto di quanto realmente non sia può avere effetti diretti e indiretti sull’economia. L’econometria della corruzione è alla base della ricerca realizzata da Eurispes
di redazione
Criminalità e contrasto

Mafie straniere in Italia. “Mancano interpreti e collaboratori di giustizia”

Dalla mafia nigeriana a quella cinese, rumena e albanese: le associazioni criminali straniere che hanno “preso casa” in Italia convivono con le mafie autoctone, si spartiscono traffici e attività illegali. Cesare Sirignano, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, ha fotografato il fenomeno.
di Raffaella Saso
Innovazione

Dalla smart city alla smart land, la città è ovunque

Essere smart è un modo di essere, una condizione ontologica. La rivoluzione è già avvenuta e la “città del futuro” più vicina di quanto possiamo immaginare. Anzi, la città è già ovunque, la città è sprawl.
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Spreco di cibo nel mondo: nel secchio un terzo di quello prodotto

I dati choc dello spreco alimentare. Un terzo del cibo prodotto sul pianeta, viene sprecato senza neanche arrivare a tavola. Con il cibo che finisce tra i rifiuti, si potrebbero sfamare 200 milioni di persone.
di Alfonso Lo Sardo
agricoltura

Marco Omizzolo Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l'onorificenza al Merito della Repubblica Italiana a Marco Omizzolo, giornalista, studioso, ricercatore Eurispes e Responsabile scientifico dell'Associazione In Migrazione.
di redazione
Economia

Misure fiscali: tutte le novità per il 2019. La guida per orientarsi

Una web tax al 3% sui servizi digitali delle grandi imprese, con lo scopo principale di tassare le vendite online delle multinazionali. Ma sono molte le misure fiscali introdotte con la legge di Bilancio 2019. Ecco la guida per orientarsi.
di Giovambattista Palumbo
Attualità

Amos Oz: “Per la pace in Medio Oriente i leader non sono pronti”

A pochi giorni dalla scomparsa, riproponiamo un'intervista realizzata tempo fa con lo scrittore Amos Oz. «Verrà un giorno in cui bisognerà accettare il compromesso, e vi sarà un’ambasciata palestinese in Israele e un’ambasciata Israeliana in Palestina».
di Massimiliano Cannata