martedì, Ottobre 27, 2020

Il punto a Mezzogiorno

Se della spesa pubblica totale, si considera la fetta che ogni anno il Sud avrebbe dovuto ricevere in percentuale alla sua popolazione, emerge che, complessivamente, dal 2000 al 2017, la somma corrispondente sottratta al Mezzogiorno ammonta a più di 840 miliardi di euro, netti. I trasferimenti che arrivano al Sud ogni anno bastano per renderlo capace di consumare ciò che il Nord produce ma non sono sufficienti a permettere al Meridione di avviare una propria economia competitiva; essi dunque, se da un lato assicurano al Nord reddito e occupazione, dall’altro tengono il Sud fuori mercato. Gli studi della Banca d’Italia, e non solo, mostrano invece che il Sud è la vera riserva di crescita dell’Italia: ne costituisce cioè la parte di crescita potenziale. Se il Paese arriverà a scoprire il valore di questo immenso tesoro nascosto al Meridione, superando inutili e anacronistici stereotipi, godrebbe di uno slancio senza precedenti. Le regioni del Mezzogiorno meritano fiducia. Lo hanno dimostrato nell’emergenza legata alla pandemia. E meritano anche un maggior interesse da parte del Governo centrale che deve destinare molte più risorse per le infrastrutture, per il lavoro e per il turismo. In questo spazio, il magazine online dell’Eurispes, vuole aprire un confronto sulle potenzialità ancora inespresse del Sud d’Italia chiamando ad animare questo spazio con il loro contributo di riflessione quanti seguono più da vicino l’evolversi della questione meridionale.  

Turismo in Calabria, una buona notizia

Il “tutti a casa” aveva fatto temere per il turismo in Calabria, che in questo territorio genera il 25% del Pil. Contro ogni previsione, la stagione, che sembrava compromessa e drammatica, non è stata negativa, anche se i dati parlano di presenze ben lontane dai numeri degli anni precedenti.

Fiscalità di vantaggio: benvenuti al Sud

La fiscalità di vantaggio, che dovrebbe entrare in vigore ad ottobre, non può rappresentare l’ennesima “mancetta” per quelle popolazioni che hanno saputo gestire, meglio di altre, la fase acuta dell’emergenza Covid.

Cervelli di ritorno in Italia: buone notizie anche per il Mezzogiorno

Diversi studi e ricerche hanno evidenziato in questi anni il fenomeno che in modo poco elegante è stato definito ‘fuga dei cervelli’, con riferimento...

Tunnel subalveo al posto del Ponte sullo Stretto? Un’arma di distrazione...

Ogni qual volta le resistenze di ordine politico ed economico sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto si mostrano più deboli, accade qualcosa di strumentale...

Mezzogiorno: tre strade per ribaltare un destino già segnato

Secondo Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia, sono tre i passaggi obbligati per riuscire a riempire di contenuti e progettualità una “partenza nuova” alla quale in qualche modo ci obbliga il Recovery Fund per il Mezzogiorno.

Sud predisposto per natura a delinquere?

Daniele Martinelli, membro nel 2013 del gruppo comunicazione del M5S alla Camera dei Deputati, commentando i gravi fatti della caserma dei Carabinieri a Piacenza ha scritto su Facebook: «Va però ribadito che la predisposizione a delinquere e a fare del male è solitamente propria di chi nasce, cresce e si forma al Sud». Eppure, secondo gli ultimi dati del Ministero dell’Interno, sono soprattutto le province del Centro-Nord a essere caratterizzate dai più alti livelli dell’Indice di Criminalità.

Calabria in lockdown: una regione virtuosa

Nel corso della Fase 1, lo Stato che in Calabria è riuscito ad esercitare la sua funzione sociale. Anche grazie al lavoro di controllo del territorio e di aiuto alla popolazione di Polizia e Carabinieri il numero dei contagi è stato bassissimo e quei piccoli focolai che rischiavano di mettere in ginocchio la sanità calabrese sono stati contenuti con efficaci e puntuali interventi

Mezzogiorno sempre più indietro: il futuro passa dalla infrastrutturazione. Anche, e...

La scommessa che il Sud del Paese è chiamato ad accettare e a vincere, per evitare un ulteriore isolamento e una marginalità dal punto...

Riforma Codice degli Appalti, Giosy Romano (Cise): “Creare un elenco speciale...

Riforma Codice degli appalti. Giosy Romano, Presidente del Cise: "Creare un albo speciale per le imprese: uno strumento trasparente e costantemente aggiornato che, in via preventiva, offra alle amministrazioni committenti l’elenco delle imprese ritenute affidabili dalla PA.
di Gian Maria Fara
Nella rubrica “Metafore per l’Italia”, pubblichiamo un’altra riflessione del Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, estratta dal [...]
di Emilio Albertario
Non è certo il coprifuoco di Parigi e dintorni, ma allo scoccare della mezzanotte dobbiamo immediatamente uscire dal nostro amato [...]
di redazione
    A più di mille giorni dal referendum sull’autonomia del Veneto e della Lombardia, il Presidente della Regione [...]
di Maurizio Lovecchio*
Il “tutti a casa” aveva fatto temere per il turismo in Calabria, che in questo territorio genera il 25% del Pil. Contro ogni [...]
di Giovanni Cannata
La formazione a distanza deve essere uno degli strumenti utili per recuperare lo squilibrio tra domanda e offerta di competenze. Una [...]
di Pasquale Preziosa*
Il fenomeno mafioso è antico ma va stadiato a scadenze regolari allo stesso modo delle malattie nel campo medico. Gli intervalli sono [...]
di Eurispes e Coris Sapienza
L’aumento vertiginoso dei contagi continua ad imporre la pandemia come tema dominante del prime time. Con l’impennata dei nuovi [...]
Politica
Un testo necessario e quanto mai attuale sulla credibilità, sulla sua crisi e sul suo valore: è quello di Guido Gili e Massimiliano [...]
di Alfonso Lo Sardo
Recensioni
«Il male sta nelle parole»: su questa celebre affermazione di Luigi Pirandello, si troverebbe probabilmente d’accordo il filosofo [...]
di Massimiliano Cannata
Cultura
Negli spazi della Fondazione Bevilacqua La Masa, a piazza San Marco a Venezia. “Dal silenzio alla parola”, un’antologica di trenta [...]
di Massimiliano Cannata
Cultura
Il quarto shock è il titolo di un interessante scritto del filosofo della politica, Sebastiano Maffettone, sulla “filosofia del [...]
di Massimiliano Cannata
Intervista
La crisi del lavoro che si intreccia con l’eclissi del merito si presenta molto grave in tutte le realtà territoriali. «Quello che ci [...]
di Massimiliano Cannata
Per rimanere aggiornato sulle nostre ultime notizie iscriviti alla nostra newsletter inserendo il tuo indirizzo email: