Internazionale

Our South like former East Germany

We already wrote this in 1995. Why not learn from the example set by Germany in recent years? Why, if our German friends have succeeded in making the former GDR’s unification process the cornerstone of all economic and social policy, can’t we do the same for Southern Italy? Is it unreasonable to believe that investing resources, ideas, and energies in the South will benefit the entire country in the long run?

This conviction was reaffirmed in the 2020 Italy Report.

Scholars such as Isaia Sales are now championing this idea.

Germany spent five times more in the poorer former East Germany in the first decades of reunification than the infamous Cassa per il Mezzogiorno in 50 years.

Furthermore, contrary to popular belief, the Cassa per il Mezzogiorno absorbed only 0.5% of Italian GDP – or no more than 0.7% – while public investments in the North amounted to 3.5% of GDP. Nonetheless, a large portion of that same 0.5% ended up in the North, thanks to the phenomenon of “rigged contracts” entrusted to northern industries for the construction of extremely expensive works, many of which were never completed or were rendered inoperable; the famous “cathedrals in the desert.”

According to the International Monetary Fund, 80% of the companies that received funding during the last period of the Cassa per il Mezzogiorno were large Northern companies.

Bankitalia, on the other hand, calculates that a one-euro increase in GDP in the South produces a 40-cent rise in GDP in the Centre-North. However, the opposite is true: a one-euro rise in GDP in the Centre-North generates only a ten-cent increase in GDP for the entire country. Investing in the South’s growth rather than the Centre-North yields a fourfold return for the country as a whole. Unfortunately, our ruling classes appear to be oblivious to this.

As a result, if Italy could overcome its short-sighted illusions of proceeding in semi-separate pieces, returning to consider itself a country and thus developing the South, it would become the most competitive area in Europe, possibly even competing with the most competitive regions of the world.

Germany has conducted a similar operation, demonstrating that backwardness is not a natural state of a territory – let alone an anthropological fact – but rather a condition that can be overcome in a few decades through massive investments. It would also be possible in Italy if our country recognised that it is, indeed, a whole.

According to the Bank of Italy’s research, the South is Italy’s actual growth reserve: it represents the country’s potential growth. If the government discovers the worth of this enormous treasure hidden in the South, it will experience unprecedented growth.

 

*Gian Maria Fara, President of the Eurispes.

Ultime notizie
blockchain e mercati dei crypto-asset
Tecnologia

Tecnologia blockchain e mercati dei crypto-asset: le opportunità

Blockchain e mercati dei crypto-asset: quali le opportunità di questa tecnologia e il rapporto con il diritto dell'Unione Europea.
di Irene Tagliamonte*
blockchain e mercati dei crypto-asset
smart working
Lavoro

L’incidenza dello smart working in pandemia e oltre

La crisi del Covid-19 ha creato un’improvvisa necessità per le aziende e i loro dipendenti di iniziare o aumentare lo smart working....
di redazione
smart working
Territorio

Calabria: a new narrative and strategic thinking are needed. Interview with President of the Rubbettino publishing house

Guest of the column "Il punto a Mezzogiorno", Florindo Rubbettino, President of the publishing group of the same name founded in 1972...
di redazione
Il punto a Mezzogiorno

Calabria: servono una nuova narrazione e un pensiero strategico. Intervista al Presidente del gruppo editoriale Rubbettino

Intervista a Florindo Rubbettino, Presidente dell’omonimo gruppo editoriale fondato nel 1972 da suo padre in Calabria.
di Maurizio Lovecchio
capodanno estivo
Società

Questo Capodanno estivo segnerà il primo anno del “new normal”

Viviamo un Capodanno estivo in cui ci iniziamo a preparare all’incontro, al riallacciare, con il nuovo anno, quella consuetudine quotidiana dell’altro, non mediata dallo schermo come in pandemia, entro la quale ci immergeremo diversi da come ne siamo usciti.
di Alberto Mattiacci*
capodanno estivo
mezzogiorno
Infrastrutture

I collegamenti tra le regioni del Sud e del Nord, punto chiave nel rilancio del Mezzogiorno

La vera prospettiva di crescita del Mezzogiorno è condizionata dagli investimenti in opere infrastrutturali che sono strategiche per lo sviluppo economico. L’adeguamento dei porti italiani alle grandi navi portacontainers, e la creazione di hub nel Mediterraneo, in particolare a Gioia Tauro e in Sicilia, sono condizioni in grado di trainare lo sviluppo anche dei territori interni oltre che delle realtà portuali coinvolte.
di Giampaolo Basoli*
mezzogiorno
nuraghi sardegna
Cultura

Nuraghi di Sardegna, una risorsa non solo culturale

I nuraghi, che con la loro massiccia diffusione puntellano la Sardegna, sono identificativi del luogo al quale appartengono, hanno una lunga e misteriosa storia alle spalle e sono l’espressione di un passato che silenziosamente sembra voler interloquire con il mito. I nuraghi hanno i requisiti per essere a buon diritto patrimonio dell'Unesco.
di Giuseppe Pulina
nuraghi sardegna
moda fashion
Economia

L’industria della moda tra fast fashion e moda etica

Nei primi nove mesi del 2020 le maggiori aziende del fashion hanno subìto una significativa contrazione. Le stime indicano che la ripresa inizierà nel corso del 2021, ma l’assestamento del volume d’affari sulle cifre precedenti alla crisi si avrà soltanto nel 2023. Intanto, l’industria della moda è in bilico tra il fast fashion usa-e-getta e nuovi modelli produttivi ecosostenibili.
di redazione
moda fashion
oceani plastica
Ambiente

Riuso e riciclo possono salvare gli oceani dalla plastica

È possibile prevenire quasi la metà della plastica presente negli oceani in un anno riutilizzando il 10% dei nostri rifiuti in plastica. Questo, e molto altro, è presente nel report "The Future of Reusable Consumption Models" del World Economic Forum in collaborazione con Kearney.
di redazione
oceani plastica
trasporto ferroviario
Europa

Green Deal, fondamentale una strategia comune sul trasporto ferroviario

Il trasporto ferroviario è un punto fondamentale per la transizione ecologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green deal europeo. Basti pensare che il settore trasporti genera un quarto delle emissioni di gas serra nell'Ue. Per questo il 2021 è l'Anno Europeo delle Ferrovie, e l'Italia ha destinato all'ammodernamento della rete ferroviaria 28,30 miliardi euro di risorse del PNRR.
di Giampaolo Basoli*
trasporto ferroviario