Notice: Undefined offset: 1 in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27

Notice: Trying to get property 'cat_name' of non-object in /home/awfdywmb/public_html/wp-content/themes/Newspaper-child/loop-single.php on line 27
Osservatorio TG

Un Papa sorprendente

giubileo

Non vogliamo insegnare il mestiere a nessuno, ma la notizia del Giubileo straordinario ci sembra una di quelle, appunto, “straordinarie” e quindi meritevole della massima attenzione. Che le 3 testate Rai abbiano dato l’apertura all’annuncio di Papa Francesco ci è sembrato quindi del tutto naturale, mentre che su Mediaset la notizia non sia passata (Studio Aperto), sia stata affrontata in 10 secondi a mezza edizione (Tg4), o titolata “in basso” su Tg5, ci risulta difficilmente spiegabile. Anche La7 mette il Giubileo solo come terzo titolo, ma in compenso è l’unico Tg che entra nel vivo e ci rappresenta i dubbi sulla “tenuta” della Capitale. Marino dice che Roma è pronta, ma un parte del Pd territoriale si mostra scettica. L’anno Santo della Misericordia comporterà infatti l’afflusso di milioni e milioni di turisti e pellegrini e prenderà a dicembre il testimone dall’Expo, che termina a ottobre. 12 mesi intensi; una vera manna per l’economia, ma anche una grande provocazione per un’organizzazione sfilacciata e incistata dal malaffare. Tg2 ha i riflessi pronti e ci racconta qualcosa della storia degli Anni Santi. La sorpresa nel primo giorno del suo terzo anno di pontificato non è solo l’annuncio del Giubileo. Grande attenzione da parte di tutti (anche Mediaset) all’intervista rilasciata da Francesco alla Tv messicana che adombra una sua permanenza “breve” sul Soglio di Pietro.
Abbiamo accennato all’Expo; a – 50 giorni dall’inaugurazione Renzi ha visitato i cantieri conquistando trasversalmente il secondo titolo su tutti. La politica propone diversi fatti rilevanti: Landini che si appresta a lanciare il suo movimento, Tosi che domani si candida in Veneto, la sinistra Pd che si riunisce per decidere come organizzarsi, le prime reazioni al disegno di legge sulla riforma della scuola e alle linee guida sulla riforma Rai. Sulla scuola il Tg che fa emergere più chiaramente le critiche al provvedimento è quello di Mentana (insoddisfazione dei precari rimasti fuori dalle assunzioni di settembre), mentre gli altri sono molto istituzionali e fanno parlare i rappresentanti dei presidi, in nuovi “manager” dell’istruzione. Polemiche anche sugli sgravi fiscali per le spese sostenute per le scuole private. Con tutta questa carne al fuoco la scelta del Tg2 di cavarsela con il vecchio “pastone” (due minuti di notizie su carrellata di veloci immagini) ci è sembrata quantomeno ergonomica.
I “numeri” di bonifici con beneficiarie le olgettine che emergono dal Rubi ter sono sciorinati ampiamente, ma è impossibile trovarli su Mediaset. La vicenda dell’arresto e del repentino rilascio di Cesare Battisti da parte della magistratura brasiliana è invece presente su tutti.
Per gli esteri i Tg Rai, Tg5 e La7 mettono in evidenza il doppio binario della trattativa Grecia – Ue: scontro sull’asse Atene-Berlino e ricerca di accordo su quello Atene-Bruxelles.
Su Mediaset in evidenza la cronaca nera e criminale, con il femminicidio a Trento e l’assassino del ventisettenne ternano ad opera di una cittadino marocchino ubriaco. Delitto, quest’ultimo del tutto inspiegabile, che sfonda anche i cancelli di Saxa Rubra.
Dati auditel dei Tg di giovedì 12 marzo 2015
Tg1 – ore 13:30 3.644.000, 21,35% ore 20:00 5.993.000, 23,14%.
Tg2 – ore 13:00 2.620.000, 16,25% ore 20:30 2.146.000, 7,74%.
Tg3 – ore 14:30 1.643.000, 10,23% ore 19:00 2.051.000, 10,14%.
Tg5 – ore 13:00 3.242.000, 19,96% ore 20:00 4.940.000, 18,81%.
Studio Aperto – ore 12:25 1.875.000, 14,09% ore 18:30 1.045.000, 6,53%.
Tg4 – ore 11.30 482.000, 6,63% ore 18:55 714.000, 3,67%.
Tg La7 – ore 13:30 616.000, 3,60% ore 20:00 1.326.000, 5,08%.

Ultime notizie
last20
Mondo

Oltre il G20: The Last20, il mondo visto dagli ultimi

The Last20 è l’iniziativa nata per portare in primo piano storie e testimonianze dai paesi collocati agli ultimi posti nel mondo per ricchezza e prestigio, in contrapposizione alla egemonia economica e politica dei Grandi del G20.
di Tonino Perna e Ugo Melchionda
last20
loot box
Economia

Loot box e gacha games: intrattenimento o gioco d’azzardo?

Loot box e gacha games sono due forme di intrattenimento virtuale e di profitto ancora non regolamentate in ambito fiscale. Utilizzate soprattutto dai giovanissimi nei giochi online, determinano una serie di microtransazioni il cui premio, o risultato, è sconosciuto, e dunque possono rientrare nel gioco d’azzardo.
di Giovambattista Palumbo*
loot box
giustizia riparativa
Giustizia

La giustizia che ripara. Nascono anche in Italia le prime città riparative

La giustizia riparativa mira a ricostruire lo strappo che un reato genera all’interno della collettività, mettendo in comunicazione e collaborazione vittima e autore del reato. A tale scopo sono nate anche in Italia delle città-laboratorio, come nel caso di Tempio Pausania, in Sardegna.
di Giuseppe Pulina
giustizia riparativa
ismea
Agricoltura

Proteggere i redditi agricoli da crisi ed eventi climatici: intervista a Camillo Zaccarini Bonelli, ISMEA

Camillo Zaccarini Bonelli, agronomo esperto di fondi comunitari in agricoltura e politica agricola comunitaria, descrive le soluzioni emerse recentemente per la gestione dei rischi in agricoltura, settore sempre più minacciato da eventi climatici estremi e crisi internazionali.
di Andrea Strata
ismea
gioco
Gioco

Giochi: rischio illegalità all’attenzione delle Regioni

Nei dati forniti dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, nel periodo 2020-2021 sono state scoperte 250 sale illegali in pochi mesi, chiuse 100 bische e sequestrate 2 mila slot. Serve indagare le cause di un fenomeno in crescita, nonché sottrarre spazi alle attività illegali.
di Chiara Sambaldi e Andrea Strata
gioco
pnrr
Economia

Pnrr, raggiunti tutti gli obiettivi del primo semestre 2022

Pnrr, il nostro Paese ha raggiunto tutti i target del primo semestre 2022 stabiliti dalla Commissione Europea: 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Il Mef ha poi inviato la richiesta di pagamento della relativa tranche alla Commissione per un totale di 21 miliardi di euro.
di Claudia Bugno*
pnrr
algoritmo antievasione
Fisco

Un algoritmo antievasione aiuterà l’azione di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza

Si chiama VeRa l’algoritmo antievasione in grado di incrociare e confrontare i dati dei contribuenti per evidenziarne le irregolarità. Sarà un valido contributo alla lotta all’evasione fiscale per Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, che avranno accesso ai database nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.
di Giovambattista Palumbo*
algoritmo antievasione
AFCTA
Economia

AfCTA un anno dopo: il continente africano guarda al modello Ue per il libero mercato

L’AfCTA è un accordo commerciale firmato e ratificato dalla maggior parte dei paesi africani che prevede tra gli Stati firmatari l’abbattimento dei dazi doganali e la semplificazione degli aspetti burocratico-amministrativi al fine di implementare la libera circolazione delle merci nel continente.
di ODDI EMANUELE
AFCTA
REPowerEU
Economia

REPowerEU, la transizione energetica nel nuovo scenario emergenziale

Il Piano REPowerEU è stato messo a punto dalla Commissione Europea per garantire la sicurezza energetica in Ue, accelerando al contempo la transizione verde delle fonti di energia. Il cambio di marcia è legato alla nuova emergenza energetica causata dal conflitto in Ucraina.
di Claudia Bugno*
REPowerEU
corporate warfare
Economia

Corporate Warfare: un fenomeno sottotraccia con riflessi importanti sulla collettività

La Corporate Warfare, ovvero la guerra aziendale compiuta con ogni mezzo e con le più moderne tecnologie, minaccia le sorti di imprese e settori economici, pubblici e privati, con riflessi sull’intera collettività.
di Alfonso M. Balotta
corporate warfare