L'opinione

Trump – Scurdàmmoce ‘o passato…

107

Analisi giovedì 10 novembre – “Scordiamoci il passato, siamo tutti americani”: questo è quanto i Tg di serata ricavano dal primo, caloroso, incontro tra Trump e Obama, il giorno dopo il trionfo dell’uomo che in poco più di un anno ha scalato il Partito Repubblicano e che il 20 gennaio si insedierà alla Casa Bianca. Per Mentana, “una mano di vernice sugli insulti della campagna presidenziale”. Primo titolo per tutte le edizioni, seguito – ancora una volta su tutti i Tg – dalle notizie e dalle immagini delle proteste anti-Trump. Inevitabilmente per giorni e giorni l’attenzione massima sarà per l’altra sponda dell’Atlantico, e fino ad ora si può essere accettabilmente soddisfatti della qualità media delle proposte di servizi e approfondimenti. Tg1 propone, ad esempio, l’autocritica di un vice direttore del New York Times che ammette che i media classici e il mainstream non hanno capito nulla dell’America profonda, mentre Tg3 lascia parlare Giuseppe di Taranto, secondo cui Trump potrà portare a termine ben poche delle sue tante promesse.

La politica italiana è questa sera ai minimi termini. Terzo titolo per quasi tutti sulla bocciatura del ricorso di Onida per lo spacchettamento del referendum, mentre Mattarella che torna sui temi dell’accoglienza lo troviamo solo sui Tg Rai. Ma tornando al tema referendum, su TgLa7 e Tg1 spazio alla decisione dell’Anpi di negare il ritesseramento alla Pd Puppato, perché impegnata nella campagna per il sì. Non è la prima volta che l’associazione dei partigiani inciampa, a nostro giudizio, in qualche retrovia della campagna referendaria; recentemente c’era stata la manifestazione di Latina, con il “Renzi peggio del Duce”. La pensa come noi anche Enrico Mentana, che ribadisce come i valori della Resistenza non possono essere oggetto di manovrine di bassa lega, chiunque le tenti. Sempre TgLa7 è l’unico che riprende la querelle della lettera del Governo Renzi agli italiani all’estero per invitarli al voto, paventando che non sia bipartisan. Vedremo se il sospetto è giustificato.

Per la cronaca, i due odierni casi di femminicidio, accomunati dall’avere entrambe le vittime bruciate vive, ottengono la dovuta attenzione su tutte le testate. Titoli ed analoghi spazi vanno anche alla sentenza sulla “strage dell’erasmus”, che assolve l’autista dell’autobus dall’accusa di omicidio colposo. Su entrambi questi temi Tg4 si spende monto stasera con forti accenti giustizialisti, offrendo testimonianze forti ma corredate da una “spettacolarizzazione” che, onestamente, ci pare inappropriata.

Concludiamo segnalando che Tg1 e Tg5 hanno dato spazio a una notizia ”rara” e sicuramente emblematica quanto confortante: la decisione del Vescovo di Locri di rifiutare due donazioni da 5 mila euro ciascuna finalizzate al restauro della chiesa locale, perché provenienti da un’azienda in odore di ‘ndrangheta.

Altre opinioni dell'Autore
Rapporto Italia

RItalia 2020. Inizia il viaggio verso il 32° Rapporto Italia

Rapporto Italia è, da oltre trent’anni, una delle più efficaci narrative del Paese.È un ragionamento complesso, che ogni anno assume la forma...
di Alberto Mattiacci
Economia

Minibot, l’Italia gioca a poker. Ecco la verità nascosta

Dei minibot smetteremo presto di sentir parlare, accantonati in quel simpatico ripostiglio di “perle” assolute della politica contemporanea. Ma perché mai gli estensori di questa proposta si sono lanciati in una mossa (apparentemente) suicida e autolesionista? La riflessione di Alberto Mattiacci.
di Alberto Mattiacci
Cultura

La cultura dell’innovazione, unico antidoto contro la crisi del sistema

L’innovazione è un termine complesso, che presenta mille sfaccettature. Roberto Panzarani, docente di Innovation Management, nel suo ultimo saggio sottolinea che l'innovazione non è mai stata così al centro dell’attenzione: «Dalla tecnologia al marketing, alla definizione dei piani di business, nulla si potrebbe ottenere in assenza di questo motore».
di Massimiliano Cannata
Economia

Lotta al contante, 60 mld di cash nelle cassette di sicurezza in Italia. La proposta per far emergere il sommerso

Se in Italia aumentassero i pagamenti digitali e diminuissero le transazioni regolate in contanti si ridurrebbe l’incidenza dell’economia sommersa e dell’Iva evasa rispetto al Pil, fino a toccare valori, rispettivamente, compresi tra l’11,8% e l’8,8% e l’1,6% e lo 0,4%. Le proposte dell'Osservatorio sulle Politiche Fiscali dell'Eurispes per far emergere il sommerso.
di Giovambattista Palumbo
Immigrazione

La fabbrica della paura. Amnesty International: “Paese in preda a paure e rancori”

La politica italiana sull'immigrazione, la “salute” dei diritti umani nel nostro Paese, il fenomeno del caporalato e il “nuovo razzismo”; ma anche la questione della legittima difesa e lo stato dell'arte sul “caso Regeni”. Intervista con Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.
di Marco Omizzolo
Gioco

Gioco legale e dipendenze: la Regione Puglia “ci ripensa”

Gioco legale e dipendenze: l'esempio virtuoso della Puglia. La Regione “ci ripensa”. Lo scorso 5 giugno, sono state approvate le modifiche al testo della legge n.43/2013. La “distanza minima” degli esercizi di gioco dai luoghi sensibili, è passata da 500 a 250 metri.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
Cultura

Il box office italiano, orfano di Zalone, langue. Salvo grazie ad Avengers e Freddy Mercury

Cinema: stagione verso la chiusura. Mercato povero alla costante ricerca del film campione d'incassi: i successi sono stati tutti Made in Usa, box office salvo grazie a Avengers e Freddy Mercury. Il bilancio
di Raffaella Saso
International

Perché il sindacato in Russia è un simulacro? Un appello ai sindacati italiani

Nel 1989 nasce a Mosca un sindacato autonomo dal Partito comunista, l'Unione dei sindacati di Russia Sozprof, che è stato popolarissimo prima in Urss e poi nella Russia post-sovietica. Il fondatore Serghej Kramov, spiega alcune peculiarità del sindacato nella società russa contemporanea, e lancia un appello ai sindacati italiani.
di Serghej Kramov
Il punto

Cambiamenti climatici: “Stay conscious, stay worried”

Siamo a metà giugno e le temperature si sono finalmente decise a comportarsi come si conviene alla tarda primavera. Certo, in pochi...
di Alberto Mattiacci
Criminalità e contrasto

Sicurezza e legalità, Del Sette: “Quanto fatto non è sufficiente. Servono leggi, poche ma ben fatte.”

Legalità e sicurezza: due concetti diversi ma necessariamente connessi; due obiettivi il cui perseguimento è una priorità in ogni società civile. Ma quali sono gli ostacoli per il loro conseguimento? La riflessione del Generale Tullio Del Sette, Presidente dell'Osservatorio sulla Sicurezza dell'Eurispes.
di Tullio Del Sette