L'opinione

Renzi – Frenetico immobilismo

32

I Tg di mercoledì 12 ottobre 2016 – L’interesse per i temi referendari è diffuso, ma produce stasera aperture variegate. All’appello del Presidente della Repubblica Mattarella, che invita gli schieramenti ad abbassare i noti, va il primo titolo dell’Ammiraglia Rai (titoli anche per Tg2 e Tg3); Tg5 apre invece sulle forti tensioni alla Camera durante l’audizione del presidente Renzi in vista del prossimo incontro all’Eurogruppo (presenti su tutti tra 2° e 3° titolo). Tg La7 esordisce con il “fronte del no” promosso da D’Alema che parla di un “clima di paura ed intimidazioni”, dedicando poi il titolo successivo alle risposte dalla maggioranza renziana che lo critica per “non guardare ai contenuti” (titolo per Tg4, nei servizi per tutti). La dura presa di posizione dal premier verso gli organismi europei, accusati di patire un “frenetico immobilismo”, viene riportata da tutte le testate, ma è solo su Tg3 e Tg La7 che queste affermazioni si impongono sulle trite polemiche di giornata, impaludate sulla tematica referendaria.

L’acuirsi delle tensioni tra Russia e Usa con la mancata visita di Putin in Francia dove avrebbe dovuto confrontarsi con Hollande sulla guerra in Siria, è ripresa in apertura da Tg3 e Tg4, e Tg La7 parla di un nuovo “clima da guerra fredda”. Le immagini dei nuovi bombardamenti ritornano sul Studio Aperto e Tg5 che dedica la sua copertina proprio ai “bambini immagine”, simboli inconsapevoli degli orrori che sconvolgono i loro paesi.

Le scuse da Londra a seguito delle proteste dovute ad un modulo d’iscrizione scolastica che ascriveva a studenti italiani 3 tipologie diverse di “cittadinanza” (italiana, italiana-napoletana, italiana-sicialiana) figurato su tutte le testate (apertura per Tg2). I Tg Mediaset propongono una vena ironica, mentre Tg1 e Tg2 colgono l’occasione, intervistando la scrittrice Simonetta Hornby, per una riflessione a più ampio spettro su come, a seguito del referendum per la Brexit, le varie comunità straniere in Gran Bretagna siano divenute più sensibili a questo tipo di “schedature”, qualunque ne siano gli intenti.

Nel complesso sottotono stasera gli scambi tra Padoan e Ufficio Parlamentare di Bilancio (titolo per tg1), col ministro dell’economia che assicura la crescita dell’1% per il 2017. Tg4 che, analizzando le anticipazioni sulla legge di stabilità, indica cifre che non lo convincono, viene seguito sulla stessa linea da Tg3 e Tg1 nel chiedersi da dove arriveranno gli 8 miliardi di nuovo gettito fiscale previsti.

Titoli per i Tg Mediaset e Tg1 sulle violenze ad un bambino disabile di 10 anni da parte dei suoi compagni di classe denunciate dalla madre, che afferma che i soprusi sul figlio hanno una storia di due anni, nella totale negligenza del corpo insegnante.

Tg2 e Tg3 ritornano sui “fantasmi” dell’Almaviva, 2500 impiegati di call center considerati in esubero dalla società, e per i quali il futuro non è tuttora chiaro.

Segnaliamo in conclusione il titolo del Tg2 sulla battaglia di genere condotta nella regione Sardegna contro il linguaggio “sessista”: da oggi in tutti i documenti ufficiali figureranno espressioni di genere quali “assessora”, “prefetta”, “sindaca”. Un passo avanti in un ambito, quello linguistico, che rappresenta esso stesso una frontiera possibile di discriminazione.

Altre opinioni dell'Autore
Sicurezza

Il senatore Romeo (Lega): «La difesa deve essere legittima sempre»

Legittima difesa: "Se una persona sa che svaligiando una casa la farà sempre franca, non avrà nessun incentivo a smettere di delinquere". Il nostro dibattito sul tema prosegue con l'opinione di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega al Senato.
di Corrado Giustiniani
Intervista

Casucci (Lega): «Educazione civica sia materia vera, con tanto di voto»

Educazione civica nelle scuole: il dibattito prosegue con l'opinione di Marco Casucci, promotore di una mozione approvata dalla Regione Toscana. "L'educazione civica diventi materia curriculare con tanto di voti".
di Valentina Renzopaoli
Immigrazione

Migrazione, Vacca: “Chiudere i porti non frenerà la Shoah”

Immigrazione: "Chiudere i porti non frenerà la Shoah". Roberto Vacca: Non possiamo pretendere di essere civilizzati, se discutiamo di illegalità e ignoriamo «i diritti inalienabili alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità».
di Roberto Vacca
Intervista

Il Presidente della Camera Penale: “Una follia le armi ai cittadini”

La maggioranza degli italiani, secondo Eurispes, sparerebbe a chi gli entra di notte in casa. «Ma c’è ben più del 40 per cento che non userebbe la pistola. E fa bene: diffondere le armi nel Paese è una pazzia assoluta».
di Corrado Giustiniani
Approfondimenti

Legittima difesa, la Lega pronta a rafforzare la misura. Il dibattito

Il 56,6% degli italiani sparerebbe se sorprendesse di notte intrusi nella propria abitazione: il 38,5% lo farebbe con probabilità, il 17,7% sicuramente. la rivista L'Eurispes.it vuole aprire un dibatto sul tema con interviste e riflessioni che verranno pubblicate nelle prossime settimane.
di redazione
Immigrazione

Accoglienza e mala burocrazia: solo un bando su sei è ben fatto

Migrazione: solo un bando di gara su sei, di quelli relativi alla gestione della prima accoglienza dei migranti, raggiunge la sufficienza. Lo rivela un'indagine realizzata dalla cooperativa In Migrazione. Non mancano però esempi virtuosi
di Marco Omizzolo
Informazione

Michele Mezza: “Automi e algoritmi minacciano il giornalismo”

Giornalismo "automatizzato": i "bot" stanno seriamente mettendo a rischio il mestiere. Il 52% dei contenuti che circolano nell’infosfera già ora non hanno un’origine umana e il 66% dei tweet non proviene da una mente individuale
di Massimiliano Cannata
Ambiente

Sicilia, fai la raccolta differenziata? Avrai sconti al supermercato

Rifiuti, sconti ai supermercati per i cittadini che si impegnano nella raccolta differenziata. La proposta arriva in un disegno di legge, firmato dal Presidente della Regione, Musumeci e dall’assessore ai Rifiuti e all’Energia, Pierobon.
di Alfonso Lo Sardo
Innovazione

La tecnologia divide i giovani: (auto)esclusi ed eredi del merito

Negli ultimi anni il dibattito sul lavoro futuro si è fatto molto intenso. I toni sono divenuti sempre più cupi, di pari...
di Alberto Mattiacci
Osservatori

Osservatorio Giochi, Legalità e Patologia di Eurispes: “Allo Stop alla pubblicità segua un’attenzione agli approfondimenti tecnici”

L’orientamento del Governo che indica un blocco della comunicazione pubblicitaria nell’area del gioco contenuto nel “Decreto Dignità” sta suscitando clamore. Il provvedimento riporta...
di redazione