Nuove proposte dalla Grecia di Tsipras

grecia

Continuano le trattative tra la Grecia e i suoi creditori. Nelle ultime ore il premier Alexis Tsipras avrebbe chiarito di essere pronto ad avviare un altro ciclo di negoziati con Fmi, Commissione europea e Banca centrale europea. Proposta accolta con molta freddezza dalla Germania e dal Fondo monetario internazionale, che ieri ha dovuto constatare il mancato pagamento della rata da 1,6 miliardi. Intanto il governo italiano ribadisce che non ci saranno conseguenze per i cittadini italiani. Il premier Matteo Renzi ne approfitta anche per garantire che nella politica economica interna, il governo prosegue sulla strada del taglio delle tasse. Niente manovre, anche se c’è davanti l’obiettivo gravoso di trovare già almeno 20 miliardi per ottemperare agli impegni, tra clausole di salvaguardia sull’Iva, adeguamento pensioni, reverse charge, rinnovo del contratto del pubblico impiego.

Al Senato proseguirà la discussione generale sul ddl di conversione del decreto-legge recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, di sostegno alle imprese agricole colpite da eventi di carattere eccezionale e di razionalizzazione delle strutture ministeriali. Ieri l’Aula ha bocciato la proposta di reinvio in Commissione proposta dalla Lega. Successivamente sarà esaminato il ddl delega sulla riforma dei confidi, il testo sull’agricoltura sociale e il disegno di legge costituzionale relativo alla riforma dello statuto speciale del Friuli-Venezia Giulia. Alle 16.30 è inoltre previsto lo scrutinio per l’elezione di un componente del Consiglio di Presidenza della Corte dei conti. Nel corso della giornata il governo si presenterà a Palazzo Madama per svolgere un’informativa sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia.

Nel pomeriggio la commissione Finanze porterà avanti l’esame degli emendamenti presentati alla proposta di legge di riforma dell’attività di consulenza finanziaria. Il provvedimento sull’istituzione di una commissione d’inchiesta in materia di appalti pubblici sarà al centro dell’ordine del giorno della commissione Lavori pubblici, organo che continuerà a confrontarsi con le proposte in materia di riforma del sistema radiotelevisivo. Nel primo pomeriggio inizierà in commissione Industria l’iter di un disegno di legge sulle aree industriali dismesse; la stessa Commissione ascolterà i rappresentanti dell’Antitrust in merito al ddl recante la disciplina degli orari degli esercizi commerciali, provvedimento già approvato dalla Camera. La Commissione Lavoro proseguirà nel ciclo di audizioni nell’ambito dell’esame dei quattro schemi di decreti legislativi, attuativi del jobs act: nel pomeriggio verranno ascoltati i rappresentanti di Confindustria, R.ETE: Imprese Italia e Federdistribuzione. Le commissioni Industria e Territorio proseguiranno l’esame dello schema di decreto legislativo sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi. I provvedimenti relativi all’assistenza sanitaria ai senza fissa dimora continueranno a catalizzare l’attenzione dei componenti della commissione Sanità.

L’assemblea della Camera porterà avanti l’analisi del disegno di legge di conversione del dl recante disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR. La votazione finale potrebbe arrivare entro la seduta di oggi; è previsto infatti l’esame degli ordini del giorno e si attende il parere della commissione Bilancio su un solo emendamento relativo alla cassa integrazione in deroga. Successivamente proseguirà la discussione della Legge di delegazione europea 2014 e delle mozioni concernenti iniziative volte a sospendere le procedure di espropriazione relative ad immobili adibiti ad abitazione principale. Alle 16.15 l’esecutivo si presenterà nell’emiciclo di Montecitorio per l’informativa urgente sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia. La commissione Affari costituzionali proseguirà l’esame degli articoli e degli emendamenti presentati al ddl “Madia” sulla riforma della Pubblica amministrazione. Nel pomeriggio la commissione Attività produttive si confronterà con le proposte di legge contenenti “Disposizioni per la promozione e la disciplina del commercio equo e solidale”. La commissione Affari sociali discuterà una risoluzione presentata dal Movimento 5 stelle sulla trasparenza degli accordi stipulati dall’AIFA con le case farmaceutiche.

Ultime notizie
Last 20
Diritti umani

Last 20*: sono gli ultimi l’altra faccia del nostro Pianeta

“Last 20, gli Ultimi della Terra”, sono i 20 paesi più poveri al mondo, in contrapposizione a quelli del G20. La distanza tra questi due blocchi è abissale, e cresce di anno in anno, alimentata da crisi internazionali e guerre. Ai Last 20 è dedicato un Comitato e un ciclo di incontri.
di Tonino Perna** e Ugo Melchionda***
Last 20
idrogeno
Italia Domani

Idrogeno verde, alleato della decarbonizzazione dei processi industriali in Ue

In Europa e in Italia, i progetti legati all’idrogeno stanno crescendo in ogni ambito e rappresentano una soluzione per decarbonizzare i processi industriali e i comparti economici in cui la riduzione delle emissioni di carbonio è urgente e allo stesso tempo difficile.
di Claudia Bugno*
idrogeno
scuola paritaria
Scuola

Il contributo della scuola paritaria al sistema nazionale di istruzione: numeri, problemi, possibilità

La scuola paritaria in Italia accoglie 817.413 studenti in 12.096 scuole ogni anno, contribuendo al sistema nazionale di istruzione. Eppure, le scuole paritarie sono ancora escluse da sostanziosi finanziamenti e progetti del Ministero, anche quelli previsti dal PNRR.
di Elena Ugolini
scuola paritaria
pace
Attualità

Tempo di uccidere

Nella nostra cara, felice e ricca Europa, nessuno ci credeva. Ma, insomma, si chiedeva la gran massa delle persone, questi si vogliono davvero...
di Luciano Maria Teodori
pace
Laboratorio Europa
Intervista

Laboratorio Europa, alimentare il confronto su Istituzioni europee e sulla necessità di un’Europa sociale. Intervista al Prof. Umberto Triulzi

Laboratorio Europa dell’Eurispes, gli esperti si riuniscono per il primo incontro del 2023, attualmente coordinato dal Prof. Umberto Triulzi, economista, e docente di Politica economica europea, intervistato rispetto ai temi di discussione: Istituzioni europee, integrazione in ambito internazionale, Europa sociale.
di Silvia Muscas
Laboratorio Europa
complottismo
Attualità

Il dubbio e il burattinaio. Complottismo all’italiana

Cronaca e intrigo: anche per l’arresto di Matteo Messina Denaro, non sono mancati sospetti, dubbi, perplessità oltre l’accertamento dei fatti, con il risultato di offuscare il senso di una vittoria importante dello Stato contro la mafia. Il dovere di dubitare è una pratica essenziale nella società democratica, tuttavia bisogna contrastare il rischio dello scetticismo aprioristico e distruttivo.
di Angelo Perrone*
complottismo
editoria
Cultura

Editoria italiana: ricavi, geografia e nuove prospettive

L’editoria italiana ha registrato un calo del 2,8% nel 2022, ma i dati restano favorevoli rispetto al 2019. Crescono lettori e case editrici al Sud, pur restando al di sotto della media nazionale: lettori e case editrici si concentrano al Nord e al Centro, in Lazio e Lombardia ha sede il 38% delle case editrici italiane.
di Roberta Rega
editoria
bilancio energetico
Italia

Bilancio Energetico Nazionale, differenze regionali e potenzialità inespresse

Bilancio energetico nazionale, l’Italia ha un grande potenziale confermato da una quota del 20% di energie rinnovabili sul totale registrato nel 2020. A frenare la transizione ecologica però ci sono burocrazia e regionalismi che rischiano di allungare i tempi di decarbonizzazione dell’economia.
di Ludovico Semerari
bilancio energetico
prezzi della benzina
Fisco

Possibili profili speculativi sull’aumento dei prezzi della benzina e la marginalità delle cause fiscali

L’aumento del prezzo della benzina, di cui si parla molto ultimamente, è determinato da una serie di fattori che non limitano il dibattito alle semplici accise. A incidere è soprattutto la quotazione Platts, che viene decisa dalle compagnie in base al valore effettivo dei prodotti raffinati in un determinato momento.
di Giovambattista Palumbo*
prezzi della benzina
città
Futuro

La città nell’orizzonte della rivoluzione digitale

Le città raccontano chi siamo e che futuro vogliamo costruire: la rigenerazione urbana può essere la chiave per riconquistare gli spazi sottratti dalla pandemia, e costruire un universale urbano aperto al libero attraversamento di popoli ed etnie per una società sempre più fatta di migrazioni.
di Massimiliano Cannata
città