Crescita

Lusso: la nuova frontiera della Sharing Economy

225

Case di pregio nelle principali capitali mondiali, yacht, auto di grande cilindrata, orologi ed accessori, rigorosamente condivisi. La sharing economy conquista anche il mondo del lusso. Crescono, infatti, le possibilità per chi desidera concedersi una vacanza da ricchi o semplicemente sfoggiare per una sera abiti ed accessori firmati, senza sborsare somme da capogiro: andare in rete per credere, a pochi euro vengono offerti in affitto vestiti degli stilisti più gettonati.

Negli ultimi anni di crisi milioni di persone sono state spinte a dividere con altri passaggi in auto o abitazioni per le vacanze. Un movimento dal basso, che in poco tempo è cresciuto dando vita a delle vere e proprie aziende specializzate, divenute oggi multimilionarie. Basti pensare a “Bla Bla Car”: 60 milioni di utenti in tutto il mondo, 2,5 solo in Italia, e Uber, attivo in 73 paesi con un valore di mercato che si aggira intorno ai 68 milioni di dollari. Tuttavia sembra che nel mondo della sharing economy, da sempre legato ai principi della sostenibilità ambientale, del risparmio e della condivisione, stia avvenendo una piccola e silenziosa rivoluzione, quella del lusso.

Iniziano a comparire sul mercato servizi fino a poco tempo inaccessibili ai più. È il caso della App inglese “Onefinestay” che rende possibile ai propri iscritti di soggiornare in dimore e appartamenti esclusivi. Tra i servizi per gli ospiti, una reception attiva 24 ore su 24 e un telefono Iphone con traffico illimitato per tutto il soggiorno. Con Roma ha raggiunto il suo quinto lancio sul mercato, dopo Londra, New York, Parigi e Los Angeles, ma il processo di espansione previsto per l’Europa è in atto. Oggi conta oltre 2.500 case e ha già accompagnato ospiti provenienti da più di 130 paesi nel mondo.

Il modello sharing che aveva conquistato il settore del turismo con “Airbnb” e “Couchsurfing” sembra aver raggiunto anche i livelli più alti del lusso rendendo accessibile anche l’ultimo baluardo del lusso, ovvero la vacanza in barca. Infatti, grazie all’App, tutta italiana, “AtBoat” è possibile esaudire i desideri più sfrenati degli amanti del mare. Navigare a vele spiegate nel Mediterraneo, o a bordo di uno yacht da sogno oggi si può, grazie a questa piattaforma che mette in contatto gli amanti del mare alla ricerca di emozioni super e gli armatori: tra i servizi, anche romantici aperitivi e cene a bordo.

In questo periodo, di lenta ripresa economica, sembra proprio che il settore della sharing economy possa riservare non poche sorprese e opportunità. Stando, infatti, ad una recente ricerca di PWC, a livello europeo si proietta una crescita addirittura esponenziale (più di 500 miliardi di euro di fatturato nello scenario migliore al 2025).
Ma il trend della condivisione del lusso non ha risparmiato neanche il mondo maschile: la start up newyorkese “Eleven James”, infatti, permette ai suoi iscritti di affittare attraverso un abbonamento mensile, che parte da 149 dollari, un orologio prezioso da sfoggiare nelle serate più eleganti per poi scegliere di sostituirlo quando si vuole. Tra le migliaia di modelli offerti, anche pezzi provenienti da collezioni private. E’ proprio un segno dei tempi, consentire a tutti di controllare il tempo in una modalità così sontuosa.

Ultime notizie
Politica

Manovra economica, al Sud tagliati 800 mln. La ripresa non ci sarà

Manovra economica: manca una visione d’insieme per il Sud. Più investimenti ma diminuisce la spesa pubblica. Nessun piano di infrastrutturazione. Il sostegno al reddito? Un’incognita.
di Alfonso Lo Sardo
Società

La Notte Bianca del Classico. In difesa del principe dei Licei

Venerdì 11 gennaio si è svolta, in tutta Italia, la Notte Bianca del Liceo Classico. È una bella idea, nata in quel...
di Alberto Mattiacci
Politica

Giulio Andreotti nasceva (solo) 100 anni fa, ma sembra preistoria

Il 14 gennaio 2019 sono stati cento anni dalla nascita di Giulio Andreotti. Cosa che pochi mai avrebbero previsto, sono molti quelli che ora lo rimpiangono. Il ricordo nel libro di Roberto Cotroneo.
di Patrizio J. Macci
Criminalità e contrasto

Corruzione in Italia, ecco come si altera la reputazione di un Paese

Dipingere un paese come corrotto o anche più corrotto di quanto realmente non sia può avere effetti diretti e indiretti sull’economia. L’econometria della corruzione è alla base della ricerca realizzata da Eurispes
di redazione
Criminalità e contrasto

Mafie straniere in Italia. “Mancano interpreti e collaboratori di giustizia”

Dalla mafia nigeriana a quella cinese, rumena e albanese: le associazioni criminali straniere che hanno “preso casa” in Italia convivono con le mafie autoctone, si spartiscono traffici e attività illegali. Cesare Sirignano, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, ha fotografato il fenomeno.
di Raffaella Saso
Innovazione

Dalla smart city alla smart land, la città è ovunque

Essere smart è un modo di essere, una condizione ontologica. La rivoluzione è già avvenuta e la “città del futuro” più vicina di quanto possiamo immaginare. Anzi, la città è già ovunque, la città è sprawl.
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Spreco di cibo nel mondo: nel secchio un terzo di quello prodotto

I dati choc dello spreco alimentare. Un terzo del cibo prodotto sul pianeta, viene sprecato senza neanche arrivare a tavola. Con il cibo che finisce tra i rifiuti, si potrebbero sfamare 200 milioni di persone.
di Alfonso Lo Sardo
agricoltura

Marco Omizzolo Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l'onorificenza al Merito della Repubblica Italiana a Marco Omizzolo, giornalista, studioso, ricercatore Eurispes e Responsabile scientifico dell'Associazione In Migrazione.
di redazione
Economia

Misure fiscali: tutte le novità per il 2019. La guida per orientarsi

Una web tax al 3% sui servizi digitali delle grandi imprese, con lo scopo principale di tassare le vendite online delle multinazionali. Ma sono molte le misure fiscali introdotte con la legge di Bilancio 2019. Ecco la guida per orientarsi.
di Giovambattista Palumbo
Attualità

Amos Oz: “Per la pace in Medio Oriente i leader non sono pronti”

A pochi giorni dalla scomparsa, riproponiamo un'intervista realizzata tempo fa con lo scrittore Amos Oz. «Verrà un giorno in cui bisognerà accettare il compromesso, e vi sarà un’ambasciata palestinese in Israele e un’ambasciata Israeliana in Palestina».
di Massimiliano Cannata