Sui Tg si torna ai “bollettini” dei contagi

L’aumento vertiginoso dei contagi impone la pandemia come tema dominante. Aperture obbligate per tutti, ad eccezione di Tg4 che – come la scorsa settimana – dedica spesso la prima pagina alla crisi economica ed ai temi fiscali.

Nell’illustrare i provvedimenti della politica in una situazione in progressivo peggioramento, gli scambi accesi tra Governo e le Regioni vengono documentati senza particolare enfasi o prese di posizione.  Solo Tg4 esprime giudizi apertamente negativi, sia in tema di gestione dell’epidemia sia sul versante economico, e li veicola attraverso il commento dei numerosi ospiti. Tra questi, il segretario Uil, Pierpaolo Bombardieri, ascoltato nella giornata di venerdì. Giudizi più cauti arrivano da Tg5 e Studio Aperto, che riprendono nei servizi gli altri fronti problematici quali le proteste dei medici e degli appartenenti alle Forze dell’ordine. Venerdì, l’ammiraglia Mediaset rilancia un messaggio di Guido Bertolaso, che suggerisce al Governo alcune strategie per gestire “meglio” sia la scuola sia l’aumento dei casi in terapia intensiva. Le dichiarazioni allarmate di Meloni e Salvini trovano lo spazio maggiore sul Tg2, che, sempre nella giornata di venerdì, si mostra assolutamente contrario a qualunque strategia che comporti una chiusura delle scuole, dando voce alla madre di un bambino disabile. Questi alcuni dei principali risultati che emergono dall’analisi dell’Osservatorio Tg Eurispes in collaborazione con il CoRiS Sapienza Università di Roma per la settimana che va dal 12 al 16 ottobre.

E ancora: con l’impennata dei nuovi positivi, arrivati già mercoledì a picchi mai registrati anche nei mesi primaverili, sale la tensione anche nei titoli, con Tg3 e Tg5 che più volte fanno ricorso a parole come “paura” o “incubo”. Sempre venerdì, il Tg di Mimun raccoglie un commento dello psichiatra Vittorino Andreoli, che mette al centro del suo intervento proprio la dimensione di “impotenza” in cui le nostre vite sembrano calate. Tanta preoccupazione si riflette anche in un ulteriore aumento negli ascolti del prime time, che rispetto alla scorsa settimana guadagna mezzo milione di telespettatori, arrivando ad una platea media di 18 milioni.

La scomparsa, a 51 anni, di Jole Saltelli, presidente della Regione Calabria e prima donna a governare una Regione del Sud Italia, è giovedì nei titoli per tutti, con grande spazio, nei servizi, al commiato da parte del mondo politico. Apertura per Tg4. Mentana ricorda la sua forza nell’affrontare la malattia e il rispetto che Santelli si era guadagnato anche da parte dei suoi avversari.

L’epidemia domina anche gli esteri con il coprifuoco in Francia e Regno Unito. Di Maio uber alles sul Tg1. Libia, “silenzio responsabile” sulla situazione dei marinai detenuti

Titoli e servizi dedicati alle misure di lockdown messe in atto prima nel Regno Unito, poi nella Francia di Macron. Le presidenziali Usa ottengono, comunque, 5 titoli e sono oggetto di buone coperture per tutti. Sia Tg2 che Tg5 descrivono un Trump “scatenato” e pronto a riprendersi il suo elettorato attraverso un’imponente campagna sui social, nonostante i sondaggi diano Biden in netto vantaggio.

I rapporti con la Russia e la guerra in Armenia figurano nei servizi dei Tg Rai, e mercoledì vengono affrontati dal Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripreso dal Tg1 in relazione alla sua visita in Russia; giovedì, l’ex leader M5S viene intervistato sempre dal Tg1, stavolta in merito all’impatto del contagio a livello europeo e sui temuti ritardi nell’ottenimento del recovery fund. Il Ministro interviene anche sulla vicenda dei pescherecci sequestrati da Haftar – ripresa in più occasioni anche dai Tg Mediaset–parlando dell’esigenza di un “silenzio responsabile”, ma dando rassicurazioni sulle condizioni dei marinai detenuti in Libia.

Spazi risicati alla cronaca. Caso Uber, lo sdegno di Mentana

L’attenzione ai contagi lascia spazi risicati per la cronaca, e contiene quell’attenzione morbosa di cui altrimenti si caricherebbero i nuovi capitoli di alcuni casi “storici”. Anche per questo, la condanna in appello all’ergastolo ad Innocent Oseghale per l’omicidio di Pamela Mastropietro, venerdì, è nei titoli solo per Tg5, e in un un lungo servizio per Tg2. Un’altra sentenza assai rilevante, quella di Montepaschi che condanna gli ex vertici Viola e Profumo, viene trattata, giovedì, solo dal Tg La7.

Lunedì, servizi per tutti e titolo per Tg1 dedicati alla chiusura delle indagini su Uber Italia e alle accuse di caporalato spiccate contro i vertici per i reiterati abusi inferti ai propri riders, per la maggior parte migranti. Una vicenda che, a fine servizio, Mentana preferisce non commentare, palesando il proprio sdegno. Tg3 propone martedì un buon servizio sulle attività di un ambulatorio mobile che da anni si occupa della salute dei migrati e del lavoratori stagionali a Borgo Mezzanone, in Puglia. Anche Studio Aperto “si occupa” di migranti, ma lo fa giovedì segnalando fin dai titoli la chiusura di un bazar della droga gestito a Monza da “richiedenti asilo”, dettagliando nei servizi a quale nazionalità corrispondesse lo spaccio delle diverse sostanze.

 
 
 
Ultime notizie
civil aviation
Ambiente

“Green flights”: the cooperation model between Italy and China in civil aviation

The participation in the video-conference by the ambassadors of the respective countries, Luca Ferrari for Italy and Li Junhua for China, is...
di Marco Ricceri*
civil aviation
aviazione civile
Rapporti

“Voli green”: il modello di cooperazione tra Italia e Cina nell’aviazione civile

La partecipazione alla video-conferenza degli ambasciatori dei rispettivi paesi, Luca Ferrari per l’Italia e Li Junhua per la Cina, è un indice...
di Marco Ricceri*
aviazione civile
turismo di lusso
Economia

Il turismo di lusso non conosce crisi ed è già ai livelli del 2019

Il turismo di lusso ha sofferto meno la crisi del 2020, per la possibilità di offrire esperienze esclusive e in condizioni di sicurezza lontane dall’affollamento del turismo di massa e dei voli low cost. Sembra infatti che il settore sia ritornato già ai livelli pre-pandemia del 2019.
di Roberta Rega
turismo di lusso
Unione europea
Economia

Piano nazionale di ripresa, strategie territoriali per massimizzare l’impatto degli interventi

Ue, per massimizzare l’impatto degli interventi è importante agire in modo strategico e coordinato dalla fase di programmazione a quella di attuazione, e contribuendo a rafforzare gli obiettivi di addizionalità propri della coesione, in particolare nelle aree marginali del nostro Paese.
di Claudia Bugno*
Unione europea
Economia

PNRR: un modello più snello di governance per l’Italia

Le sfide poste dal PNRR potrebbero segnare una svolta storica nell’accelerazione delle nuove politiche di sviluppo, come quelle relative alle transizioni verde...
di Claudia Bugno*
vaccino
Diritto

Obbligo vaccinale o sospensione, arriva la sentenza per i sanitari no-vax

Vaccino anti-Covid o sospensione nella impossibilità di essere ricollocati ad altra mansione che non comporti pericolo di contagio: la sentenza del Consiglio di Stato chiarisce la posizione legale nei confronti dei professionisti sanitari no-vax.
di Vincenzo Macrì
vaccino
giochi pubblici
Osservatori

Giochi pubblici: “L’irresistibile convenienza della legalità”

Giochi pubblici, la tutela sostanziale della legalità non è affare solo dello Stato. Oltre alla chiarezza normativa, è necessaria partecipazione attiva dei concessionari e delle associazioni di categoria, quali soggetti danneggiati dal reato, ai procedimenti penali contro i gestori del gioco illegale e al fianco dell’Avvocatura dello Stato.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata*
giochi pubblici
Fisco

Un fisco “predittivo” per facilitare la lotta all’evasione fiscale

La lotta all’evasione fiscale si fa anche grazie all’utilizzo di software predittivi, sulla base dei quali programmare le verifiche a “colpo sicuro”. La Guardia di Finanza guarda al futuro e investirà in tale direzione 32 milioni di euro su big data e cybersicurezza.
di Giovambattista Palumbo*
esame di stato
Istruzione

Generazioni sotto esame. Dalla maturità all’esame di Stato, che ne sarà della prova scritta?

L’esame di Stato, un tempo esame di maturità, continua a far discutere ministri dell’Istruzione e studenti su quale sia la formula migliore. Una formula che è cambiata negli anni, fino ad arrivare alla richiesta odierna di abolire la prova scritta fatta dagli studenti e non ancora smentita dal Ministero.
di Giuseppe Pulina
esame di stato
violenza di genere
Donne

Violenza di genere, omicidi e reati spia in aumento nel 2021

La violenza di genere è aumenta nei primi 11 mesi del 2021, sia per gli omicidi che per i reati spia di tali violenze. Secondo il report del servizio analisi della Polizia Criminale, su un totale di 263 omicidi volontari compiuti in Italia dal primo gennaio ad oggi, 109 hanno riguardato donne.
di redazione
violenza di genere