Salute

Obesità infantile: l’aiuto arriva dai biomarcatori

139

Sono i Vocs, composti volatili prodotti nei normali processi metabolici dal nostro organismo: la loro presenza nei bambini sovrappeso o obesi è significativamente differente e può consentire diagnosi precoci e predizioni del potenziale sviluppo di patologie correlate. È quanto è emerso da uno studio italiano, quello dell’Isa-Cnr di Avellino, pubblicato, recentemente, su “Scientific Reports”, rivista del gruppo Nature.

L’obesità rappresenta, tutt’oggi, uno dei principali problemi per la sanità pubblica, per la sua diffusione su larga scala. Dagli ultimi rilevamenti Istat per l’anno 2016 viene definita obesa una persona su 10 e in sovrappeso più di un terzo della popolazione italiana, ovvero il 35,3 per cento. L’Istituto nazionale di statistica rilevava inoltre un forte divario tra le regioni del Nord e quelle del Sud Italia, che accusano una maggiore presenza di persone maggiorenni obese. Prima tra tutte il Molise con il 14,1 per cento, a seguire l’Abruzzo con il 12,7 per cento, al terzo posto la Puglia, con il 12,3 per cento. Una buona notizia, a livello europeo, sembra giungere da una indagine Eurostat che nel 2016 poneva l’Italia come fanalino di coda tra i paesi dell’Area Shengen, dove l’obesità riguarda il 15,9 per cento della popolazione. In testa alla classifica, per numero di persone obese, la Lettonia, dove il fenomeno interessa il 21,3 per cento della popolazione, seguita da Ungheria e Turchia con il 21,2 per cento della popolazione.

A livello mondiale il dato più allarmate è sicuramente quello proveniente dagli Stati Uniti, dove, tra gli adulti, il tasso di obesità è passato in 10 anni dal 30 al 38 per cento. Questo è quanto emerge dall’ultimo rapporto elaborato dall’Agenzia Federale per la Salute (Center for Desease Control and Prevention). Invariato rimane invece il tasso di obesità tra i minori, il 17 per cento della popolazione tra i 2 e i 17 anni. A poco sono valsi, dunque, gli sforzi della campagna “Let’s Move” voluta dallo stesso presidente Obama e promossa dalla First Lady Michelle Obama, per spingere i giovani americani ad uno stile di vita più sano e ad una dieta più equilibrata, l’iniziativa aveva visto comparire un orto persino nei giardini della Casa Bianca.

Se in generale l’obesità rappresenta un importante fattore di rischio di malattie croniche, in età pediatrica si associa ad una più precoce insorgenza di patologie dell’età adulta, come diabete di tipo due, ipertensione arteriosa e iperlipidemie. Proprio in tal senso la scoperta effettuata dall’Istituto di Scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-Cnr) di Avellino pubblicata su Scientific Reports, rivista del gruppo Nature risulta quanto mai utile nel contrasto delle malattie legate all’obesità.

“Abbiamo analizzato campioni di urine di bambini appartenenti alla coorte italiana di un progetto pilota di cui siamo partner, ‘I. Family’”, spiega Rosaria Cozzolino dell’Isa-Cnr. “I risultati iniziali hanno già permesso di evidenziare per la prima volta che nelle urine di bambini sovrappeso o obesi il profilo dei composti organici volatili (Vocs), prodotti nei normali processi metabolici dal nostro organismo, è significativamente differente, dal punto di vista qualitativo, da quello di bambini normopeso: alcuni composti presenti potrebbero quindi ricoprire il ruolo di biomarcatori metabolici dell’obesità infantile e delle relative complicanze”.

L’introduzione di tecniche avanzate per l’estrazione dei Vocs da fluidi biologici ha già consentito di scoprire che, in presenza di alcune malattie, i profili di tali sostanze possono subire alterazioni quali/quantitative. “Tali evidenze scientifiche hanno permesso, recentemente, l’individuazione di potenziali biomarcatori volatili nella diagnosi o nel monitoraggio di diverse patologie, tra cui infezioni batteriche, malattie cronico-degenerative, disturbi neurologici e diversi tipi di cancro”, conclude la ricercatrice. “La nostra linea di ricerca offre ora indicazioni promettenti per la comprensione dei processi e dei percorsi fisiopatologici che portano allo sviluppo dell’obesità e potrà contribuire in prospettiva a sviluppare nuove strategie terapeutiche. Inoltre, i campioni di urina, tra i vari fluidi biologici, presentano evidenti vantaggi per l’analisi dei metaboliti volatili, sia perché possono essere raccolti facilmente e in maniera non invasiva, sia perché contengono concentrazioni superiori di Vocs rispetto ad altri liquidi corporei”.

Ultime notizie
Politica

Manovra economica, al Sud tagliati 800 mln. La ripresa non ci sarà

Manovra economica: manca una visione d’insieme per il Sud. Più investimenti ma diminuisce la spesa pubblica. Nessun piano di infrastrutturazione. Il sostegno al reddito? Un’incognita.
di Alfonso Lo Sardo
Società

La Notte Bianca del Classico. In difesa del principe dei Licei

Venerdì 11 gennaio si è svolta, in tutta Italia, la Notte Bianca del Liceo Classico. È una bella idea, nata in quel...
di Alberto Mattiacci
Politica

Giulio Andreotti nasceva (solo) 100 anni fa, ma sembra preistoria

Il 14 gennaio 2019 sono stati cento anni dalla nascita di Giulio Andreotti. Cosa che pochi mai avrebbero previsto, sono molti quelli che ora lo rimpiangono. Il ricordo nel libro di Roberto Cotroneo.
di Patrizio J. Macci
Criminalità e contrasto

Corruzione in Italia, ecco come si altera la reputazione di un Paese

Dipingere un paese come corrotto o anche più corrotto di quanto realmente non sia può avere effetti diretti e indiretti sull’economia. L’econometria della corruzione è alla base della ricerca realizzata da Eurispes
di redazione
Criminalità e contrasto

Mafie straniere in Italia. “Mancano interpreti e collaboratori di giustizia”

Dalla mafia nigeriana a quella cinese, rumena e albanese: le associazioni criminali straniere che hanno “preso casa” in Italia convivono con le mafie autoctone, si spartiscono traffici e attività illegali. Cesare Sirignano, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, ha fotografato il fenomeno.
di Raffaella Saso
Innovazione

Dalla smart city alla smart land, la città è ovunque

Essere smart è un modo di essere, una condizione ontologica. La rivoluzione è già avvenuta e la “città del futuro” più vicina di quanto possiamo immaginare. Anzi, la città è già ovunque, la città è sprawl.
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Spreco di cibo nel mondo: nel secchio un terzo di quello prodotto

I dati choc dello spreco alimentare. Un terzo del cibo prodotto sul pianeta, viene sprecato senza neanche arrivare a tavola. Con il cibo che finisce tra i rifiuti, si potrebbero sfamare 200 milioni di persone.
di Alfonso Lo Sardo
agricoltura

Marco Omizzolo Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l'onorificenza al Merito della Repubblica Italiana a Marco Omizzolo, giornalista, studioso, ricercatore Eurispes e Responsabile scientifico dell'Associazione In Migrazione.
di redazione
Economia

Misure fiscali: tutte le novità per il 2019. La guida per orientarsi

Una web tax al 3% sui servizi digitali delle grandi imprese, con lo scopo principale di tassare le vendite online delle multinazionali. Ma sono molte le misure fiscali introdotte con la legge di Bilancio 2019. Ecco la guida per orientarsi.
di Giovambattista Palumbo
Attualità

Amos Oz: “Per la pace in Medio Oriente i leader non sono pronti”

A pochi giorni dalla scomparsa, riproponiamo un'intervista realizzata tempo fa con lo scrittore Amos Oz. «Verrà un giorno in cui bisognerà accettare il compromesso, e vi sarà un’ambasciata palestinese in Israele e un’ambasciata Israeliana in Palestina».
di Massimiliano Cannata