Nei Tg spazio alla pax inaugurata dal Governo Draghi e a Salvini europeista

governo

I Tg dall’8 al 12 febbraio – L’iter per la costituzione del Governo Draghi assorbe, com’era naturale, larga parte delle edizioni (oltre il 40% delle titolazioni), occupando quasi sempre l’apertura. Tutti i Tg si confrontano con uno scenario inedito, che vede le forze politiche “pacificate” e, per conseguenza, anche l’informazione di serata è portata ad acclamare coram populi il nuovo Governo. Per il sociologo Mauro Magatti, ospite mercoledì del Tg5, la scelta di Mattarella su Draghi ha prodotto un momento di “sobrietà” e concordia tra i partiti, e la fine del clima da rissa continua che accompagnava gli ultimi mesi del Conte bis. Speriamo che continui.

Nei Tg il “trionfo” del Governo Draghi e il Salvini “europeista”. Tg4 contro “l’inutile” Ministero per la transizione ambientale

Nel quadro della “pax draghiana”, l’analisi delle testate si concentra sulla svolta della Lega, con il partito di Salvini passato in pochi giorni da posizioni più che “euroscettiche” all’appoggio entusiastico al Governo guidato dal salvatore dell’Euro (approfondimenti per Tg3, Tg5 e Tg La7). La pax politica e informativa è rotta dal solo Tg4, che giovedì si scaglia contro i 5 Stelle attaccando il nuovo dicastero per la Transizione ecologica, definito “un altro ministero inutile”. La spaccatura nel Movimento, evidenziata dai risultati del voto sulla piattaforma Rousseau, è in apertura sulle altre testate Mediaset, mentre la frattura all’interno della coalizione di centro-destra, per la decisione di Giorgia Meloni di restare all’opposizione, viene seguita con più attenzione dai Tg Rai e La7.

La stagione di Mario Draghi

Attenzione nei servizi al dilagare delle varianti, destinate a soppiantare il ceppo originario

Assai compresso risulta lo spazio dedicato ai numeri del Covid, che in settimana raccolgono solo 3 aperture, tutte su Studio Aperto. Attenzione nei servizi al dilagare delle varianti, destinate a soppiantare il ceppo originario. Buono l’approfondimento del Tg5 di lunedì, che nell’affrontare il dramma delle vittime dell’epidemia – ormai oltre le 90 mila, soprattutto tra gli anziani – interpella l’arcivescovo Vincenzo Paglia, che parla di alcune misure per rendere più dignitosa la vecchiaia di molti italiani.

Attenzione anche ai risultati della trasferta dell’Oms a Wuhan

L’epidemia trova spazio anche nella pagina degli esteri, con l’autocritica di Von Der Leyen sui limiti e gli errori delle iniziative Ue per l’approvvigionamento dei vaccini. Attenzione, giovedì, anche ai risultati (per altro scontati) della trasferta del team dell’Oms a Wuhan sull’origine della pandemia, che mettono (forse) la parola fine alle teorie del virus “prodotto in laboratorio”.

Salvini e i casi Gregoretti e Diciotti: due vicende a confronto

Anche in una settimana piuttosto convulsa, il processo per impeachment a Donald Trump raccoglie 6 titoli, con 3 ampie coperture di Tg La7 dal taglio fortemente critico, che presentano inquietanti, inedite scene dell’assalto a Capital Hill.

Ultime notizie
caselli
Recensioni

La storia d’Italia in dieci date nel libro-memoir di Gian Carlo Caselli

Gian Carlo Caselli, uno dei Pm più in vista della storia recente d’Italia, racconta il nostro Paese nel libro-memoire “Giorni memorabili che hanno cambiato l'Italia” attraverso le inchieste che lo hanno visto coinvolto da protagonista, dieci date per dieci snodi giudiziari che hanno segnato gli eventi degli ultimi decenni.
di cecilia sgherza
caselli
zes unica
Mezzogiorno

Zes Unica del Mediterraneo, una sfida per sviluppo e sicurezza dell’area

La Zes Unica del Mediterraneo è stata al centro del dibattito organizzato dall’Istituto Eurispes, che ne ha analizzato i fattori socio-economici, logistici e geopolitici. La Zes Unica diviene strategica in un contesto geopolitico di grandi cambiamenti e incertezze, come strumento utile a garantire sicurezza e sviluppo.
di redazione
zes unica
scuola italiana
Intervista

La Scuola sia baluardo di conoscenza, tolleranza e spirito critico: intervista a Paolo Pagliaro

L’istruzione in Italia è una roccaforte di valori come la conoscenza, il senso critico, la tolleranza, eppure rischia un declino simile a quello della Sanità pubblica. Sfide e opportunità per il futuro della Scuola italiana, nell’intervista a Paolo Pagliaro, Direttore agenzia giornalistica 9Colonne e autore televisivo.
di redazione
scuola italiana
isole
Osservatori

Nascita geologica e nascita giuridica delle isole: intervista a Niki Aloupi

La nascita geologica di un’isola non corrisponde necessariamente alla sua nascita giuridica: lo chiarisce ampiamente Niki Aloupi, docente di Diritto internazionale pubblico all’Università di Parigi- Panthéon-Assas, esperta di Diritto del mare, che offre una panoramica sulla situazione giuridica internazionale delle isole.
di redazione
isole
social
Società

È guerra totale contro la “trappola dei Social”

Le autorità statunitensi hanno cominciato a porsi domande sulla tutela dei minori rispetto all’utilizzo dei Social network. Un uso che, secondo una serie di studi condotti, è relazionato al peggioramento della salute mentale di adolescenti e ragazzi.
di cecilia sgherza
social
apprendimento
Istruzione

La vera inclusione scolastica è garantire buoni livelli di apprendimento per tutti

La Scuola italiana ha bisogno di una riflessione pedagogica e strutturale, e di formulare un’offerta formativa equa basata sull’apprendimento di livello per tutti. Intervista a Roberto Ricci, presidente Invalsi, che commenta i dati emersi dal Secondo Rapporto dell’Eurispes su Scuola e Università.
di Roberto Ricci*
apprendimento
educazione
Istruzione

Perché l’educazione è la causa delle cause. Per una pedagogia della Nazione

Il tema dell’educazione non è uno tra i tanti. Nella società della conoscenza rappresenta il settore decisivo del progresso e dell’innovazione. Eppure, assistiamo a una metamorfosi antropologica e ad una ibridazione tra virtuale e reale che necessitano di una base culturale fondata su un sistema educativo solido.
di Mario Caligiuri*
educazione
isole
Intervista

La condizione sociale e culturale nelle isole, intervista al Prof. Orazio Licciardello

Le isole come luogo geografico, sociale, economico nell’intervista al prof. Orazio Licciardello, Ordinario di Psicologia Sociale presso l’Università di Catania. Il principio di insularità è preceduto da quello di isolanità, una condizione a sé, un dato di fatto che presuppone da sempre un altrove.
di redazione
isole
scuola
Istruzione

La Scuola è una priorità che va oltre la politica

La Scuola italiana è stata oggetto di riforme di ogni governo avvicendatosi negli ultimi anni, senza riuscire a dare una vera impronta rispetto alla Riforma Gentile. Ma il ruolo della Scuola e della ricerca nel futuro del Paese è cruciale, e deve andare oltre i trend politici del momento.
di Gian Maria Fara*
scuola
nomadi digitali
Lavoro

Nomadi digitali, evoluzione in grado di generare opportunità di crescita

I nomadi digitali non rappresentano solo un cambio nella concezione del lavoro, bensì una opportunità di sviluppo delle zone rurali. Se il lavoro da remoto riguarda già il 36% dei lavoratori autonomi in tutta Europa, l’Italia può diventare méta per smart workers nelle molte aree interne e rurali a rischio spopolamento.
di redazione
nomadi digitali