Sostenibilità

L’appello della comunità scientifica internazionale in vista del vertice di Parigi sul clima

75

In vista del prossimo vertice internazionale sui cambiamenti climatici COP21 che si svolgerà a Parigi nei giorni 29 novembre – 12 dicembre 2015, prosegue la raccolta delle adesioni della comunità scientifica internazionale alla lettera-appello promossa dalla Associazione Internazionale sulla Qualità Sociale – IASQ  in collaborazione con l’Istituto di Studi Sociali IIS dell’università di Rotterdam.

L’iniziativa, sostenuta da Eurispes, vede impegnati, oltre al Presidente Gian Maria Fara e al Segretario Marco Ricceri, diversi autorevoli membri del suo Comitato Scientifico (Laurent van der Maesen, Bruno Amoroso, Corrado Beguinot, Vyaceslav Bobkov, Renato Fontana, Peter Herrmann) e ha già registrato un’ampia partecipazione nelle più diverse parti del mondo (lista provvisoria).

Obiettivo: Lo scopo è presentare la lettera-appello ai 196 rappresentanti degli Stati e delle istituzioni internazionali che si riuniranno a Parigi con la richiesta di un impegno preciso: la creazione di condizioni per uno sviluppo sostenibile  globale che consenta di andare oltre la sola riduzione delle emissioni dannose, affrontando in  modo coordinato e sistemico i problemi dello sviluppo nelle sue molteplici dimensioni: economiche, sociali, culturali, urbane, etiche. In altre parole, un impegno reale verso quella che viene definita la qualità sociale dello sviluppo.

Una rete scientifica internazionale: la lettera-appello sottolinea l’esigenza che, al fine di sostenere i decisori politici ad operare fattivamente in questa direzione, il vertice di Parigi dovrebbe promuovere la costituzione di una rete internazionale permanente di scienziati impegnata ad operare in modo interdisciplinare, superando le attuali frammentazioni nel tipo di approccio che viene generalmente seguito sui problemi dello sviluppo contemporaneo.

Un documento e un manifesto: Insieme alla lettera sarà consegnato al vertice di Parigi anche un documento scientifico, come base per l’avvio di questa nuova prospettiva di lavoro, che è stato elaborato dall’Associazione olandese IASQ in collaborazione con il Townsend Centre for Poverty Research (TCIPR, Bristol-UK), Eurispes (Roma-Italia), l’Università Statale di Economia Plekhanov (Mosca-Russia), al Griffith University (Brisbane-Australia), la Zhejiang University (Hangzhou-Cina). Gli aspetti essenziali del documento scientifico saranno sintetizzati in un manifesto pubblicato sulla stampa internazionale.

Ulteriori informazioni sul sito della Associazione olandese IASQ https://www.socialquality.org/climate-manifesto-draft/

  1. La Lettera-Appello sustainability_manifesto_letter_20151119
  2. La lista provvisoria delle adesioni Sustainability_manifesto_support_list_23-11-2015
  3. Il Manifesto sustainability_manifesto_23-11-2015

 

 

Ultime notizie
Economia

Eurispes, Fara: “Lo Stato torni proprietario e gestore delle grandi infrastrutture del paese”

"Autostrade, telecomunicazioni, energia, porti e grande logistica: dopo gli anni delle privatizzazioni per fare cassa, il Paese deve tornare proprietario e gestore delle grandi infrastrutture e dire basta allo shopping delle multinazionali straniere"
di redazione
Il punto

Per rimettere in corsa l’Italia, veloci pit stop, non megariforme

È la mancanza di infrastrutture il primo freno alla crescita del Paese. Lo Stato spende meno di 20 miliardi di euro l’anno,...
di Corrado Giustiniani
International

Così la “Fortezza Europa” avalla i respingimenti in mare

Negli ultimi anni l’Unione europea è stata protagonista di una gestione sempre più securitaria dei flussi migratori che hanno investito il proprio territorio. La tesi viene spiegat in un saggio di Marco Omizzolo e Pina Sodano, presentato a Wocmes 2018, Congresso mondiale di studi mediorientali.
di Marco Omizzolo
International

Proposta shock: “Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello informato”

Il suffragio universale? Sopravvalutato. Il voto ‘ignorante’ valga meno di quello ‘informato’. Il voto ponderato é la proposta di Dambisa Moyo, una importante economista americana, originaria dello Zambia, autrice del libro Edge of chaos
di Alfonso Lo Sardo
Sondaggi & Ricerche

Con un animale in casa, niente viaggio per la metà dei padroni

Nell’ultimo anno oltre 2 italiani su 10 hanno confessato di aver speso di più per viaggi e vacanze, nonostante la crisi non sia ancora del tutto superata. Ma l'amore per i propri animali e la paura del terrorismo frenano la voglia di viaggi.
di redazione
Salute

Il Piano Sanità del ministro Grillo: più fondi e meno liste d’attesa

Sanità e salute: il neo ministro Giulia Grillo ha illustrato le linne programmatiche del suo mandato. Vaccini, risorse per la sanità, liste d’attesa da ridurre e aumento della trasparenza.
di redazione
Ambiente

Porto Hub di Palermo. “Piano ecosostenibile da 435.000 posti”

Un nuovo porto Hub a Palermo: è il progetto dell’Eurispes, presentato a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. Tutti i dettagli
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Educazione civica nelle scuole, Bruno Assumma: “Magistra vitae”

"L'educazione civica la personalità deve servire a stimolare una visione della vita e un "modus operandi" nella società", sostiene il professor Assumma.
di Valentina Renzopaoli
Intervista

Stefano Molina: «Educazione civica mirata allo sviluppo sostenibile»

Educazione civica nelle scuole: "Sì all'insegnamento dell'educazione civica, no al voto. La cittadinanza globale non è istruzione, ma educazione", sostiene Stefano Molina della Fondazione Agnelli
di Corrado Giustiniani
Intervista

Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il dibattito prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani