Paura nella grande mela

I Tg di giovedì 18 maggio – La paura a New York per l’auto che, sfrecciando contromano per Time Square, ha falciano una ventina di persone facendo anche una vittima, irrompe nelle aperture di tutte le testate. I dubbi sul movente dell’investitore, un pregiudicato che non risulta radicalizzato, compaiono nei servizi ma portano i Tg delle 20 ad escludere l’ipotesi dell’attentato. Grande spazio su Mediaset (quasi metà edizione per Tg4), con la corrispondente Rossi Hawkins testimone diretta degli eventi, che offre l’immagine di una grande mela confusa e spaventata.

Quale che sia la natura di questo atto luttuoso, il passaggio dalle ansie di New York all’instabilità politica complessiva degli States, viene proposto da tutti i Tg (secondo titolo per Tg4, Tg3, Tg1 e Tg5), dato che oramai il Presidente Trump rischia seriamente l’impeachment per il caso Russiagate. Ad aggravare la sua posizione, già ieri compromessa, alcune dichiarazioni di un senatore repubblicano che nel 2016 avrebbe affermato che Trump era al libro paga di Putin. Per Lucio Caracciolo, intervistato dal Tg3, l’ipotesi dell’impeachment è più che concreta, e dipenderà molto dalla decisione del partito repubblicano, che com’è noto poco apprezza l’attuale Presidente.

Sempre per gli esteri, le imminenti elezioni in Iran che vedono lo scontro tra il candidato moderato Rouhani ed il conservatore Raisi, interessano solamente i Tg Rai.

Per la politica italiana a tenere il banco è la legge elettorale, con le testate Rai e La7 che titolano sull’accelerazione impressa dal Pd, mentre Tg5 sottolinea la bocciatura della proposta da parte di Forza Italia, M5S e di Bersani. Su Tg La7 spicca invece la questione delle intercettazioni, con i duri scambi tra Napolitano ed Orfini, e Mentana che dedica un secondo titolo, come già ieri, alle tensioni esplicite tra le Procure di Napoli e Roma sul caso Consip.

I dati dell’Inps, che seguono a stretto giro quelli dell’Istat di ieri hanno dipinto con ulteriori tinte fosche l’immagine di un paese bloccato e che invecchia, figurano nei titoli di Tg5 e Tg2, ma compaiono per tutti nei servizi. Se per i Tg Mediaset i dati odierni sono completamente negativi, nei servizi di Tg3 e Tg La7 si parla di un saldo ancora positivo delle assunzioni, pur di fronte ad una tendenza che manifesta come l’effetto degli incentivi del Jobs Act sia rientrato. Il crollo dell’utilizzo della Cassa integrazione viene dato con risalto dal solo Tg3

Per la cronaca il caso della donna torinese violentata nel 2011 e che non ha potuto ottenere dallo Stato alcun risarcimento perché, stando alla sentenza del tribunale di Torino, “stava a lei dimostrare come il suo aggressore fosse nullatenente” (e solo in quel caso lo Stato sarebbe subentrato) ottiene servizi indignati su molte testate compresa La7. Analoga indignazione si manifesta nelle coperture di tutte le testate sul furto a Pompei di una borchia antica 2.700 anni “prestata” al museo degli scavi.

Alla maxi multa comminata dall’Unione Europea a Facebook per il passaggio dei dati da Wattsapp vanno i titoli di Tg1 e Tg3 ma, nel complesso, un’attenzione ridotta. L’ammiraglia Rai che fin dai titoli affronta inoltre il business della tratta dei cuccioli di cane che vengono venduti non vaccinati o neanche svezzati.

Da segnalare che Tg3 (titolo) ed i Tg Mediaset raccolgono l’allarme Unicef sui profughi minorenni non accompagnati che, giunti in Europa, finiscono vittime di abusi e sfruttamento; Tg4 vi dedica un buon servizio.

L’addio a Daniele Piombi, storico volto della prima tv degli anni 50 e 60, è presente a fine edizione per i Tg delle 20 (titolo per La7), mentre Tg5 è il solo stasera a ricordare l’anniversario della morte di Marco Pannella con un breve editoriale.

 

Ultime notizie
nuovo ordine globale
Rapporti

Il nuovo ordine globale, un dibattito aperto sul mondo di oggi

La presentazione del libro “Il nuovo ordine globale” a cura di Marco Ricceri, ospitata presso la sede di Sioi, ha offerto un’opportunità di dibattito sulla geopolitica odierna e sulle organizzazioni multilaterali che la regolano, tra studiosi ed esperti, tra cui l’On. Tremonti, prof. Giovanni Barbieri, prof. Riccardo Sessa.
di redazione
nuovo ordine globale
BRICS
Internazionale

BRICS e Unione europea, alternativi e competitivi: intervista alla prof.ssa Lucia Scaffardi

I BRICS sono al centro dell’intervista alla prof.ssa Lucia Scaffardi e della recente collaborazione tra Università di Parma e Istituto Eurispes, Laboratorio sui BRICS. Nel dialogo con la prof.ssa Scaffardi emergono diversità e parallelismi tra NATO e Unione europea da un lato, e BRICS dall’altro, come blocchi contrapposti nella geopolitica attuale.
di Susanna Fara
BRICS
continuità territoriale
Infrastrutture

La discontinuità territoriale della Sardegna

Continuità territoriale, in Sardegna manca ancora una soluzione definitiva, soprattutto per lo scalo di Alghero disertato dalle compagnie aeree nei bandi proposti dalla Regione. In estate la situazione precaria dei collegamenti è peggiorata dal traffico turistico, mentre la continuità vige solo da e per Milano e Roma.
di giuseppe pulina
continuità territoriale
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, i dati degli ultimi sei mesi della Polizia Criminale

Violenza di genere, i dati del Servizio Analisi Criminale della Polizia Criminale documentano un trend in crescita dal 2021 al 2023, ma i dati degli ultimi sei mesi evidenziano una flessione rispetto allo stesso periodo del 2023, soprattutto per i reati spia e gli omicidi volontari.
di redazione
violenza di genere
work life balance
Parità

Work life balance, c’è ancora un gap di genere da colmare

Il work life balance, ovvero l’equilibrio tra vita privata e professionale, riguarda anche la parità di genere, soprattutto in merito al caregiving, che troppo spesso ancora ricade principalmente sulle donne. Adnkronos evidenzia inoltre che il 66% degli utenti si dichiara insoddisfatto del proprio life work balance, e che questo incide nella scelta dell’impiego.
di redazione
work life balance
mediterraneo
Sostenibilità

Giornata internazionale del Mediterraneo, un ecosistema da difendere da plastica e sfruttamento

La Giornata internazionale del Mediterraneo è stata dedicata al dibattito sul nostro mare, un ecosistema che va difeso dallo sfruttamento intensivo della pesca e dalle plastiche. Un incontro presso la Camera dei Deputati organizzato da Fondazione Aqua ha visto numerosi studiosi esprimersi in merito al fragile equilibrio di questa risorsa fondamentale.
di redazione
mediterraneo
Uricchio ANVUR
Intervista

Antonio Uricchio, Presidente ANVUR: la valutazione come strumento per migliorare la qualità di ricerca e didattica

Antonio Uricchio, Presidente di ANVUR interviene nel merito delle critiche mosse verso una eccessiva burocratizzazione delle Università italiane, affermando la valutazione delle stesse come importante strumento per migliorare la qualità della ricerca e della didattica attraverso la raccolta di dati, documenti e informazioni.
di Mario Caligiuri*
Uricchio ANVUR
Corridoi TEN-T
Infrastrutture

Segnali positivi nella nuova strategia dei corridoi europei dei trasporti TEN-T

Il Parlamento europeo ha approvato il nuovo Regolamento sui Corridoi TEN-T. Il testo ha l’obiettivo di completare alcuni importanti collegamenti, aggiornando il piano europeo per una rete di ferrovie, strade, vie navigabili interne e rotte marittime a corto raggio collegate attraverso porti e terminali in tutta l’Unione.
di Giampaolo Basoli*
Corridoi TEN-T
Intervista

Pierluigi Petrone, Presidente Assoram: sfide globali e nuove competenze del comparto healthcare

Il comparto healthcare oggi si trova ad affrontare nuove sfide che vanno oltre gli anni della pandemia: le mutate esigenze dei consumatori, sempre più vicini all’e-commerce, e gli equilibri internazionali che condizionano logistica e distribuzione. Uno sguardo alle sfide del futuro con il Presidente di Assoram Pierluigi Petrone.
di Susanna Fara
scuola
Istruzione

La Scuola di domani: tecnologie digitali e valorizzazione delle eccellenze

Tecnologie digitali e una gestione oculata dei fondi per valorizzare le eccellenze e la qualità: è questa la prospettiva sulla Scuola italiana individuata da Alessandro Curioni, Docente (Università Cattolica di Milano) e Presidente di DI.GI Academy.
di Massimiliano Cannata
scuola