L'opinione

Obbiettivo raggiunto?

109

I Tg di lunedì 14 marzo – “Obbiettivo raggiunto”: l’annuncio di Putin del ritiro delle truppe russe dai territori siriani, dato da studio da Tg3, trova spazio nei titoli e nei servizi delle edizioni delle 20. TgLa7 tenta di Interpretare, sottolineando che le basi russe comunque resteranno sul territorio siriano, i rischi di un Isis in rotta ma non sconfitto, e i malumori che filtrano da Washington. Il ritiro delle truppe, che inizierà domani, non pare casuale e marca il quinto anniversario dall’inizio delle ostilità in Siria. I maggiori rischi si profilano adesso sul confine turco, dove l’attribuzione al Pkk del tragico attentato di ieri ad Ankara al Pkk fatta da Erdogan (titoli per Tg1, Tg3, Tg5 e Tg La7) viene accompagnata da aperte dichiarazioni di “guerra” al “terrorismo curdo”. Le ampie coperture sugli attentati in Costa D’Avorio, su Tg5 vengono accompagnate da una interessante analisi sulla diffusione di Al Qaeda nei paesi dell’Africa sub sahariana.

Le drammatiche immagini che ancora una volta giungono dal confine greco, dove migliaia di profughi hanno tentato di guadare un fiume in piena per poi venire respinti dall’esercito macedone sull’altra riva, vengono riprese ed ampliamente commentate dai tutti; aperture per Tg4 e Tg La7, che presenta il servizio più partecipato. Al dramma dei profughi di Idomeni si legano le parole della Cancelliera Merkel che, all’indomani di un voto regionale che ha visto il suo partito perdere molti consensi a favore delle destre estreme xenofobe, ribadisce come “la linea della Germania sull’immigrazione resterà invariata” (titolo per Tg1, Tg3, Tg4, Tg5 e Tg La7). Posizioni alle quali il Presidente Mattarella, ripreso dal suo viaggio in Etiopia dai Tg Rai e Tg5, si affianca ribadendo la necessità di operare per stabilizzare i paesi di provenienza.

“Dopo tutte queste notizie di politica estera, fa quasi ridere parlare della nostra”: con questo commento di Mentana introduce il fatto politico del giorno: la battuta sessista di Guido Bertolaso nei confronti di Giorgia Meloni, che più che concorrere per il Campidoglio dovrebbe “fare la mamma”. Coperture su tutte le testate, con quelle Mediaset che cercano di buttare acqua sul fuoco mentre quelle Rai e La7 palesano l’ennesima frattura nel centrodestra e la formazione di un nuovo polo a destra di FI. Analoghi spazi ottiene la vicenda della politica milanese con la M5S Bedori che avrebbe rinunciato alla candidatura a sindaco per le continue critiche rivoltele non in merito al suo programma, ma al suo aspetto fisico. Nei servizi dei Tg Rai a ricevere maggiore attenzione critica sono le – non rare – manifestazioni di misoginia nel linguaggio politico, con Tg1 che affronta il problema presentando una scheda sulle tantissime politiche italiane che hanno saputo conciliare la propria attività con la maternità.

La pagina economica sulle testate Mediaset si concentra sui drammatici dati Eurostat sull’aumento della povertà delle famiglie italiane. Toni tragici per Tg4 che denuncia come a patirne maggiormente le conseguenze siano i pensionati. Tg2 dà invece maggior risalto ad altri dati Eurostat, quelli sulla crescita della produzione industriale e sul crollo (-32%) delle indennità di disoccupazione. Sempre Tg2 dedica il suo approfondimento al complesso rapporto tra cittadino e fisco, ospitando a lungo in studio la direttrice dell’Agenzia delle Entrate Orlandi.

Le nuove intercettazioni dal carcere che confermerebbero che la camorra sarebbe stata l’artefice della squalifica di Marco Pantani al giro d’Italia del 1999, occupano titoli ed ampio spazio sulle testate Mediaset (servizio su Tg1), con Tg5 che dedica la copertina alla figura del Pirata.

Quasi tutte le testate questa sera alzano a fine edizione gli occhi al cielo, presentando il primo progetto europeo di esplorazione di Marte, a cui l’Italia ha fornito il maggiore contributo. Buoni gli approfondimenti dei Tg delle 20, oscillanti tra fantascienza e realtà.

Altre opinioni dell'Autore
International

Forum Cina Africa: investimenti e cancellazione del debito

Si è tenuto a Pechino ad inizio settembre il “Forum of China Africa Cooperation” (FOCAC) con la partecipazione di 53 capi di stato e di governo di tutti i Paesi africani e della dirigenza cinese.
di Paolo Raimondi
Salute

La bellezza è una scienza. I segreti della neuroestetica

Bellezza, arte, pelle e scienza. Il 21 e 22 settembre a Roma la decima edizione di DermArt, convegno internazionale che mette a confronto la clinica delle malattie della pelle con l’arte visuale e le scienze dell’osservazione
di Massimiliano Cannata
Società

Allarme scuola: le donne straniere adesso fanno meno figli

Gli studenti figli di immigrati sono costantemente cresciuti negli ultimi decenni. Ma l’equilibrio si sta infrangendo, i tassi di natalità delle donne immigrate sono in calo, e si può dire che gli alunni stranieri non bilancino più la perdita in atto
di Corrado Giustiniani
Europa

Tensione con l’Europa, Agea: “Lega e M5S non sono la stessa cosa”

Italia al braccio di ferro con l’Europa, Salvini sfida i partner tradizionali, Orban più vicino. Ma “Lega e M5S non sono la stessa cosa e sovrapporli è un errore madornale”. L'intervista all’europarlamentare M5S Laura Agea
di Valentina Renzopaoli
Società

Papa Bergoglio commuove la Sicilia. “La mafia è una bestemmia”

«Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Convertitevi». Così Papa Francesco in Sicilia nel ricordo di Padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia, interprete di una Chiesa di territorio e vicina agli ultimi.
di Alfonso Lo Sardo
Europa

Europa, l’inutile minaccia dell’Italia sul “bilancio”

L’Italia minaccia di tagliare il contributo dell’Italia al bilancio dell’Unione europea e il Commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, risponde chiedendo...
di Carmelo Cedrone
Il punto

Fallendo s’impara. La lezione della Lehman Brothers

Disfatta Lehman Brothers dieci anni dopo. La crisi che ha inaugurato ha avuto, per così dire, un "merito" speciale.
di Alberto Mattiacci
Recensioni

“C’è del marcio nel piatto”. Il cibo svelato da Caselli e Masini

L’agroalimentare è un “pilastro” dell’economia nazionale che genera business, ma anche “appetiti”, esercitati da organizzazioni criminali senza scrupoli. Il saggio, C’è del marcio nel piatto! svela gli aspetti drammatici di un fenomeno che interessa tutti
di Massimiliano Cannata
Economia

Harakiri Sicilia: quei 700 milioni che la Ue sta per riprendersi

La spesa comunitaria in Sicilia fa registrare una nuova battuta d’arresto. A tre mesi dalla scadenza annuale, il rischio oggi è che oltre 700 milioni di risorse europee possano ritornare alla casa madre.
di Alfonso Lo Sardo
Intervista

Legittima difesa, Urraro: “Tra Lega e M5S nessuna distanza”

“Nessuna distanza tra Lega e M5S sulla volontà di riformare la legittima difesa”. Il senatore pentastellato Francesco Urraro, membro della Commissione Giustizia spiega quali sono le “zone d'ombra” da chiarire per arrivare ad un momento di sintesi che contemperi le diverse esigenze.
di Valentina Renzopaoli