L'opinione

Trump ’s Triump

113

I Tg di mercoledì 9 novembre – Il trionfo elettorale di Donald Trump , dato perdente da tutti i sondaggi anche nelle ore direttamente precedenti al voto, che lo incorona 45esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, ha tra ieri ed oggi scosso tanto il mondo dell’informazione che i protagonisti della politica internazionale. Come in tutte le giornate che fanno la storia per esiti inattesi, l’informazione di serata dedica alle elezioni americane inevitabilmente più di ¾ del complessivo tempo di edizione e lo fa decentemente. Oltre a proporre la cronaca delle reazioni, degli sconfitti (Hillary Clinton ed Obama) come dei sostenitori (Putin in Russia, la “strana” coppia Grillo-Salvini in Italia), a partire da Studio Aperto delle 18,30 la copertura degli avvenimenti delle ultime ore è stata corretta e tutte le testate una volta tanto non hanno tagliato la realtà esclusivamente con il coltello delle polemiche interne. Il Tg di Italia1 ha proposto la lettura di Sallusti ed Anselma dell’Olio, secondo cui Trump dovrà calmarsi perché si trova finalmente nella stanza dei bottoni ed è consapevole di possedere zero esperienza politica. Tg4, dopo aver paragonato “Super Trump” ad un elefante in una cristalleria, presenta in un lungo servizio in cui si avanzano previsioni, positive e negative, sulle conseguenze della sua presidenza (meno export ma anche meno immigrazione). Anche il direttore Giordano stasera si espone, avanzando la tesi che la vittoria di Trump la si deve al“voto di gente arrabbiata contro il potere” che, inevitabilmente, si riproporrà contro di Renzi. Tg5 prova ad indagare “lo scossone” che si era avvertito sulle borse in mattinata ma che poi è rientrato. Maggiore attenzione per i Tg Rai alle reazioni internazionali e della politica nostrana, con Gentiloni che assicura come l’amicizia tra Italia e USA è forte e dura da 70 anni. Tutte le testate sottolineano il plauso di Putin, mentre su Tg3 e Tg La7 maggiore spazio alle inquietudini di Cina e Francia. Spazio, nel complesso, ridotto ai commenti dei leader politici italiani (Renzi, Salvini e poi Berlusconi), mentre le dichiarazioni di Grillo – che equipara la vittoria di Trump ad un gigantesco “Vaffa” stile M5S e la ribattuta del leader leghista – che lo accusa di voler salire sul carro del vincitore – vengono accentuati su Tg1, Tg3 e TgLa7.

Agli sconfitti di questa elezione, non solo Hillary Clinton ma anche Obama con le molte riforme avviate in 8 anni su cui Trump ha annunciato di voler rimetter mano, vanno l’attenzione dei Tg Rai e La7, con Tg3 che propone un servizio su quali delle tante promesse elettorali fatte sarà per Trump possibile rispettate.

L’immenso flop di sondaggi, incapaci di prevedere l’orientamento profondo dell’elettorato (come era avvenuto per la Brexit), viene con facilità riconosciuto. Meno scontata la presa d’atto che l’intero mondo dell’informazione ha fatto cilecca. Interessante la lettura di Federico Rampini che, ospite al Tg1, piuttosto che incolpare i sondaggisti osserva come siano le classi dirigenti, che si nutrono quasi esclusivamente di sondaggi, a non riuscire più ad interpretare le esigenze dell’elettorato. Non banale il servizio, (presente sui 3 Tg Mediaset) sulla comunicazione politica di Trump: semplice, talvolta abborracciata, fatta di monosillabi, gesti e concetti reiterati; fatta, insomma, “per essere comprensibile ragazzini di 11 anni”(Tg4).

Schiacciati a fine edizione gli altri temi di giornata. Tg La7 è il solo ad avere nei titoli le previsioni al ribasso di Bruxelles per la crescita italiana, sottolineando che si tratta, “fortunatamente”, di un solo 0,1 in meno. Per il resto, il commiato per la morte a quasi 91 anni di Umberto Veronesi, grande oncologo ed ex Ministro della Sanità, è presente a fine edizione su tutti i Tg.

Altre opinioni dell'Autore
Recensioni

La dittatura del terzo like. Il dibattito politico è sostituito dai post

Siamo dominati dalla dittatura del like, nella quale l’importante è il consenso della massa informe che agisce sui social; nella quale la politica dimentica il senso stesso del suo essere, rimanendo comodamente immobile innanzi ai post, ai like, all’ignoranza.
di Ilaria Tirelli
Il punto

Uno Stato da ri-costituire

La frattura tra Sistema e Paese che abbiamo segnalato nei precedenti Rapporti stenta a ricomporsi; anzi, si è allargata nel corso dei...
di Gian Maria Fara
Diritti umani

Decreto sicurezza, senegalese e cieco discriminato “per legge”. I nuovi esclusi

Senegalese, povero e cieco: accolto e tutelato per motivi umanitari fino ad ora dallo Stato italiano, adesso sarà abbandonato a se stesso grazie al decreto sicurezza. Sono migliaia le donne e gli uomini che come Hamed sono precipitati nella precarietà e nell’isolamento.
di Marco Omizzolo
Informazione

Dal politichese agli slogan di odio e rabbia. Ecco come oggi parla la politica

Come si è trasformato il linguaggio della politica? Dal “tanto qui è tutto un magna magna” all’invito ad abbassare i toni, dal “vaffa” grillino, all’“aiutiamoli a casa loro”, dai “nuovi barbari” al “buonismo”: il pamphlet di Ettore Maria Colombo "Piove governo ladro", propone un dizionario sui modi di dire della politica.
di Alfonso Lo Sardo
Politica

Blocco prescrizione e lodo Conte bis. Macrì: “Macchinoso e di dubbia costituzionalità”

Sui problemi posti dal blocco della prescrizione al momento della pronuncia della sentenza di primo grado (blocco sul quale ho espresso la...
di Vincenzo Macrì
Sicurezza

Rapporto Italia 2020, Gen.Governale (DIA): “Centrato il problema della crisi delle classi dirigenti”

Gen. Giuseppe Governale, 32esima edizione del Rapporto Italia dell’Eurispes: quali sono state le sue impressioni ascoltando le parole del Presidente, Gian Maria...
di redazione
Sicurezza

Gdf, Gen. Ricozzi: “Dare sicurezza significa anche essere percepiti come forza di sicurezza”

Gen. Carlo Ricozzi, come sempre, anche quest’anno il Rapporto Italia dell’Eurispes ha sondato la fiducia degli italiani nei confronti delle Forze di...
di Valentina Renzopaoli
Attualità

Coronavirus, la Cina pubblica il report verità per annientare le fake news

Coronavirus: un recente studio tenta di fare il punto sull’attuale situazione in Cina, per dimostrare la validità delle misure messe in pratica dal governo cinese.
di Ludovico Semerari
Ambiente

Rifiuti in Campania: aumenta la spesa pubblica, impenna la raccolta differenziata

Come emerso dal nostro ultimo Rapporto Italia, presentato lo scorso 30 gennaio alla Sapienza Università di Roma, lo Stato italiano, nel periodo...
di Marco Ascione
Mezzogiorno

Rapporto Italia 2020, Caligiuri: “Colpiscono dati che smentiscono fake news su immigrazione e Sud”

Professor Caligiuri, qual è stata la sua impressione dopo aver ascoltato le parole del Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, che ha illustrato...
di Valentina Renzopaoli